Come curare il ficus bonsai per averlo sempre bello?

1232
ficus-bonsai-ikea

Una delle piante più belle… in miniatura! Il bonsai di ficus (detto anche bonsai ficus ginseng) è una delle più comuni piante da appartamento.

Grazie alla sua particolare resistenza, è uno dei bonsai preferiti da chi non ha molta esperienza nel mondo delle piante.

Ed è proprio la resistenza, oltre alla sua bellezza, una delle caratteristiche principali di questa pianta.

“Perché allora il mio ficus bonsai perde tutte le foglie?” si chiedono in molti. Le risposte possono essere tante.

Sono molti infatti i fattori che incidono sulla salute del nostro ficus bonsai. Vediamo insieme come fare per averlo sempre verde e aumentare la sua longevità!

Attenzione: in caso di dubbi o incertezze, rivolgetevi sempre al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Trovate il posto giusto

Individuare il posto adatto per il vostro bonsai di ficus è fondamentale! Se trovate il posto giusto, infatti, questa pianta può vivere in salute per molti anni senza mai darvi problemi.

Il ficus bonsai è una pianta da interni, quindi dovete tenerlo in casa.

Potete tenerlo all’esterno solo quando la temperatura è superiore ai 15°C.

Tuttavia, è sconsigliato cambiare posizione al ficus bonsai perché deve essere esposto a una temperatura costante e senza eccessive variazioni.

Inoltre, questa pianta odia le zone d’ombra. Mettetelo sempre vicino alla finestra: l’ideale è tenerle a un metro dal punto luce oppure sul davanzale di una finestra opacizzata.

Evitate inoltre di tenere la finestra aperta: il bonsai non ama il vento o le correnti d’aria.

Innaffiate nella giusta misura

Il tasto dolente per la salute di molti bonsai è proprio l’innaffiatura.

Se si sbaglia, innaffiando troppo o troppo poco, le radici possono marcire e una delle conseguenze più evidenti è la perdita delle foglie.

Tenete conto che il terreno non deve essere mai totalmente secco. Un buon metodo è proprio quello di tastare il terreno e sentire quando la pianta ha bisogno di acqua.

Il procedimento migliore è innaffiare per immersione. Immergete la pianta, posta in un vado con fori di drenaggio, in una bacinella d’acqua riempita fino al livello del vaso stesso.

Tenete la pianta in immersione per non più di 15 minuti.

In questo modo, infatti, la pianta assorbirà solo l’acqua di cui ha bisogno.

Attenzione: ricordate di non mettere troppa acqua nella bacinella, ma solo di arrivare poco più in alto del livello dei fori di scolo del vaso.

Controllate l’umidità

Per questioni legate alle sue origini, il ficus bonsai ama gli ambienti umidi.

Per questo, non dovete tenerlo in luoghi dove il tasso di umidità è troppo basso o in stanze dove gli impianti di riscaldamento seccano troppo l’aria.

Dovete tenere il vostro bonsai in un luogo umido: ecco perché l’ideale è spesso il bagno che, rispetto alle altre stanze, ha sempre un tasso di umidità più alto.

Se non riuscite a trovare nessun luogo particolarmente umido, potete risolvere nebulizzando un po’ d’acqua sulle foglie del vostro bonsai ogni 2/3 giorni.

Scegliete il giusto vaso

Il bonsai ficus ginseng non necessita di vasi particolarmente grandi.

Solitamente li trovate già in vendita in vasi di piccole dimensioni, dove potete tenerli senza rinvasarli.

Il rinvaso va fatto ogni 2/3 anni, preferibilmente nei mesi primaverili.

Ricordate di scegliere sempre vasi con fori di scolo per evitare il ristagno d’acqua e per poter innaffiare tramite il metodo dell’immersione.

Concimate se volete più foglie

Nel corso degli anni, il bonsai ficus ginseng tende naturalmente a crescere.

Se, però, volete aumentare più velocemente la grandezza del vostro bonsai e la quantità di foglie, potete utilizzare del concime.

Dal fioraio troverete appositi concimi per bonsai. I migliori sono quelli ad alto contenuto di potassio e azoto.

Il periodo migliore per effettuare la concimazione è la primavera.

Attenti ai ragnetti rossi

Pur essendo una pianta resistente, il bonsai di ficus può essere attaccato da malattie o parassiti. Tra i più comuni, ci sono i ragnetti rossi.

In caso di infestazione, evitate di usare prodotti troppo aggressivi che potrebbero danneggiare il vostro bonsai per sempre.

La soluzione migliore è quella di ricorrere a un composto di acqua e aceto bianco da spruzzare sulla pianta con l’aiuto di un comodo vaporizzatore.

Il trucchetto delle foglie

Uno dei segreti per tenere sempre in salute il vostro bonsai di ficus è quello di controllare periodicamente lo stato delle sue foglie.

Il bonsai di ficus ha foglie tutto l’anno, anche se tende a svilupparne di più nei mesi estivi.

Le foglie, inoltre, devono essere di colore verde scuro.

Se notate che il colore sta sbiadendo o che, addirittura, le foglie si presentano di colore giallo, significa che la pianta è in sofferenza.

In questo caso, la prima cosa da fare è controllare che la temperatura non sia troppo bassa o troppo alta.

Poi, controllate anche le radici non siano in marcescenza.

Altri consigli

Le piante sono la vostra passione? Per saperne di più e diventare dei veri e propri maestri del giardinaggio, seguite i nostri consigli!

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".