Unghia nera: come intervenire per curarla

2125
unghia nera

L’unghia nera, più correttamente chiamata ematoma subungueale, è una lesione provocata da una raccolta emorragica tra unghia e letto ungueale. L’unghia nera viene causata da piccoli traumi che possono essere la chiusura della mano in uno sportello o in un cassetto o della caduta di un oggetto sul piede. Il colore va dal rosso scuro al nero. Ecco perchè viene chiamata “unghia nera”. Ma cosa fare quando accade questo?

Come curare l’unghia nera

Spesso l’unghia nera può essere accompagnata da dolori più o meno intensi localizzati sulla parte interessata o intorno ad essa. In caso di unghia nera e quindi di coagulo emorragico è necessario intervenire forando l’unghia. Potete farlo da soli se siete pratici o meglio rivolgersi ad un esperto (podologo). Subito dopo usare una pomata antibatterica e ghiaccio a volontà.

Se l’unghia nera non causa dolore, non è necessario estrarre il sangue; sarà sufficiente ungerla con una pomata antimicotica (allo scopo di evitare fastidiose infezioni fungine) e bendarla. L’unghia nera va tenuta sotto controllo perché, con ogni probabilità, cadrà entro qualche tempo.

L’unghia, una volta caduta, ci vorrà del tempo prima che ricresca. E’ importante disinfettare bene la zona senza unghia. Aiutarsi con i rimedi naturali come Tea tree oil, limone, aglio e sale. Fare impacchi con questi ingredienti e coprire con una garza sterile.

Trattamenti domestici per l’unghia nera

  • Per gli ematomi minori, si raccomanda di mantenere la parte lesa in posizione rialzata (tenendo il braccio o la gamba sopra il livello del cuore), applicare impacchi di ghiaccio e assumere antidolorifici. Per gli impacchi, si consiglia di avvolgere il ghiaccio in un asciugamano, evitando così di applicarlo a contatto diretto con la pelle. E’ possibile utilizzare anche un sacchetto di verdure surgelate (per esempio, piselli), sempre precedentemente avvolto in un asciugamano.
  • Se l’ematoma coinvolge più del 50% della superficie dell’unghia, l’assistenza medica è necessaria.
  • Nel caso in cui l’unghia sia stata rimossa dalla lesione occorsa e il letto ungueale non sia stato interessato da tagli, si raccomanda il seguente trattamento domestico finché il letto ungueale non inizierà a divenire meno sensibile (di solito dopo 7-10 giorni):
    • mettere a bagno la parte lesa in acqua e sapone antibatterico per 10-15 minuti due volte al giorno.
    • dopo la suddetta procedura, applicare una pomata antibiotica topica (come Neosporin) e un bendaggio sterile asciutto.

Da cosa dipende l’unghia nera

Spesso l’unghia nera è molto frequente tra gli sportivi e i lavoratori che nelle loro attività quotidiane potrebbero incappare in incidenti di percorso. Ma non sempre l’unghia nera è determinata da un trauma relativo ad attività sportive o lavorative.

In alcuni casi lo sviluppo dell’unghia nera è legato all’assunzione di determinati farmaci, legato ad alcune patologie renali, infezioni batteriche o addirittura potrebbe essere una diretta conseguenza della micosi alle unghie.

In casi estremi l’unghia nera può nascondere patologie ben più serie: come il melanoma. In questo caso mai allarmarsi, ma rivolgersi ad uno specialista se osservando le vostre unghie noterete che il colore brunastro interessa più di un’unghia.