Come avere panni morbidissimi senza ammorbidente!

553
lavare-panni-senza-ammorbidente

Ma quanto è bello avere capi profumati e morbidi che sembrano avvolgere il nostro corpo in una dolce carezza? Tantissimo!

La maggior parte delle donne, infatti, tende ad utilizzare l’ammorbidente proprio per ottenere quella piacevole sensazione di morbidezza sui capi.

Gli ammorbidenti disponibili in commercio, però, sono molto inquinanti in quanto contengono i tensioattivi cationici che inquinano le acque.

Per questo, dovremmo ridurre o evitare il loro utilizzo se davvero ci teniamo a proteggere l’ambiente.

Ma questo non significa che dovrete rinunciare a un bucato morbido!

Sapevate, infatti, che esistono delle alternative ecologiche e naturali in grado di conferire morbidezza ai vostri capi senza inquinare l’ambiente?

Vediamo, quindi, insieme come lavare i panni senza utilizzare l’ammorbidente!

N.B Vi consigliamo di attenervi però sempre alle indicazioni di lavaggio, in modo da non rovinare i vostri capi.

Bicarbonato di sodio

Anche se vi può sembrare troppo semplice, il bicarbonato di sodio può davvero sostituire l’ammorbidente.

Prendete, quindi, una bacinella contenente 2 litri di acqua e versate al suo interno 5 cucchiai di bicarbonato.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Ovviamente, potete anche diminuire o aumentare la dose in base alla grandezza e alla quantità di capi da lavare.

Mettete, poi, i capi in ammollo per un’intera notte, dopodiché risciacquateli con sapone di Marsiglia, strizzateli e stendeteli.

Il bicarbonato aiuterà non solo ad ammorbidire le fibre, ma abbasserà anche il livello di calcio presente nell’acqua rendendola, così, più dolce.

In alternativa al lavaggio a mano, il bicarbonato di sodio può essere anche direttamente aggiunto nel cestello della lavatrice.

I vostri capi saranno subito più morbidi!

Aceto

Un altro rimedio molto efficace per ammorbidire i vostri capi senza l’utilizzo dell’ammorbidente consiste nell’utilizzare l’aceto.

Questo vecchio rimedio della nonna, tuttora in auge, si rivela molto efficace grazie alla proprietà pulente e ammorbidente dell’aceto.

Aggiungete, quindi, 1 bicchiere di aceto bianco o di mele in una bacinella contenente 2 litri di acqua.

Immergete, poi, al suo interno i panni da lavare e ammorbidire e lasciateli in ammollo per qualche ora o tutta la notte.

Poi, risciacquate e procedete con il lavaggio con sapone di Marsiglia.

In alternativa, potete anche aggiungere 2 cucchiai di aceto direttamente nella vaschetta dell’ammorbidente della lavatrice.

L’aceto non solo ammorbidirà il vostro bucato, ma ravviverà anche i colori dei vostri capi!

Acido citrico

Un altro modo per ammorbidire i vostri capi senza l’utilizzo dell’ammorbidente consiste nell’utilizzare l’acido citrico, soluzione alternativa più ecologica rispetto all’aceto.

Tuttavia, l’acido citrico ha la stessa efficacia dell’aceto e agisce come un ammorbidente naturale.

Mescolate, quindi, 100 grammi di acido citrico in 1 litro di acqua distillata e versate il composto direttamente nella vaschetta dell’ammorbidente della lavatrice.

Se, poi, volete anche rendere profumata questa lozione ammorbidente, aggiungete alcune gocce di olio essenziale della fragranza che più preferite.

Attivate il lavaggio e voilà: i vostri panni saranno più morbidi che mai!

Limone

In particolare l’utilizzo del limone è efficace nella fase di prelavaggio.

Prendete, quindi, una bacinella contenente acqua e aggiungete al suo interno il succo di un limone e l’aceto.

Mettete, poi, in ammollo i capi e lasciateli per qualche ora. A questo punto, strizzateli bene e procedete con il consueto lavaggio.

Fogli di alluminio

La durezza dei capi, a volte, è dovuta alla carica di elettricità statica.

Perciò, in questi casi, potrebbe essere utile aggiungere un foglio di carta di alluminio accartocciato o due palline da tennis all’interno della lavatrice.

Entrambi gli oggetti, infatti, assorbiranno l’elettricità statica ed eviteranno, quindi, che si fissi sui vestiti.

E i vostri vestiti saranno morbidi come appena comprati!

Altri consigli per ammorbidire i capi

Oltre agli ingredienti casalinghi in grado di sostituire la funzione degli ammorbidenti disponibili in commercio, vediamo insieme altri consigli per ammorbidire naturalmente i capi.

Lavaggio separato

Dividere il bucato è sempre un’ottima soluzione!

Però, c’è da dire che non è solo importante dividere i capi bianchi da quelli colorati, ma anche i capi naturali da quelli sintetici.

Suddividendo, infatti, i capi in base ai tessuti è possibile mantenerli soffici.

No a quantità eccessive di detersivo

È possibile ottenere un bucato morbido semplicemente utilizzando meno detersivo.

I residui di detersivo, infatti, rappresentano insieme al calcare una delle cause principali di capi ruvidi e per niente morbidi.

Usare meno detersivo, quindi, vi permetterà di evitare che si impregni nel tessuto dei vostri capi, per cui risulteranno inevitabilmente più morbidi.

Temperatura giusta

Non tutti i capi possono essere lavati alla stessa temperatura.

Perciò, è sempre necessario controllare le indicazioni di lavaggio riportate sulle etichette per evitare di rovinarli.

Nel caso della lana, per esempio, sono da evitare assolutamente temperature alte perché potrebbero infeltrirla e renderla molto ruvida.

In linea generale, sarebbe meglio preferire sempre temperature medie, né troppo alte né troppo basse per garantire la giusta morbidezza.

Avvertenze

Questi sono metodi ecologici e naturali per ammorbidire i vostri capi. Vi ricordiamo, però, di attenervi sempre alle indicazioni di lavaggio, in modo da non rovinarli.

Inoltre, vi ricordiamo di non utilizzare mai i suddetti rimedi in caso di allergia ipersensibilità a una o più delle componenti.

Infine…

Se avete trovato interessante questo nostro post, ve ne suggeriamo altri sul tema della pulizia domestica:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.