Proprietà e benefici del sommacco, antibatterico naturale

1.456 views
sommacco

Il sommacco – il cui nome scientifico è Rhus coriaria – è una pianta originaria dell’Europa Meridionale e del Medio Oriente ed è appartenente alla famiglia delle Anacardiaceae. E’ un arbusto che può raggiungere anche i 3 metri d’altezza e i fiori sono rossi e a forma di pannocchia.

Millenni di storia

Il sommacco è un rimedio erboristico che presenta radici antichissime, il suo uso gastronomico e curativo è una tradizione millenaria: la polvere color porpora che si estraeva dalle bacche – infatti – è sempre stata utilizzata, non solo come spezia in cucina, ma anche come rimedio naturale nella medicina tradizionale.

Molto diffuso in Italia allo stato spontaneo, il sommacco veniva anche utilizzato, più o meno fino alla metà del XX secolo, per la concia delle pelli e nell’industria della tintoria, grazie alla presenza dei tannini.

Attenzione alla raccolta dei frutti

E’ importante fare una distinzione: esistono due tipi di sommacco, la rhus coriacea – di cui abbiamo parlato finora – e il sommacco ornamentale (o rhus typhina).

Per quanto riguarda la pianta puramente ornamentale, il suo frutto non può mai essere consumato, in quanto velenoso. Invece, il frutto della rhus coriacea è velenoso solo da fresco, mentre se viene lasciato essiccare per trasformarsi in polvere, perde tutte le sue componenti tossiche.

Proprietà e benefici del sommacco

Il frutto del sommacco ha diversi principi attivi e nutrienti: è ricco di tannini, sali minerali come fosforo, potassio, rame, ferro, zinco, magnesio e calcio, vitamina B, omega 3, oli essenziali, fibre e acidi organici (tra cui si possono annoverare citrico, succinico, malico e oleico).

Insomma, un mix di sostanze che può far davvero bene al nostro organismo. Vediamo, allora, quali sono i benefici terapeutici di questa pianta dai frutti rossi.

Potente antinfiammatorio

Il sommacco, grazie ai suoi principi attivi, è da sempre considerato un potente antinfiammatorio. La polvere di sommacco veniva un tempo consigliata e impiegata contro ogni tipo di dolore, grazie alle sue proprietà. Anche la canfora è considerata un ottimo antinfiammatorio presente in natura.

Antibatterico naturale

Il sommacco ha anche notevoli capacità antibatteriche, un po’ come l’olio di tanaceto blu, di cui puoi trovare spiegate qui tutte le proprietà benefiche. La pianta di sommacco, infatti, era tradizionalmente utilizzata per abbassare la febbre e cercare di curare i disturbi gastrointestinali.

Efficace antiossidante

L’acido gallico, uno degli acidi organici presenti all’interno del frutto di sommacco, gli conferisce proprietà antiossidanti, grazie alle quali può combattere i danni dell’invecchiamento cellulare causati dai radicali liberi e aiutare a prevenire diverse malattie, tra cui anche i tumori.

Tra le piante con proprietà antiossidanti più gettonate c’è anche la stregonia, una particolare qualità di tè che non contiene teina e vanta numerosi benefici. Scoprili qui.

Usi e controindicazioni

La polvere di sommacco può essere utilizzata anche in cucina: ha un sapore agrumato e piccante, quindi si può adoperare per condire i piatti di pesce, l’hummus o le insalate di riso. E’ anche una valida alternativa al sale e può assicurare anche una regolare pressione sanguigna.

Il sommacco non è un rimedio erboristico di cui bisogna eccedere nel consumo, perché alte dosi ingerite di questa pianta possono portare anche a disturbi renali e gastrointestinali, quindi bisogna fare molta attenzione e chiedere sempre il parere del medico prima di iniziare a consumarlo.

Giorgia Greco
Frequento la facoltà di Economia Aziendale all'università degli studi del Sannio di Benevento, la mia grande passione è scrivere e sono da sempre interessata a tutto ciò che riguarda il benessere, la bellezza e la cosmetica.