Savoiardi al cacao e riso integrale

99
savoiardi

Savoiardi che passione! Quanti di voi amano questi “biscotti” e chi non li ha utilizzati per preparare il buon vecchio tiramisù della nonna?

Tutti conoscono ed apprezzano il savoiardo, l’elemento che si presta alle più svariate ricette di dolci.

Oggi vi volgiamo parlare del savoiardo e di una prelibata ricetta con il cacao e il riso integrale. Buona lettura.

Il savoiardo: origini

Vi siete mai chiesti l’origine del savoiardo? Perchè si chiama proprio così? Il nome savoiardo deriva dalla sua provenienza.

I savoiardi sono infatti originari della Savoia, sono biscotti dalla consistenza leggermente spumosa, ottimi da soli, inzuppati nel latte o utilizzati per la preparazione di diversi dolci (come il tiramisù e la zuppa inglese).

In Inghilterra vengono chiamati “dita di signora”, per la loro forma allungata con gli spigoli leggermente smussati.

In Italia gli lasciamo lo storico nome di savoiardo, della leggendaria dinastia dei re, savoiardo come il re del dolce.

La ricetta originale del savoiardo non prevede l’utilizzo del latte, quindi teoricamente adatti anche a chi è intollerante al lattosio.

Come utilizzare il savoiardo in ricette originali? Quella che vi proponiamo oggi, sperimentata dallo chef Alberto Paciaroni, è una rivisitazione della ricetta originale, con l’aggiunta di riso integrale e l’immancabile e delizioso cacao.

Savoiardi con cacao e riso integrale: la ricetta

Come preparare degli ottimi e gustosi savoiardi con il cacao e il riso integrale? Ecco cosa vi occorre.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 4 uova intere
  • 140 gr di miele
  • 150 gr farina integrale
  • 30 gr cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaio di lievito in polvere

Procedimento

Prendete una ciotola, sbattete tuorli e miele fino ad ottenere un composto spumoso ed uniforme.

Montate a neve gli albumi e setacciate la farina di riso integrale con il cacao in polvere e lievito.

Unite con una spatola il primo composto con gli albumi, con movimenti dal basso verso l’alto, senza smontare.

Con una tasca da pasticcere realizzate le forme ed infornate a 180 gradi per 15 minuti circa.

Sfornate, fate raffreddare e gustate a vostro piacimento, la delizia del palato arriva dalla lontana Savoia.