Come avere il rosmarino in casa sempre bello e profumato!

1007
coltivare-rosmarino-in-casa

Un profumo davvero inconfondibile: parliamo del rosmarino, una della piante aromatiche più amate e diffuse.

Di solito viene tenuta in vaso sul balcone o sul davanzale della finestra, da dove inebria tutto l’ambiente domestico con il suo odore.

Ma accade che il nostro rosmarino, col tempo, perda il suo naturale profumo, assumendo un odore più debole o, in alcuni casi, perdendolo del tutto.

Cosa fare in questi casi?

Di solito, il rosmarino emana il suo bellissimo profumo quando la piantina è fresca e pimpante.

Ecco, allora, quali sono i segreti per tenerla sempre rigogliosa e più profumata che mai!

Attenzione: se avete dubbi o perplessità, chiedete consiglio al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Innaffiate correttamente

Un giusto apporto d’acqua è essenziale per garantire foglioline sane e profumate.

Innaffiate quando il terreno risulta asciutto: in estate, con più frequenza; in inverno, invece, molto raramente.

Evitate, poi, di bagnare rami e foglioline durante le innaffiature: questo, infatti, potrebbe favorire l’insorgere di malattie o muffe.

Abbiate cura del terriccio

Il terriccio dove piantate il vostro rosmarino è importantissimo perché la pianta resti rigogliosa e profumata.

Di solito, questa piantina aromatica si adatta ad ogni tipo di terreno. Tuttavia, preferisce di gran lunga quelli alcalini.

Inoltre, non dimenticate che un terreno ben drenato è essenziale per evitare ristagni idrici ed evitare la marcescenza delle radici.

Per evitarli, sul fondo del vaso potete mettere dei sassolini che favoriscano il drenaggio.

Tenete al sole

Mettete la vostra piantina in un punto molto luminoso: il rosmarino, infatti, ha bisogno della luce del sole per restare profumata e sana.

Se la tenete sul davanzale di una finestra, sceglietene una preferibilmente rivolta a sud.

Se i rametti iniziano a farsi troppo esili e le foglioline a seccare, mettete immediatamente in un posto più luminoso.

Proteggetelo in inverno

Il freddo sta arrivando? Tenete questa piantina al riparo dalle gelate.

Per quanto resistente, infatti, il rosmarino non ama le temperature troppo rigide.

Se la tenete sul balcone, in inverno vi conviene portare questa pianta in casa.

Qualora non possiate, copritela con dei teli protettivi dal gelo della notte.

Tenetelo al caldo

Questa pianta resiste bene alle basse temperature, ma dà il meglio di sé con il caldo.

Tenetela, se possibile, a una temperatura superiore ai 20 °C.

Quando, invece, questa è più bassa dei 15 °C, pur stando bene, il rosmarino potrebbe perdere quel benessere che gli consente di mantenere il suo gradevole profumo.

Potatelo una volta l’anno

Potare il rosmarino non indebolisce la pianta, anzi!

Dopo il periodo della fioritura, una volta l’anno, potate questa piantina togliendo i rametti alla base.

In questo modo, si favorisce non solo un aspetto ordinato della pianta, ma anche un suo ulteriore sviluppo, necessario perché mantenga il suo bellissimo profumo.

Proteggetelo dai parassiti

Il rosmarino è una pianta estremamente resistente, ma capita di essere attaccato da alcuni parassiti.

Tra questi, i più diffusi sono sicuramente l’Eupteryx decemnotata o la Chrysomela americana.

Ovviamente, è più plausibile che il rosmarino venga attaccato se tenuto in balcone.

Proteggerlo, però, è facilissimo.

Basterà usare qualche goccia di olio di Neem. L’effetto sarà duplice: quest’olio, infatti, terrà lontani i parassiti e amplificherà il profumo della piantina.

Piantine aromatiche: tutti i segreti

Avete intenzione di coltivare e prendervi cura di una piantina aromatica? Qui trovate tutti i trucchi di cui avrete bisogno!

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".