Miele di lavanda: proprietà e benefici

2524
benefici_miele_di_lavanda

Se pensiamo alla lavanda, ci vengono subito in mente quelle enormi e suggestive distese di fiori presenti in alcune località come la Provenza. Ha un odore unico e tantissime proprietà e viene utilizzato sotto forma di fiore ma anche di olio essenziale.

Ma sapevi che dalla lavanda si può produrre un miele molto pregiato, dalle tante proprietà benefiche utili a riequilibrare il nostro organismo?

Il miele di lavanda si presenta in modo molto simile al miele tradizionale. Il suo colore è un po’ più tenue e va dal chiaro all’ambrato. Il sapore invece è più delicato, ovviamente con note che si avvicinano molto al fiore.

Il suo profumo richiama proprio la raffinatezza della lavanda e viene prodotto anche in Italia, con particolare riferimento alla Sardegna (dove viene prodotto la lavanda selvatica) e le Alpi Marittime.

Vediamo insieme tutte le virtù terapeutiche del miele di lavanda.

Alleato dell’apparato respiratorio

Come si sa, tra le sue virtù terapeutiche già la lavanda da sola è un ottimo alleato dell’apparato respiratorio. In più il miele di lavanda diventa un perfetto coadiuvante nel contrastare le infezioni di tale apparato, come tosse e mal di gola.

L’azione antinfiammatoria che svolge è inoltre utile anche a schiarire le corde vocali anche in caso di afonia.

Per il sistema nervoso

Il miele di lavanda svolge un’azione calmante nei confronti del sistema nervoso. Una caratteristica che contraddistingue anche l’olio essenziale di lavanda, utilizzato nei diffusori per ambienti per favorire il rilassamento psichico ma anche fisico.

Riduce il mal di testa dovuto a forti condizioni di stress e contribuisce a ritrovare equilibrio e relax. Può così essere consumato nel tè o anche nel latte.

Antisettico e cicatrizzante

La pelle può essere soggetta ad abrasioni e scottature. Ecco, il miele di lavanda è utile anche a favorire e accelerare la guarigione dell’epidermide.

Le proprietà antisettiche, antibatteriche e cicatrizzanti del miele di lavanda (ma anche della lavanda in genere) favoriscono il risanamento della pelle. In tempi antichi, infatti, venivano realizzati degli impacchi che erano preparati per essere applicati su superfici e cicatrici.

In questo modo, il miele di lavanda disinfettava la ferita naturalmente e agevolava la cicatrizzazione.

Proprietà digestive e antiossidanti

Il miele di lavanda è ricco di vitamine e sali minerali (utili per carenze nutrizionali di sportivi o ragazzi in crescita) e di sostanze antiossidanti, atte a constatare l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento cellulare.

Infine, questo miele pregiato svolge un’azione antispasmodica: rilassa i muscoli di stomaco e intestino e favorisce le attività digestive del nostro corpo.

Controindicazioni

Si consiglia di evitare l’assunzione del miele di lavanda se soffrite di allergie o ipersensibilità al prodotto. In caso di gravidanza o allattamento, consultare prima il proprio medico.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.