Taccole

685
taccole piselli

Le taccole sono una particolare varietà di piselli dette anche “mangiatutto” tipiche delle Marche (in particolare si trova nelle zone pianeggianti della provincia di Ascoli Piceno). Delle taccole si consuma tutto il baccello (e non solo i semi come siamo abituati con i piselli tradizionali).

Quali sono le principali caratteristiche delle taccole? Quali sono le caratteristiche nutrizionali? Come si mangiano? Come scegliere i piselli giusti e come conservarli? Scopriamolo insieme proponendovi anche qualche ricetta interessante per utilizzarli.

Caratteristiche e nutrienti della taccola

Le taccole si presentano di colore verde chiaro con baccelli dalla forma appiattita e larga, lunghi circa 15 cm e si presentano in 2 varietà molto diffuse che possono essere raccolte tra aprile e giugno:

  • caruby: morbide e dal sapore delicato
  • gigante svizzero: più duro e dal gusto più intenso

Le taccole mangiatutto sono molto importanti grazie al contenuto di sostanze nutritive benefiche per corpo e organismo:

  • vitamine
  • fibre (stimolano il transito intestinale nel colon)
  • caroteni
  • ferro
  • proteine biologiche
  • carboidrati

Esse vengono considerate, al pari dei fagiolini, un incrocio tra un ortaggio e une leguminosa e vengono impiegati nelle diete per il diabete mellito di tipo 2 e nei soggetti obesi.

Come scegliere le taccole?

Le taccole per essere commestibili e raccolti devono avere baccelli integri, privi di “traumi” e muffe, di colore verde brillante e con una consistenza morbida ma compatta. Devono scricchiolarsi quando si rompono e non devono avere molto filo.

Usi in cucina delle taccole

Le taccole possono essere cucinate in diversi modi e alcune ricette anche molto veloci e sfiziose. Possiamo mangiarle:

  • lesse con burro
  • in umido con salsa di pomodoro
  • saltate in padella con formaggio, burro e panna

Consigli su come preparare le taccole

Prima di cuocere le taccole e quindi utilizzarle in diverse pietanze, primi, secondi, contorni, è necessario seguire dei consigli pratici di igiene e di buona pre-cottura:

  • lavare i baccelli
  • eliminare le due estremità della taccola e il filo
  • far cuocere in acqua bollente per massimo 10 minuti

Come conservare le taccole?

Le taccole vanno conservate in frigorifero (se crude) chiuse nel sacchetto per alimenti e depositate nello scomparto della verdura per massimo 3 giorni. Se volete conservarle cotte, le taccole vanno messe sempre in frigo coperte per massimo 48 ore.

Volete conservarle per più tempo? Basta sbollentarle per circa 2-3 minuti dopo averle pulite e lasciate in freezer anche per un anno.