Far fiorire l’orchidea a marzo? Ecco come fare!

1119
far-fiorire-orchidea-marzo

Una piantina che, per alcuni, è un vero e proprio tormento: l’orchidea è bellissima, ma anche molto delicata.

Prendersene cura non è sempre semplice e, a volte, basta poco per farla entrare in sofferenza e comprometterne la salute.

La varietà che normalmente abbiamo in casa e che è la più diffusa nel nostro Paese è la Phalaenopsis, detta anche orchidea farfalla o falena per il curioso aspetto dei suoi fiori.

Ma è normale che la nostra Phalenopsis, a marzo non sia fiorita?

Questa specie, infatti, fiorisce naturalmente nel periodo compreso tra dicembre e aprile, quindi a marzo dovrebbe essere in piena fioritura.

Vediamo insieme quali possono essere i rimedi per stimolare la fioritura ed avere tanti bellissimi nuovi fiori a marzo!

Attenzione: se avete dubbi su quale rimedio utilizzare o se temete che la vostra orchidea sia ammalata, rivolgetevi al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Portatela al freddo!

Di solito, la fioritura dell’orchidea è determinata da uno sbalzo termico. In autunno, infatti, l’abbassarsi delle temperature fa sì che la pianta inizi a sentire freddo.

Si tratta proprio del punto di partenza per prepararsi a mettere nuovi fiori che sbocciano tra dicembre e aprile.

A volte, però, in autunno portiamo l’orchidea in casa, al caldo. Questo compromette il suo naturale ciclo vitale, destabilizzandola.

Ma non è ancora troppo tardi! Mettete questa pianta in un luogo freddo: anche il davanzale di una stanza non riscaldata può andar bene.

Concimatela

Niente fiori? La causa può essere una carenza nutritiva.

Alcune sostanze, infatti, giocano un ruolo fondamentale nella fioritura. Tra le più importanti, c’è sicuramente il potassio.

Se questo manca, state pur certi che la vostra orchidea non darà nemmeno un fiore!

Il rimedio? Basta concimare.

In commercio esistono tanti concimi e fertilizzanti specifici, ad altre concentrazioni di azoto, potassio e calcio.

Se volete un concime naturale e fai da te, potete interrare alcuni pezzetti di buccia di banana nel terriccio della vostra orchidea.

Innaffiatela per immersione

Ci sono modi e modi di innaffiare una pianta: per l’orchidea c’è un modo giusto e uno sbagliato.

Innaffiarla nel metodo tradizionale non è consigliato, in quanto si rischia di eccedere e di bagnare le foglie danneggiando così la pianta.

L’ideale è innaffiarla per immersione. Come si fa? Semplice.

Basta immergere l’orchidea, con tutto il vaso, in un lavandino o una bacinella piena di qualche centimetro di acqua.

Lasciatela così per circa 15 minuti.

In questo modo, attraverso i fori di scolo, l’orchidea assorbirà solo la quantità d’acqua di cui ha veramente bisogno.

Mettetela alla luce

Un’orchidea senza la giusta luce non fiorirà mai!

Importante è quindi scegliere il giusto posto dove tenere la nostra Phalenopsis.

L’ideale? Un luogo dove la luce sia presente per molte ore al giorno, ma non sia diretta.

Se tenete questa pianta all’interno, il luogo perfetto è il davanzale di una finestra col vetro opacizzato.

La presenza della luce, soprattutto nel periodo della fioritura (dicembre – aprile), è fondamentale.

N.B: altre specie, diverse dalla Phalenopsis, amano invece la luce diretta.

Alzate l’umidità

Un errore molto comune è quello di mettere la nostra orchidea in un luogo dove l’aria è secca e il tasso di umidità è troppo basso.

In questi casi, la pianta tende a non fiorire, nonostante l’arrivo del periodo di fioritura.

L’orchidea, infatti, è originaria dei Paesi tropicali dove il tasso di umidità è normalmente abbastanza alto.

Perciò, collocatela in un luogo dove l’umidità sia compresa tra il 40% e il 70%. Di solito, la stanza con il tasso di umidità più alto in casa è il bagno.

Una soluzione consiste nel vaporizzare un po’ d’acqua sulla chioma della vostra orchidea ogni 4-5 giorni.

Così facendo, il tasso di umidità si manterrà alto e la vostra pianta sarà pronta per la fioritura.

Problemi con le piante addio!

Siete alle prese con il giardinaggio e volete scoprire trucchetti per avere piante sempre rigogliose e fiorite? Ecco i nostri consigli!

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".