Olio di enotera: benefici e controindicazioni

171
olio di enotera

Olio di jojoba, olio di argan, olio 31, esistono diverse tipologie di oli vegetali che hanno dei benefici notevoli per la salute e il benessere del nostro corpo. Un altro olio dalle ottime proprietà è l‘olio di enotera. Quest’olio vegetale è meno conosciuto degli altri, ma è uno dei principali alleati della nostra pelle…e non solo. Scopriamo tutti gli usi dell’olio di enotera, i benefici ed eventualmente effetti collaterali per la nostra salute.

Cos’è l’olio di enotera

L’olio di enotera o olio di enagra è un olio vegetale che viene ricavato dai semi della pianta Oenothera biennis. Questo particolare olio viene usato per la cura della pelle, per donare elasticità ai tessuti, morbidezza alla cute e idratare in profondità il nostro derma.

L’olio di enotera può essere usato sia come crema per soluzioni esterne, sia per la cura interna di diverse patologie (grazie al contenuto di acido gamma-linolenico:

  • migliora il funzionamento della circolazione venosa
  • migliora la circolazione arteriosa
  • diminuisce i livelli di colesterolo cattivo (LDL)
  • previene l’aterosclerosi
  • controlla i trigliceridi nel sangue
  • migliora le funzioni intestinali
  • ammorbidisce le feci migliorando la stitichezza
  • allevia i sintomi mestruali
  • diabete
  • allevia i fastidi dell’artrite

Secondo alcuni studi l’olio di enotera favorirebbe anche la fertilità, migliorando la qualità del muco cervicale. Ovviamente non ci sono certificazioni in merito ma la grande maggioranza dei medici conviene sulla positività dell’olio per le donne. Prima di qualsiasi uso consigliarsi con il medico di fiducia.

Tanti anche i benefici dell’olio di enotera per la nostra cute (uno degli usi più conosciuti e diffusi). L’olio di enagra è adatto a:

  • eritema
  • eczema
  • acne
  • psoriasi
  • rughe
  • orticaria

I maggiori studi dell’olio di enotera riguardano però il trattamento della dermatite atopica, anche se con pareri medici discordanti.

Usi dell’olio di enotera

Come si presenta l’olio di enotera? Come è possibile trovarlo? E dove acquistarlo? L’olio di enotera si trova in commercio sotto varie forme, dal liquido alle perle (perle di Erbavita). Ovviamente il nostro consiglio è sempre prediligere olio vegetale al 100 % senza l’utilizzo di solventi dannosi per la salute.

L’olio migliore da prediligere è quello estratto a freddo, è possibile trovarlo nelle erboristerie e negozi di prodotti biologici e vegetali. Per uso esterno si consiglia di spalmare l’olio sulla pelle umida con delicati massaggi per favorire assorbimento e rendere più efficace l’idratazione della cute.

Quando l’olio è naturale è possibile usarlo anche per via interna, in questo caso per praticità si consiglia l’uso di perle di enotera.

La dose giornaliera (dopo consultazione medica) è da 2 a 4 perle da 500 mg ciascuna.

Controindicazioni dell’olio di enotera

L’olio di enotera non ha particolari controindicazioni, ma come accade per tutti i prodotti vegetali e non, è possibile avvertire qualche disturbo. Per quanto riguarda le conseguenze dell’uso interno possibili effetti collaterali sono:

Per uso esterno invece è possibile avere qualche reazione allergica dovuta alla sostanza o a qualche suo componente. in ogni caso l’olio di enotera deve essere consumato con moderazione, seguendo le indicazioni terapeutiche, i consigli di un medico e senza superare le dosi consigliate.

Assolutamente vietato in casi di schizofrenia, epilessia e nei soggetti in gravidanza e allattamento chiedere il parere del ginecologo. L’olio di enotera è l’olio vegetale che procura benefici alla nostra pelle rendendola migliore, idratata e sana. Usi e consumi nel limite.