Vitamina B12: proprietà, alimenti e valori

124
vitamina b12

Si sente spesso parlare di Vitamina B12 soprattutto in alcuni tipi di diete (vegetariana e dieta vegana) dove vengono esclusi alimenti di origine animale. La vitamina B12 è conosciuta anche con il nome di Cobalamina, perché al suo interno è presente un atomo di cobalto. La vitamina fa parte del gruppo delle vitamine idrosolubili che si disciolgono in acqua. Ma a cosa serve la vitamina B12? In quali alimenti la troviamo? Qual è la quantità adatta al nostro organismo?

A cosa serve la vitamina B12

Per capire a cosa serve la vitamina B12 dobbiamo prima capire quali quantità servono al nostro organismo. Il nostro organismo purtroppo non è in grado di sintetizzare questa sostanza quindi bisogna assumerla tramite alimenti.

La quantità essenziale per l’organismo è tra i 2 e i 3 mcg al giorno. Se si va al di sotto di questo valore a lungo termine potrebbero insorgere danni.

La vitamina B12 ha delle importanti funzioni. E’ fondamentale per la formazione dei globuli rossi, lavora in sinergia con l’acido folico nella sintesi del Dna e Rna ed di aiuto anche alla formazione dei globuli bianchi responsabili della difesa del nostro organismo da infezioni.

Contribuisce anche alla salute del sistema nervoso creando la guaina mielinica che riveste i nervi. Evita inoltre depositi eccessivi di colesterolo nel sangue.

Dove si trova

La vitamina B12 è presente in vari alimenti tra cui carne, pesce, uova, latte e latticini. Per questo motivo possiamo anche capire perché i vegetariani usano integratori di Vitamina B12: non mangiando cibi di origine animale devono assumere questa vitamina in altro modo.

Per i fautori della classica dieta mediterranea questo no è un problema, ma per i vegetariani e vegani si, infatti l’unica fonte di questa vitamina sarebbe la frutta e la verdura (la vitamina viene sintetizzata dai batteri della terra).

Ma dal momento che noi siamo abituati a lavarla bene, anche frutta e verdura non danno apporto di vitamina B12 nelle diete vegetali.

Vitamina B12: bassa e alta

Dalle analisi del sangue possiamo capire la presenza di vitamina B12 nel nostro organismo. Nella maggior parte dei casi è bassa, per due motivi principali: scarso apporto con la dieta o difficoltà di assorbimento. Nel primo caso si risolve con un integratore, nel secondo invece dobbiamo capirne la causa.

Come si fa? Frequentemente il problema deriva dalla mancanza di fattore intrinseco, una glicoproteina prodotta dallo stomaco fondamentale per l’assorbimento della B12. Esistono poi patologie o farmaci che inibiscono l’assorbimento di questa vitamina e anche l’andare avanti con l’età è un possibile fattore di rischio per carenze vitaminiche tra quella della B12.

In ogni caso potrebero esserci danni al livello del sistema nervoso e un aumento di omocisteina nel sangue. Un’altra coseguenza potrebbe essere lanemia. Consultare sempre un medico qualora la vitamina B12 fosse in carenza o se avvertite questi sintomi: nervosismo, stanchezza, perdita di memoria o calo dell’attenzione.

Livelli alti di vitamina B12 possono essere causa di acne o portare problemi ai reni. Consultare sempre un medico specialista e se non avete mai controllato la vitamina B12 nelle analisi del sangue, fatelo subito!