Plants water: le acque dell’estate 2017

53
acqua di piante

Le plant water sono delle acque a base di linfaelaborata” (ovvero quella linfa che dalle foglie delle piante si sposta in diverse direzioni trasportando sostanze nutritive come saccarosio, acqua, amminoacidi e ormoni vegetali che saranno molto in voga nella prossima estate). L’estate 2017 sarà all’insegna delle plants water, una moda lanciata dai vip che ormai dettano anche in fatto di alimentazione moda e tendenze.

Dopo gli Hot toddy dell’inverno ecco le plants water estive. Le acque delle piante (plants water) sono bevande dissetanti, ma anche salutari. Non sono elisir magici e miracolosi e soprattutto (tranne per la betulla) sulle altre piante i benefici non sono certificati dal punto medico ma solo ipotesi di benessere. Scopriamo insieme quali sono le plants water della prossima estete, quali benefici apportano alla salute e chi non può berle per gli effetti indesiderati.

Acqua di Betulla

La linfa di betulla è quella più conosciuta e diffusa, grazie alla facile reperibilità nei negozi di prodotti biologici. La linfa di betulla è ricca di sostanze benefiche e idratanti (che le hanno garantito il certificato di benessere della tradizione scandinava). E’ proprio in questa Regione che la linfa viene estratta dagli alberi delle foreste. La betulla contiene:

  • xilitolo (zucchero naturale che troviamo anche nelle gomme da masticare)
  • silicio
  • tannini
  • betulina
  • potassio
  • flavonoidi
  • oli essenziali

Queste sostanze apportano all’organismo diversi benefici e proprietà:

  • antiossidanti
  • eliminazione delle tossine dell‘acido urico
  • disintossicazione del fegato
  • abbassamento del colesterolo
  • migliora la salute della pelle

Acqua di Cactus

L’acqua di cactus è conosciuta per le sue proprietà purificanti e detossinanti, oltre a quelle antiossidanti e di protezione dagli agenti esterni. L’acqua di cactus è ricca di:

  • vitamine
  • minerali
  • betalaine (antiossidante)

L’acqua di cactus è utile sia alle piante per proteggerle dai parassiti, ma anche all’uomo per aiutarlo contro le ustioni dovute all’esposizione errata ai raggi Uv. L’acqua di cactus è molto gradevole al palato, grazie ad un gusto molto simile ai comuni frutti di bosco. I benefici per l’organismo sono simili a quelli che apporterebbe un piatto di pomodori.

Acqua d’Acero

L‘acqua di acero è un’altra plants water che sarà molto in voga nella prossima estate. L’acqua di acero non deve essere confusa con il comune sciroppo d’acero (che è decisamente più dolce rispetto all’acqua). La bevanda è ricchissima di sostanze utili al metabolismo (leggi anche le altre 8 piante metabolismo per tonificare il corpo) dell’uomo come:

  • vitamine
  • minerali (calcio e manganese)

L’acqua di acero ha proprietà antiossidanti, idratanti e tonificante della pelle. Secondo alcuni studi l’acero sarebbe utile a prevenire la comparsa delle rughe. Lo stesso effetto del’acqua di acero viene dato da noci e verdure di colore verde.

Acqua di Bambù

L’acqua di bambù è la plants water dell’estate più amarognola ma anche la più dissetante. La bevanda ha un sapore simile al tè verde (spesso arricchita con zucchero e acido citrico) ed è una fonte importante di:

  • minerali
  • silice

Il silice è un collagene che stimola la produzione di collagene ed è importante per la salute di pelle e capelli.

Black water

E’ la plants water più nuova e innovativa e siamo certi anche la più consumata della prossima estate. La black water proprio per il nome “black-nero” ha un aspetto simile alla coca-cola e il caffè (quindi marrone scuro tendente al nero) ed è quasi insapore.

La black water non è considerata una plants water ma ha comunque diversi benefici grazie al contenuto di:

  • acqua minerale
  • acido fulvico
  • 77 minerali differenti

La bevanda non contiene sale, zucchero e calorie ma non esistono ancora studi sufficienti per determinare gli effetti benefici della black water sull’organismo umano.

Chi non può assumere le plants water?

Le plants water, pur essendo delle acque a base di piante, non sono indicate per alcune categorie di soggetti come:

  • soggetti allergici a paritarie e graminacee
  • soggetti allergici alla betullacea
  • donne in gravidanza e allattamento
  • soggetti che assumono farmaci ipotensivi, anticoagulanti e barbiturici
  • bambini

Prima di assumere un’acqua di piante a base di linfa è consigliabile l’etichetta indicativa della percentuale degli ingredienti contenuta (linfa pura o diluita), presenza di aromi o dolcificanti e soprattutto la linfa deve avere la dicitura “biologica“.