Qual è il posto migliore per le tue piante?

551
dove-mettere-le-piante

La luogo, si sa, è un elemento fondamentale per le piante e determinante per la loro crescita e la loro fioritura.

E’ proprio in base al luogo, infatti, che variano fattori come luce e temperatura: elementi possono fare la differenza tra la vita e la morte delle piante stesse.

Individuare il posto giusto dove collocarle è quindi importante e prioritario.

Il problema è che ogni pianta, a seconda delle proprie caratteristiche, ha le proprie esigenze specifiche che devono essere conosciute per curarla e valorizzarla al meglio.

Vediamo insieme quali sono i posti migliori per le piante più comuni che potete avere a casa o sui vostri balconi: un segreto che vi aiuterà ad avere piante così verdi da far invidia al vicino!

N.B: se avete dubbi o perplessità, prima di mettere in pratica i rimedi proposti, chiedete consiglio al vostro fioraio o giardiniere di fiducia!

Ortensie

Tra le piante ornamentali più amate c’è sicuramente l’ortensia che, con i suoi fiori colorati, illumina giardini e balconi delle case più eleganti.

Il luogo migliore dove tenere questa pianta dipende dalla stagione.

In estate, infatti, il luogo ideale è il balcone, ma in un punto dove non c’è la luce diretta.

La luce diretta, infatti, può portare la pianta in sofferenza fino a provocare il piegamento del busto.

In inverno, invece, il luogo ideale è in casa, vicino a una finestra esposta a est. Dovete, però, fare attenzione a tenerle assolutamente lontana da fonti di calore dirette.

Gerani

Colorati e molto amati per la loro abbondante fioritura: parliamo dei gerani!

I gerani sono una pianta che ama la luce: di conseguenza il luogo ideale dove tenerla è proprio il balcone, in vasi esposti a sud o sud-est.

Importante, però, è che il luogo prescelto non sia ventilato: il vento può infatti danneggiare questa delicata pianta ed impedirne la fioritura.

In inverno, non cambiatele di posto, ma, quando c’è troppo freddo e vento, copritela con un telo in nylon.

Orchidee

Tra i fiori più amati dai collezionisti di piante, proprio per le sue infinite varietà, l’orchidea possiede un fascino davvero unico.

Se avete ricevuto in dono una di queste piante o non avete resistito alla sua bellezza dal fioraio e l’avete portata a casa, dovete averne molta cura e trovarle il luogo adatto.

Il posto migliore è tenerla in appartamento, vicino a una finestra rivolta a sud o sud-est. L’ideale è una luce non diretta o filtrata (come la luce che viene da una finestra opacizzata).

Rose

Si tratta della pianta che dà la regina dei fiori. Parliamo delle rose, che con i loro meravigliosi fiori hanno ispirato poeti, artisti e abbellito i mazzi di fiori più belli.

Contrariamente a quanto si possa pensare, la rosa non è una pianta delicata, ma è ben resistente, soprattutto nelle varietà attualmente più diffuse in Italia.

Il luogo ideale è in un luogo soleggiato, ma non troppo, preferibilmente su un balcone o un davanzale della finestra rivolto a sud-est o sud-ovest.

L’esposizione alla luce diretta deve essere di circa 5/6 ore al giorno.

Inoltre, è importante che il luogo sia ben arieggiato.

N.B: per le varietà di origine inglese è invece meglio non esporle eccessivamente al sole.

Lo stesso vale per le rose gialle e per la varietà David Austin che trovano la loro posizione ideale se esposte a mezz’ombra.

Ciclamini

Una pianta che, in fioritura, si copre di bellissimi petali rosati: è il ciclamino, comodissimo e semplice da coltivare sia in terra che in vaso.

Il ciclamino può essere tranquillamente tenuto dentro casa, ma in luoghi freschi, dove la temperatura non supera i 15°.

Inoltre, non deve mai essere messo in posti dove c’è una luce diretta, quindi su davanzali delle finestre, e deve essere tenuto lontano dalle fonti di calore, come camini o termosifoni.

Se, invece, decidete di coltivare il ciclamino in giardino, è importante che lo posizionate in zone ombreggiate, magari accanto a un arbusto più grande che faccia ombra.

Piante grasse

Di grande varietà e bellezza, le piante grasse sono normalmente scelte per la loro resistenza e per la necessità di poche cure.

In casa, le piante grasse vanno tenute in luoghi dove normalmente c’è luce, come sui davanzali delle finestre.

Anche sul balcone, le piante grasse vanno messe in luoghi dove c’è la luce diretta del sole, mentre vanno assolutamente evitate zone in ombra o a mezz’ombra.

Pianta di peperoncino

Sempre più diffusa, soprattutto nelle case di chi… ama la cucina! La pianta di peperoncino è bella e offre buonissimi peperoncini da gustare.

Il luogo ideale dove tenerla è in balcone o terrazza, a mezz’ombra, dove c’è una temperatura che non superi i 25°.

Va invece portata in casa durante i mesi invernali e va tenuta in luoghi luminosi, dove la temperatura non scenda sotto i 15°.

Tenete la pianta in casa fino all’arrivo della primavera.

Piante di bonsai

Sono croce e delizia per gli amanti del giardinaggio: i bellissimi e caratteristici bonsai.

Basta poco perché questi delicati alberi in miniatura si indeboliscano e muoiano. Perciò è importante individuare il posto giusto dove possano ottenere il corretto apporto di luce.

In realtà, bisogna guardare alla varietà di bonsai che possedete. La maggior parte dei bonsai va collocata all’esterno, quindi in balcone o terrazza, ma non alla luce diretta del sole.

I bonsai da interno sono, invece, quelli tropicali e subtropicali come il ficus, l’olmo cinese e la carmona.

Questi bonsai vanno collocati in un posto molto luminoso, ma non alla luce diretta del sole.

L’ideale è metterli sul davanzale di una finestra rivolta a sud, oppure di una finestra con vetro opacizzato rivolta ad est.

Inoltre, essendo piante tropicali o subtropicali, crescono soprattutto in ambienti umidi.

Altri consigli

Il pollice verde non è un dono innato, ma si ottiene con un po’ di curiosità e impegno! Se volete consigli su giardinaggio e cura delle piante, ecco altri post per voi!

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".