I 15 lassativi naturali più efficaci

La stitichezza o stipsi è uno dei fastidi più comuni e diffusi nella popolazione. Si stima infatti che ne soffra quasi 1 italiano su 3. Spesso causa di stress e cattive abitudini, la stipsi è da considerarsi un campanello d’allarme, un indicatore che qualcosa non va nel nostro organismo.

Ma non fatevi subito prendere da paranoie e ansia. Anche se non si evacua tutti i giorni non è detto che ci sia dietro necessariamente una patologia grava, molto spesso infatti è solo una cosa temporanea!

I medici sostengono, infatti, che esiste una scala di “evacuazione nella norma” che va da un minimo di 1 volta ogni 3 giorni fino ad arrivare a 3 volte in un giorno solo.

Spesso il primo caso, anche se più sporadico, denota un livello di motilità intestinale migliore del secondo. Chi va troppe volte al bagno in un solo giorno, infatti, potrebbe anche soffrire di qualche intolleranza alimentare.

Esistono anche casi in cui si evacua una volta a settimana e secondo gli esperti potrebbe essere anche sufficiente a svuotare l’intestino.

Tutto dipende dai soggetti. La regolarità intestinale varia da caso a caso in base a stili di vita, regime alimentare, aspetti psico-somatici e fattori genetici.

La stitichezza provoca anche spiacevoli conseguenze in coloro che ne soffrono, tra le più comuni:


  • malessere generale
  • dolori addominali
  • irritabilità
  • gonfiore addominale
  • pesantezza

L’irregolarità intestinale può risultare davvero fastidiosa e compromettere la serenità dei soggetti che ne soffrono. Nei casi più intensi, anche svolgere le normali attività di ogni giorno può diventare un disagio.

Per fortuna, una corretta alimentazione e l’ausilio di alcuni ingredienti di origine naturale possono essere un valido aiuto per liberarsi del problema e dare una scossa all’intestino pigro. Grazie al loro potere lassativo, è infatti possibile alleviare la costipazione e promuovere i corretti movimenti intestinali. Vediamo quali sono e in che modo hanno effetto sul nostro organismo.

Come funzionano i lassativi?

I lassativi sono delle sostanze che rendono più morbide le feci per facilitare il loro passaggio attraverso l’intestino e, quindi, la loro eliminazione. Accelerano inoltre il transito intestinale, consentendo alle sostanze di scarto di fuoriuscire in tempi minori.

Questi prodotti sono comunemente utilizzati nel trattamento della costipazione: una condizione che rende difficili e, talvolta, dolorosi i movimenti intestinali. Esistono diversi tipi di lassativi e alcuni devono essere assunti su preciso consiglio del medico perché possono modificare l’equilibrio acido-basico del nostro organismo, con possibile verificarsi di problemi a cuore e reni.

Per questo motivo, per i casi di costipazione non patologici, è utile affidarsi ai lassativi naturali che sono in grado di aiutarci senza il rischio di incorrere in effetti collaterali dannosi. Ecco quali sono i migliori.

Migliori lassativi naturali

Rimedi naturali per la stitichezza? Salvo casi eccezionali la regola è NO FARMACI. Ricorrere ad essi non è una scelta felice (anche se è un errore comune a tanti). Meglio preferire i lassativi naturali, ovvero tutti quei cibi con efficacia regolarizzante anche se con effetti visibili a lungo termine. Vediamo insieme quali sono gli 8 lassativi naturali (cibi) più efficaci al nostro organismo per un ritrovato slancio vitale e funzionale.

Rivolgersi ad uno specialista solo in casi in cui anche con i lassativi naturali, il problema persiste.

Acqua

L’acqua è il più efficace lassativo naturale al mondo. Il consiglio è di bere almeno due litri di acqua al giorno, preferibilmente al mattino appena svegli e durante tutto l’arco della mattinata. Questa buona abitudine porterà i seguenti benefici:

  • ripulisce stomaco e intestino
  • stimola i movimenti peristaltici intestinale
  • ammorbidisce le feci
  • idrata l’organismo
  • facilita l’evacuazione

L’acqua oltre ad ammorbidire le feci e ripulire l’intestino è fondamentale per la salute e il benessere in genere.

Frutta

La frutta è un altro importante lassativo per il nostro organismo grazie anche all’alta percentuale di acqua contenuta in essa. Tutta la frutta ha questo potere lassativo, ma in particolare il kiwi grazie alla sua morbida polpa di semini.

Prendete l’abitudine di consumare a stomaco vuoto, ogni mattina, due kiwi maturi. Il risultato? Un intestino sbloccato che riprenderà le normali funzionalità quotidiane. In alternativa anche una pera al giorno potrebbe dare gli stessi effetti.

Olio di oliva

Secondo alcune ricerche mediche, consumare olio di oliva con regolarità può avere ottimi effetti lassativi contro la costipazione. L’olio di oliva agisce come un lubrificante naturale che facilita la fuoriuscita delle feci stimolando, inoltre, l’intestino ad accelerarne il transito. Aiuta, quindi, anche a liberarsi della sensazione di fastidio o dolore che, in certi casi, si sente durante la defecazione.

Semi di chia

Una delle sostanze nutritive più efficaci come lassativo sono le fibre. Esse si muovono attraverso l’intestino, aggiungendo volume alle feci, così da incoraggiare la regolarità intestinale. I semi di chia sono particolarmente ricchi di fibre.

