Olio essenziale di mirra, contro infezioni e ferite!

469
olio essenziale di mirra

L’olio essenziale di mirra è un estratto vegetale ricavato da una pianta che prende il nome di Commiphora myrrha e le sue numerose proprietà lo hanno fatto conoscere al mondo fin dall’antichità.

Il nome mirra deriva dal latino e significa “amaro“, come risulta il suo profumo dalle note speziate. Della pianta, viene utilizzata la parte contenente la resina, che poi viene distillata con le correnti di vapore, al fine di ottenere la sostanza finale, sotto forma di olio.

Un rimedio antichissimo

Come tutti ben sappiamo, la mirra è associata all’oro e all’incenso – come viene ricordato dalla leggenda dei Re magi, che portano questi tre doni della natura a Gesù bambino – perché anch’essa era un materiale di difficile reperibilità e, per questa ragione, prezioso.

Persino molti secoli fa, la mirra era utilizzata come maschera per le rughe, come pasta da spalmare sulle ferite, come rimedio per curare piaghe ed emorroidi e persino come dentifricio da popoli di ogni genere.

Contro le infezioni

L’olio essenziale di mirra rappresenta un rimedio vegetale e naturale dalle molteplici sfaccettature. In particolare, la mirra è un ottimo antisettico e antimicotico, quindi previene e combatte la diffusione di microorganismi patogeni che possono provocare infezioni.

Per ogni disturbo di questo genere, l’olio essenziale di mirra può essere impiegato attraverso l’aromaterapia per aiutare a curare problematiche come mal di gola, stomatiti, gengiviti, candidosi, afte e piorree e, in generale, tutti i disturbi legati alla bocca.

Per raffreddori e Co.

Tra i rimedi naturali per alleviare i sintomi del raffreddore (che puoi trovare qui) possiamo sicuramente riconoscere l’olio essenziale di mirra. Come la catiorà, infatti, quest’olio vegetale è un ottimo espettorante e – per questa ragione – se inalato può debellare malattie da raffreddamento o raffreddore, aiutando a migliorare i sintomi influenzali tanto temuti, soprattutto nel periodo invernale.

Cicatrizzante per ogni ferita

Un ritorno all’antichità è sicuramente dovuto – come già accennato – quando si tratta di sfruttare le proprietà altamente cicatrizzanti dell’olio essenziale di mirra. Come il gelsomino (altro alleato naturale dalle numerose proprietà), se applicata sulla pelle, la mirra può essere molto efficace contro ferite, rughe, screpolature ed eczemi.

In armonia con il mondo

In aromaterapia, si crede che l’olio essenziale di mirra sia fondamentale al fine di restituire energia ed ottimismo, riequilibrando la simmetria tra corpo e spirito e aiutandoci a superare i nostri blocchi emozionali, vincendo paure e dolore inconsce. Insomma, ci può rimettere al mondo.

Modo d’uso

Con l’olio essenziale di mirra possiamo effettuare dei gargarismi contro le malattie infettive della bocca diluendo 5 gocce di mirra in un bicchiere di acqua tiepida. Il liquido può essere impiegato facendo 2 sciacqui al giorno.

Sulle ferite si possono, invece, applicare impacchi composti da 300 ml di acqua distillata e 6-7 gocce di mirra. Possiamo utilizzare della garza sterile da applicare sulle zone interessate, ripetendo ogni giorno fino alla guarigione.

Infine, se vogliamo diffondere l’olio essenziale di mirra nell’ambiente circostante, si consiglia di utilizzarne 1 goccia per ogni mq della stanza. Si può inserire nell’umidificatore o nel diffusore di oli essenziali.

Controindicazioni

Innanzitutto, l’olio essenziale di mirra deve essere utilizzato in un dosaggio basso, prestando attenzione e impiegandolo con moderazione e soprattutto evitando l’uso interno. Inoltre, il suo impiego è assolutamente vietato in gravidanza o durante l’allattamento.

Giorgia Greco
Frequento la facoltà di Economia Aziendale all'università degli studi del Sannio di Benevento, la mia grande passione è scrivere e sono da sempre interessata a tutto ciò che riguarda il benessere, la bellezza e la cosmetica.