Segreti per una pelle da “Star”

35
pelle-da-star-segreti

Una pelle fresca, idratata e senza imperfezioni è il sogno di tutte le donne. Come prendersi cura della propria cute e avere una pelle luminosa come quella delle celebrità (leggi anche la crema anti-age di Romina Power? I dermatologi italiani ci svelano i segreti più nascosti.

Il cloro delle piscine

Sfatiamo il primo grande mito per cui andare in piscina faccia male alla pelle. Il cloro dell’acqua non fa male alla nostra cute (allo stesso modo dell’acqua di mare) e rappresenta uno degli elementi più naturali in circolazione.

Il cloro lo possiamo trovare:

  • disciolto nei sali del mare
  • sotto forma di cloruro (il comune sale da cucina)

Il cloro delle piscina, al contrario di quanto si possa pensare, ha tanti vantaggi e proprietà, oltre ad essere regolato come quantità dal Ministero della Salute:

  • disinfettante
  • anti-virus e batteri
  • anti-funghi

Il cloro non danneggia la pelle tranne in casi eccezionali di ipersensibilità cutanea. In ogni caso dopo aver fatto un bagno in piscina per piacere o per sport si consiglia una super doccia tiepida per evitare qualsiasi tipi di pericolo.

Il laser contro l’acne

Tanti adolescenti e non solo adulti, sono alle prese con l’acne. Oltre ad essere antiestetico questa infiammazione cutanea può causare danni permanenti alla nostra pelle: le cicatrici.

Queste anomalie cutanee conseguenza spiacevole dell’acne, se non profonde, possono essere eliminate con il laser o con alcuni tipi di peeling.

Quando la cicatrice è profonda, spiegano i dermatologi, è possibile solo migliorarla. Spesso per raggiungere risultati ottimali è necessario fare più sedute laser. Il consiglio è fare una visita dermatologica per valutare quale entità di danno abbia provocato l’acne.

Pediluvi contro i duroni

Calli e duroni sono all’ordine del giorno tra le problematiche di piedi e mani. Il consiglio dei dermatologi prevede:

  • pediluvio una volta a settimana (con acqua e bicarbonato)
  • passare una pietra pomice sula pelle ispessita dal durone (con movimenti circolare come se si stesse usando una gomma per cancellare)
  • applicare sul durone l’acido salicilico

In alternativa all’acido salicilico, è possibile usare creme e lozioni a base di urea (la nostra pipì) che garantisce un’esfoliazione lieve e progressiva. Seguendo questi consigli la nostra pelle non subirà gravi danni da agenti esterni e sarà sempre fresca e luminosa come quella delle Star.