Menopausa: come gestirla con rimedi naturali

749 views
invecchiamento

La menopausa comporta l’interruzione del ciclo mestruale e, di conseguenza, del periodo di fertilità femminile. Generalmente le donne entrano in menopausa nell’età che va dai 40 ai 50 anni, ma si tratta di una stima estremamente variabile e non sempre assoluta. A volte la menopausa può essere precoce quando si manifestano i primi sintomi già prima dei 40 anni.

Per alcuni soggetti, la menopausa può comparire presto, a causa di condizioni di salute sfavorevoli, disturbi alimentari o rimozione chirurgica delle ovaie. Essa è un processo biologico naturale e non un problema da risolvere. Sancisce la fine della fertilità, ma non implica necessariamente perdita di vitalità, salute e vita sessuale.

Tuttavia, è possibile che essa comporti alcuni fastidi, come cambiamenti di umore, vampate di calore e insonnia, che possono apparire già nella fase iniziale o nella cosiddetta premenopausa. I rimedi naturali per i sintomi e i disturbi della menopausa sono sicuri e possono essere un valido aiuto per gestire al meglio questa fase delicata della vita di una donna.

Sintomi iniziali della menopausa

I sintomi della menopausa sono diversi e dipendono dal cambiamento dei livelli di ormoni ad essa relativo. I principali sono:

  • Ciclo mestruale irregolare: nel periodo immediatamente precedente la menopausa, le mestruazioni possono presentarsi in maniera irregolare e in modo più o meno intenso. Questa condizione può continuare anche alcuni anni dopo l’inizio vero e proprio della menopausa
  • vampate di calore
  • Sudorazione notturna copiosa
  • Cambiamenti di umore, irritabilità, ansia o depressione
  • Secchezza vaginale
  • Gonfiore addominale e aumento di peso
  • Insonnia
  • Pelle secca e diradamento dei capelli
  • Frequenti movimenti intestinali
  • Cambiamento del volume del seno (che può aumentare o diminuire)

Rimeni naturali per la menopausa

Ecco i migliori rimedi naturali per gestire al meglio, attuire o addirittura eliminare i sintomi più comuni della menopausa: variano tra dieta, stile di vita, sonno

Dieta in menopausa

Per cercare di stabilizzare gli ormoni impazziti e gestire i sintomi della menopausa, è importante che la dieta quotidiana includa un buon numero di alimenti contenenti minerali essenziali e grassi benefici. I seguenti cibi sono ricchi di nutrienti e si adattano bene allo scopo, aiutando inoltre a gestire meglio il peso, e anche a dimagrire, grazie al loro basso contenuto di calorie:

  • Frutta e verdura: contengono fibre utili a gestire il senso di sazietà e antiossidanti che rallentano il processo di invecchiamento delle cellule. Riescono inoltre a bilanciare il livello degli ormoni nel corpo
  • Verdure crocifere: alimenti come broccoli, verza e cavolo riccio aiutano a regolarizzare naturalmente il livello di estrogeni. Hanno poi un alto contenuto di vitamina C, fibre, vitamina K ed elettroliti, che sono importanti per mantenere adeguata la pressione sanguigna e la salute del cuore
  • Cibi ricchi di fibre: le fibre sono fondamentali per preservare il benessere del sistema cardiocircolatorio e digestivo, oltre che utili a mantenere il giusto peso forma. Alcuni studi hanno evidenziato che una dieta contenente molti cibi ricchi di fibre aiuta a bilanciare la produzione degli estrogeni. I migliori alimenti adatti allo scopo sono: nocciole, fagioli, avocado, verdure e frutta
  • Omega-3: gli omega-3 proteggono il cuore, promuovono la rigenerazione della pelle e riducono le infiammazioni. Sardine, tonno, salmone e halibut ne sono ricchi. Un consumo frequente di omega-3 migliora il lavoro di produzione degli ormoni e previene i disturbi legati alla menopausa e all’osteoporosi
  • Cibi probiotici: i probiotici sono dei batteri benefici per il nostro organismo e regolano la produzione degli ormoni. Sono anche in grado di rinforzare il sistema immunitario e proteggere le funzioni cognitive. Le migliori fonti di probiotici includono yogurt e tutti gli alimenti fermentati
  • Acqua: bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno aiuta a rimpiazzare i liquidi persi a seguito delle vampate di calore e della sudorazione notturna

Ridurre lo stress

Molte donne in menopausa sono soggette a fenomeni di ansia, sbalzi repentini di umore o depressione. Riuscire a controllare lo stress è molto importante per ridurre i sintomi legati a questo processo.

Soprattutto quelli relativi alle emozioni, all’affaticamento, all’insonnia, all’aumento di peso e alla perdita della libido. Alcuni consigli per limitare lo stress includono: attività fisica, meditazione, aromaterapia e passeggiate all’aria aperta.

Dormire bene

Dormire poche ore ogni notte comporta un aumento del livello di cortisolo, responsabile dell’indebolimento del sistema immunitario, delle scarse prestazioni nelle faccende quotidiane, dell’ansia e dell’aumento di peso. Per aiutare il corpo a stare bene, è necessario dormire dalle 7 alle 9 ore a notte.

Avere una vita sociale attiva

I ricercatori hanno dimostrato che avere rapporti sociali costanti e regolari, è un buon sistema per approcciarsi adeguatamente alla menopausa e subirne meno i sintomi.

Erbe e sistemi naturali per donare sollievo dalla menopausa

Cimifuga rubifolia

La cimifuga rubifolia è una radice sotterranea dalle proprietà antinfiammatorie e riequilibranti. Aiuta a gestire le vampate di calore e la sudorazione notturna. Migliora inoltre la qualità del sonno. Basterà assumerne circa 80  milligrammi per due volte al giorno.

Crema naturale al progesterone

La crema naturale al progesterone è un modo sicuro di ridurre i sintomi della menopausa relativi alla perdita di densità ossea, alla secchezza vaginale e ai fibromi. Ne traggono maggior beneficio principalmente le donne più giovani. Questa crema è facilmente reperibile negli store online e nelle erboristerie.

Ginseng

Per centinaia di anni, il ginseng è stato utilizzato per incrementare l’energia e aumentare il desiderio sessuale. È consigliato inoltre per alleviare le vampate di calore, l’affaticamento e la secchezza vaginale. La dose consigliata è di circa 800 milligrammi al giorno.

Trifoglio rosso

Il trifoglio rosso può aiutare a prevenire la perdita di densità ossea e diminuire il rischio di malattie cardiovascolari. Esso contiene isoflavonoidi che riducono i sintomi legati alla diminuzione degli estrogeni come: vampate di calore, aumento di peso e infiammazioni delle giunture.

Radice di ashwagandha

L’ashwagandha offre protezione da una gran varietà di patologie, incluse quelle causate dallo stress. Essa migliora le funzioni tiroidee, diminuisce il colesterolo nel sangue, riduce la degenerazione del sistema nervoso e stabilizza il livello di zucchero e insulina.

Un ulteriore consiglio per gestire al meglio la menopausa è quello di non accoglierla come un evento negativo, sinonimo di sofferenza e vecchiaia. Si tratta esclusivamente di un processo fisiologico che non limita l’essere donna e la vita sociale.

Alessandra Montefusco
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di rimedi naturali e cosmetica ecobio sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime novità del settore e sulle potenzialità dei prodotti che madre natura ci ha donato. Mi occupo di comunicazione e lavoro nel settore degli audiovisivi. Amo la musica - mia grande passione - la letteratura, il cinema, le passeggiate all’aria aperta e…il cibo!