In 28 grammi di semi di chia, infatti, sono presenti circa 11 grammi di fibre. Le fibre solubili presenti in questo ingrediente assorbono l’acqua, formando una sorta di sostanza gelatinosa che consente di ammorbidire le feci e trattare la costipazione.

Semi di lino

Grazie agli omega-3 e alle proteine contenuti al loro interno, i semi di lino consentono di mantenere in salute il tratto intestinale e tutto il nostro organismo. Essi possiedono un buon mix di fibre solubili e insolubili, indispensabili per garantire il giusto funzionamento dell’apparato digerente. Un cucchiaio di semi di lino fornisce circa 2 grammi di fibre insolubili e 1 grammo di fibre solubili.

Caramelle e gomme senza zucchero

Avete mai sentito parlare di scorpacciate di caramelle o gomme che hanno portato alla diarrea? Ebbene si masticare gomme e mangiare tante caramelle può aiutare la stipsi, ma senza esagerare perchè un abuso potrebbe portare ad altre conseguenze spiacevoli come problema ai reni.

Le caramelle e le gomme possiedono il sorbitolo, il dolcificante di cui sono composte che, trattenendo l’acqua nell’intestino, facilita la formazione di feci semisolide. E’ un rimedio non proprio salutare che si consiglia di seguire solo in casi limite ed eccezionali.

Prugne secche

Le prugne sono probabilmente il lassativo naturale più conosciuto. Contengono molte fibre e un particolare tipo di zucchero chiamato sorbitolo. Esso non viene totalmente assorbito dall’organismo e riesce a funzionare come un agente osmotico, attraendo l’acqua all’interno dell’intestino, così da rendere più agevoli i movimenti delle feci.

La prugna secca (hai mai sentito parlare dell’ Umeboshi?) è buona, gustosa e lassativa. Mangiarne almeno due al giorno può aiutare a riprendere la funzionalità intestinale ed evacuare con più facilità. Si consiglia di assumerla al mattino a colazione insieme a cereali integrali e frutta. Risultato? Beh.. Provate!

Frutti di bosco

I frutti di bosco hanno un’elevata quantità di fibre, rendendoli un’ottima alternativa naturale ai tradizionali lassativi. In particolare, essi contengono sia fibre solubili che fibre insolubili. Le prime assorbono l’acqua presente durante il processo di digestione e si trasformano in un gel che rende meno dure le feci.

Le fibre insolubili, invece, si muovono intatte nel nostro corpo e aumentano il volume delle materie di scarto per facilitarne la fuoriuscita. Aggiungere i frutti di bosco alla propria dieta è uno dei modi migliori per aumentare l’apporto di fibre e godere delle loro proprietà lassative.

Cereali integrali

Possiamo assumerli sotto forma di fiocchi da gustare con latte e yogurt oppure come pasta, riso e pane. I cereali integrali sono ricchissimi di fibre importanti per ripulire l’intestino e ripristinare la motilità intestinale. Ovviamente non assumere in caso di allergie a frumento e cereali.


Frutta secca

Per facilitare l’evacuazione si consiglia di assumere durante il giorno almeno 3 mandorle o frutta secca in genere. Hanno uno straordinario potere antiossidante, lassativo e aiutano a contrastare anche i segni del tempo mantenendo la pelle più sana e giovane.

Legumi

I legumi sono ottimi lassativi naturali. Lenticchie, ceci sono ricchi di fibre e aiutano il nostro organismo ad evacuare in modo semplice e naturale. Da consumare limitatamente in caso di colon irritabile perchè potrebbero peggiorare la situazione. Consultare il proprio medico.

I legumi sono un alimento molto buono e salutare. I più comuni e utilizzati nelle nostre cucine sono i ceci, i fagioli, i piselli e le lenticchie. Mangiare legumi aumenta la produzione di acido butirrico, un acido grasso a catena corta che funziona come un lassativo naturale. Diversi studi scientifici hanno rilevato che questa sostanza stimola le funzioni dell’intestino e aiuta a trattare la costipazione.

Liquirizia

Bastoncini di liquirizia o caramelle sono un altro ottimo rimedio contro la stipsi. Se abbiamo voglia di una caramella, scegliamola al gusto di liquirizia. Soffrite di stipsi e pressione bassa (vedi rimedi naturali per abbassare la pressione)? La liquirizia è il rimedio per entrambe. La pressione su e l’intestino libero di muoversi.

Caffè

In alcune persone, il caffè aumenta l’urgenza di usare il bagno. Questo ingrediente stimola i muscoli dell’intestino, producendo un naturale effetto lassativo. Ciò è dovuto principalmente all’effetto che il caffè ha sulla gastrina: un ormone che viene prodotto dopo aver mangiato. La gastrina è responsabile delle secrezioni dei succhi gastrici che aiutano a scomporre i cibi ingeriti in funzione del processo di digestione.

Questi sono alcuni dei migliori lassativi naturali. Per aumentarne l’efficacia ricordate di mantenere il corpo idratato, bevendo circa due litri di acqua al giorno, e di seguire una dieta ben bilanciata. È importante poi svolgere una regolare attività fisica. Con questi piccoli accorgimenti sarà facile prevenire la costipazione frequente e mantenere in buona salute l’apparato digerente.