Rughe a zampe di gallina

rughe zampe di gallina

Le rughe a zampe di gallina sono un particolare tipo di rughe sotto gli occhi con la tipica forma che ricorda appunto quella della zampa di gallina.

Le rughette che si formano ai lati degli occhi, definite comunemente “zampe di gallina” possono essere più pronunciate del solito nelle persone che utilizzano molto la mimica visiva, esprimendo stati d’animo soprattutto attraverso la forte contrazione dei muscoli orbitali; in genere si tratta di coloro che amano ridere molto e dimostrano così temperamenti più gioviali e positivi.

Le rughe rappresentano l’inevitabile trascorrere del tempo che si manifesta sulla nostra pelle. Quelle più evidenti, che si formano per prime, riguardano soprattutto la zona del viso e decoltè, caratterizzate come sono da un minor spessore epidermico e soprattutto più esposte nell’arco della vita ai raggi solari, causa primaria dell’invecchiamento cutaneo e della perdita di tono dei tessuti.

Ma c’è qualcosa in più da sapere: stando alla Società americana di chirurgia estetica (Asapas) dall’attenta osservazione delle rughe del volto è possibile rendersi conto dello stato di salute generale della persona, sia quindi rispetto a eventuali patologie sia riguardo un certo atteggiamento mentale della stessa.

Rimedi per le rughe a zampe di gallina

Una volta apparse, è davvero molto difficile risolvere il problema di queste rughe senza un intervento incisivo, come ad esempio:

A parte i casi in cui sono veramente molto marcate, consigliamo di non intervenire con questi trattamenti invasivi ma semplicemente convivere con le zampe di gallina, e cercare di attenuarle magari con un’alimentazione sana, bevendo molta acqua, facendo impacchi sugli occhi con i cetrioli, e avendo cura della pelle tenendola sempre idratata.

Come prevenire le rughe?

Alcune rughe si formano in corrispondenza dei movimenti facciali che abitualmente e automaticamente abbiamo ogni volta che parliamo, sbadigliamo, sorridiamo o interagiamo con le persone…sono le cosiddette rughe d’espressione. Secondo gli esperti sarebbero proprio queste a svelare la psicologia dei soggetti.

Le rughe frontali ad esempio, caratterizzano coloro che tendono a corrugare spesso la fronte e utilizzando perciò spesso i muscoli facciali di questa zona. La contrazione di questi ultimi rivela soggetti colpiti di frequente da preoccupazioni e ansia.

Tra le rughe più comuni d’espressione ci sono le Rughe a Marionetta, e anche le “naso-geniene” ovvero quelle che si formano in lunghezza tra il naso e la bocca, che in alcuni soggetti possono essere più evidenti e marcate quando si hanno problemi di forte stress ma soprattutto di tensione e angoscia. In tali casi infatti senza accorgersene, si assume un aspetto “musone” che tende a tirare la pelle verso il basso. Ma non è tutto. Si è osservato che coloro che le hanno più accentuate sarebbero più esposti a problemi di stomaco come gastriti ed ulcere (conseguenza naturale di un atteggiamento negativo verso la vita che conduce a somatizzazioni locali).

La società americana mette anche in evidenza la correlazione tra rughe e stile di vita. Fumo e bassa qualità del sonno sono fattori di grandissima rilevanza nella formazione o meno di rughe del viso.

E’ interessante sapere che gli specialisti abbiano verificato l’insorgenza di alcune rughe tipiche dei fumatori di lunga data. Fumare infatti porta innanzitutto a stringere i muscoli della bocca per aspirare il fumo: a questi movimenti facciali ripetuti nel tempo fanno capolino maggiori e più intense rughette nella zona del contorno labbra, delle rughe naso-geniene. Se poi, come spesso accade, nell’ evitare che il fumo vada negli occhi si tende a chiuderli con forza ecco che spuntano precocemente le zampe di gallina.

In genere si è osservato che il salire su, lungo il viso del fumo che emettiamo dopo averlo aspirato va ad invecchiare tutta la pelle del viso e ad accentuare di conseguenza la comparsa di rughe oltre che determinare un’occlusione dei pori con le sostanze nocive e un effetto ingrigito che nel tempo si presenta su tutto il volto.

La durata del sonno e soprattutto la sua qualità è un altro fattore che costa caro alla nostra pelle e al suo generale aspetto. Osservate le persone che non dormono bene, che hanno problemi di sonno spesso collegati a stress e preoccupazioni: hanno volti sciupati, visibilmente segnati e sembra che abbiano molti più anni di quelli effettivi! Tutta colpa dello stress che impedendo di dormire bene, rende questi soggetti stanchi, affaticati e privi di quella rigenerazione cellulare e metabolica necessaria per essere in buona salute.

Se a ciò si aggiunge una cattiva alimentazione, priva dei nutrimenti benefici per il corpo e per la pelle, i segni del tempo si faranno vedere molto più precocemente!

E allora sono d’obbligo delle considerazioni attente circa il proprio stile di vita, non solo per timore di avere una ruga in più sul viso ma per lo spossamento del fisico che non porta mai risultati graditi, sotto tutti i punti di vista.