Carnitina: benefici, usi e controindicazioni

540
carnitina

Bruciare i grassi è il vostro pensiero fisso? Esistono tanti prodotti in commercio per perdere massa grassa e di conseguenza anche peso: integratori, compresse, creme. La scelta è complicata e soprattutto deve essere fatta in base al proprio corpo e alla propria condizione fisica e salutare. Nel mondo degli sportivi l’ultima trovata “brucia grassi” è la carnitina. Cos’è la carnitina? Quali sono i suoi effetti benefici sull’organismo? Quali gli effetti collaterali? Scopriamo insieme in cosa consiste l’ultima sostanza utile alla perdita di massa grassa.

Cos’è la carnitina?

La carnitina è un acido carbossilico, scoperto per la prima volta nella carne bovina. Attualmente ha molto successo nel mondo della sport e viene utilizzato dagli sportivi nel processo di dimagrimento bruciando la “massa grassa”. La carnitina appartiene alla famiglia delle metilammine ed ha una struttura molto simile ad un amminoacido.

La carnitina è presente in numerosi alimenti: carne rossa, latticini, semi di soia, avocado. Qual è il fabbisogno di carnitina giornaliero? E’ di circa 80 mg per chilogrammo di peso corporeo. La carnitina è presente soprattutto in una dieta “normale” che può essere la tradizionale dieta mediterranea.

In questo tipo di dieta, in cui si assumono tutti i nutrienti, si assume un apporto di carnitina dai 100 ai 300 mg. E i vegetariani? Anche loro possono non rinunciare alla carnitina, l’importante è che consumino alimenti che ne sono ricchi: asparagi, albicocche, banane, noci, broccoli, barbabietole, aglio, carciofi, cavoli ecc.

La funzione della carnitina è quella di facilitare il consumo degli acidi grassi, grazie alla sintetizzazione dal parte del nostro corpo a livello di reni e fegato.

Benefici della carnitina

La carnitina ha numerosi benefici nel nostro organismo in base all’apparato coinvolto.

  • Effetto dimagrante: aiuta a bruciare i grassi ed è un perfetto acceleratore metabolico
  • Apparato cardiovascolare: la carnitina abbassa i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, innalza i livelli di colesterolo HDL in modo da ridurre il rischio di depositi nei vasi sanguigni. La carnitina previene le malattie cardiache o favorisce il recupero da esse( angina pectoris, infarto)
  • Sistema nervoso: i benefici della carnitina sono fondamentali per il sistema nervoso, lo protegge da patologie regresse come l’Alzheimer, grazie all’interazione con l’acetilcolina (neurotrasmettitore). Dona energia al sistema nervoso facilitando il recupero da sintomi depressivi
  • Stimola la produzione di testosterone
  • Agisce sui muscoli, riducendo la formazione di acido lattico e mantenendo glicogeno in essi.

Deficit di carnitina

E’ possibile che il nostro organismo vada in carenza o addirittura in deficit di carnitina. Questa carenza può accadere in caso di malnutrizione o di alcune patologie a livello muscolare.

Quando ci troviamo di fronte a carenze o deficit (primario o secondario) di carnitina, a seconda se vengono coinvolti solo i muscoli o anche encefalopatie o miopatie anche a carico del fegato, è consigliabile assumere degli integratori che possano ricoprire il fabbisogno giornaliero di carnitina (80 mg) e ripristinarne i valori normali nel sangue.

Effetti collaterali della carnitina

La carnitina non è esente da possibili ed eventuali spiacevoli effetti collaterali. La carnitina è importante per i benefici all’organismo, ma come tutte le sostanze vi sono casi in cui non è consigliabile l’assunzione.  Prima di assumere carnitina chiedere il parere del medico di fiducia o di un esperto del settore.

Gli effetti collaterali della carnitina possono manifestarsi in soggetti che hanno fatto un uso sbagliato o eccessivo di carnitina. Superare le dosi consigliate di carnitina può causare effetti indesiderati come:

  • gastriti
  • crampi
  • nausea
  • vomito e diarrea
  • problemi ematici legati ad un aumento delle piastrine
  • convulsioni (in casi gravi)

L’assunzione di carnitina è sconsigliata in soggetti che soffrono di epilessia e di tiroide. E in gravidanza? Anche se non è sconsigliato l’uso in gravidanza, è sempre meglio chiedere il parere del medico. La carnitina non è tossica ma è comunque inserita nella Classe B degli usi in gravidanza ( ovvero prodotti in cui non ci sono studi approfonditi sull’uomo).

Dove comprare e come usare la carnitina

La carnitina è reperibile in tutte le farmacie e sui siti internet specializzati e accreditati. Gli integratori per la salute che troviamo possono essere a base di L- carnitina base o L-carnitina forte, in base al dosaggio di principio attivo che contengono.

La carnitina è presente anche in integratori associati alla Vitamina B12 in caso di malnutrizione, terapie cortisoniche e convalescenza. Chiedere sempre consiglio ad un medico perchè la carnitina è usata sia dagli sportivi (soprattutto ciclisti, chi fa fitness e bodybuilding) come integratore “semplice”, ma in altri casi, in base alle patologie, è considerato e si presenta come un farmaco vero e proprio.

ciclisti

Usi in cosmetica

La carnitina è usata anche in cosmetica, in alcuni trattamenti di estetica  benessere. A cosa serve la carnitina in estetica? La carnitina è usata nel trattamento della mesoterapia lipolitica. Si somministra un farmaco contenete la carnitina direttamente nella zona dove sono presenti le adiposità per scioglierle.

Un altro uso della carnitina è nel campo delle creme anticellulite (non solo fango di alga guam). In queste creme l’azione combinata di carnitina, caffeina e altre sostanze permette di ridurre la formazione di inestetismi, cellulite, smagliature. Brucia le adiposità e dona alla pelle tonicità ed elasticità.

Carnitina, la sostanza che brucia i grassi e favorisce il riequilibrio dell’organismo grazie ad un’azione combinata e salutare. L’esperto prima dell’utilizzo.