Come lavare le tende per le pulizie di primavera?

620
lavare-tende-pulizie-primavera

La primavera sta quasi per arrivare e le belle giornate di sole stanno iniziando a farci compagnia sempre di più.

In questo momento dell’anno, tutte noi ci dedichiamo alle grandi pulizie di casa, soprattutto delle componenti che abbiamo tralasciato durante l’inverno a causa della pioggia e del freddo.

In particolare, oggi parleremo delle tende, un complemento d’arredo importante in casa perché la abbellisce e ne definisce lo stile.

Durante l’inverno, però, la polvere, lo sporco e i vapori della casa tendono a sporcarle e, talvolta, ad ingiallirle.

Perciò, è arrivato il momento giusto per lavarle a fondo e sfruttare il calore e il sole per stenderle e asciugarle velocemente!

Vediamo, quindi, insieme come lavarle con metodi naturali.

N.B. Visto che le tende possono essere di composizione molto diversa, vi consigliamo di seguire sempre le indicazioni fornite dal produttore.

Inoltre, onde evitare qualsiasi inconveniente, provate i rimedi indicati su una piccola zona della tenda, magari nascosta.

Un lavaggio diverso per ogni tessuto!

I tessuti delle tende non sono tutti uguali. Esistono, infatti, tende di cotone, di lino, di nylon, di seta e di organza.

Ognuno di questi materiali, ovviamente necessita di una modalità di lavaggio differente. Prima di lavarle, quindi, leggete bene l’etichetta.

Cotone

Le tende di cotone sono quelle più usate nelle case perché più resistenti e perché danno una sensazione di pulizia e freschezza alla casa.

Per il lavaggio di queste tende, tutto ciò che dovete fare è versare 2 cucchiai di sapone di Marsiglia in scaglie e 1 cucchiaio di aceto bianco in una bacinella contenente acqua.

In caso di tende molto ingombranti, potete anche riempire la vasca.

Aggiungete, poi, anche 2 o 3 cucchiai di bicarbonato e agitate il contenuto per mescolare bene gli ingredienti.

A questo punto, mettete le tende in ammollo per circa 3 ore e procedete, poi, con il risciacquo a mano o un lavaggio delicato in lavatrice.

Per le tende bianche, se ci dovessero essere delle macchie ostinate, create una pasta con bicarbonato e acqua.

Applicatela, poi, sulla macchia e massaggiate. Lasciate agire per qualche minuto prima di mettere in ammollo.

Lino

Per le tende in lino, è importante che seguiate le giuste precauzioni per evitare di danneggiarle, di stropicciarle e accorciarle.

Esistono varie tipologie di lino: lino garzato, stropicciato e la tela di lino e ognuna di queste richiede un lavaggio differente.

Il lino garzato può essere lavato in lavatrice, utilizzando un programma di lavaggio delicato a 30° e con pochi giri per la centrifugazione (massimo 400).

Se la tenda è molto sporca, fate prima due risciacqui in lavatrice senza centrifuga.

Dopodiché, passate al lavaggio vero e proprio e aggiungete un po’ di sapone di Marsiglia o un altro sapone neutro nella vaschetta del detersivo.

Lo stesso procedimento può essere utilizzato anche per lavare la tenda in lino stropicciato, con la differenza che, in questo caso, potete aumentare i giri della centrifuga (fino a 800).

Infine, la tela di lino può essere lavata anche a 40° con un programma delicato senza centrifuga. A differenza del lino stropicciato e garzato, infatti, questo tessuto tende a stropicciarsi di più.

Vi consigliamo, perciò, di utilizzare anche un po’ di amido per facilitare la stiratura.

Nylon o acetato

Queste tipologie di tende sono molto più delicate. Proprio per questo possono essere trattate con un metodo naturale altrettanto delicato: il Sapone di Marsiglia.

Questo prodotto, infatti, è un antico rimedio utilizzato dalle nostre nonne per avere un bucato fresco e pulito.

Versate, quindi, un po’ di sapone di Marsiglia in una bacinella o una vasca contenente acqua fredda. Mettete, poi, le tende in ammollo per qualche ora, dopodiché procedete con il lavaggio.

Seta, velluto o lana

Questi tessuti sono molto delicati, perciò necessitano di essere lavate con molta attenzione.

Innanzitutto, vi consigliamo di seguire sempre le indicazioni fornite dal produttore, al fine di conservarne l’integrazione e la bellezza.

Vi consigliamo, però, di non strofinare e strizzare questa tipologia di tende perché potreste danneggiarle. Stendetele, poi, sempre e solo all’ombra.

Organza

Infine, vediamo come trattare le tende in organza. In questo caso, bisogna fare la differenza tra organza naturale o organza con fibre sintetiche.

Nel primo caso, infatti, potete procedete con il lavaggio a mano fatto in acqua tiepida con un po’ di sapone di Marsiglia.

Nel caso, invece, sia di organza con fibre sintetiche, la vostra tenda può essere anche lavata in lavatrice in acqua fredda.

Lavaggio a mano

Per i tessuti più delicati, vi consigliamo di procedere sempre con il lavaggio a mano così da non danneggiare le vostre tende.

Riempite, quindi, di acqua fredda una vasca o una bacinella in base alla grandezza della tenda. Mettetela poi in ammollo per tutta la notte così da rimuovere lo sporco e la polvere in eccesso.

Il giorno seguente, svuotate la vasca e riempitela di nuovo con acqua pulita tiepida. Aggiungete, poi, gli ingredienti consigliati precedentemente per ogni tessuto.

Non strofinate molto il tessuto e risciacquate bene per eliminare tutte le tracce di detersivo.

Lavaggio in lavatrice

Come abbiamo già visto, alcuni tessuti di tende possono essere lavati anche in lavatrice.

In questo caso, vi consigliamo di piegarle bene prima di metterle nel cestello per evitare che si stropiccino troppo.

Ricordatevi, inoltre, che tutte le tende lavate in lavatrice devono essere lavate con un ciclo delicato a bassa temperatura (massimo 30-40°), indipendentemente dalla tipologia di tessuto.

Altri consigli utili

Se non conoscete il tessuto delle vostre tende, per precauzione, scegliete il ciclo lavaggio a mano.

Dopo aver lavato le vostre tende, è consigliabile non strizzarle e stenderle ancora bagnate. In questo modo, infatti, il peso dell’acqua tenderà a stirare il tessuto e a non far formare grinze.

Avvertenze

Consultate sempre le istruzioni del produttore prima di lavare le vostre tende. Vi consigliamo, inoltre, di provare i rimedi in piccole zone nascoste prima di procedere al lavaggio.

Consigli per un bucato perfetto

Problemi con il bucato? Vi suggeriamo alcuni post interessanti su come evitarli:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.