3 bicchieri di Aceto di Alcol bastano per una Cucina sgrassata e profumata

440
pulire-cucina-bicchiere-aceto

La cucina è una zona della casa che non si può mai trascurare altrimenti si rischia di non riuscire a recuperare più la pulizia!

Tra piatti, piastrelle, forno, acciaio e quant’altro si deve sempre fare attenzione che non si accumulino residui di cibo o calcare.

Ma in che modo rendere la cucina sempre sgrassata e profumata come fosse nuova?

Semplice, bastano 3 bicchieri di aceto di alcol!

Attenzione! L’aceto di alcol non può andare su superfici in marmo o pietra naturale.

Soluzione con aceto

Innanzitutto bisogna preparare la soluzione all’aceto di alcol in modo da avere un solo prodotto che si può usare in varie zone della cucina!

Ingredienti e procedimento

Gli ingredienti, naturalmente, sono semplici e prevedono principalmente l’aceto di alcol. Nel caso in cui non doveste avere gli altri elementi, non preoccupatevi!

Bene, nel dettaglio vi servirà:

  • 3 bicchieri d’aceto bianco
  • 1 bicchiere e mezzo d’acqua
  • Succo di 1 limone grande
  • 6 gocce di olio essenziale al limone
  • 1 vaporizzatore

Ecco fatto, questo sarà tutto l’occorrente! L’olio essenziale al limone rafforzerà il profumo e donerà un inebriante odore in tutta la cucina!

Dovrete anzitutto filtrare per bene il limone, una volta ottenuto il succo potete procedere unendo l’aceto, l’acqua e gli oli essenziali.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Quando sarà diventato tutto un unico composto, potete metterlo nel vaporizzatore ed ecco fatto! Avrete avuto il detergente naturale perfetto!

Per l’acciaio

Il primo metodo per usare il prodotto a base d’aceto è per l’acciaio!

Saprete bene che questo è un materiale che tende subito ad accumulare il calcare e in un niente può perdere la sua caratteristica brillantezza.

Dunque non dovrete far altro che vaporizzare abbondantemente il prodotto su piano cottura e lavello, poi passare una spugna non abrasiva.

Successivamente risciacquate più volte e vedrete che l’acciaio brillerà senza lasciare aloni!

Per il forno

Il forno è un elettrodomestico molto antipatico da pulire!

Innanzitutto è la forma stessa molto scomoda perché in profondità facendoci fare una fatica enorme, soprattutto quando ci sono le incrostazioni ostinate.

Inoltre non si trovano mai delle soluzioni efficaci per averlo come nuovo, ma l’aceto è la via giusta!

Dunque vaporizzate una buona quantità del detergente naturale in tutto il forno preriscaldato e spento, quando sarà diventato tiepido, indossate i guanti e sgrassate con una spugna, vedrete che lo sporco andrà via velocemente!

Nel frigo

La soluzione con aceto oltre per il forno, è ideale anche nel frigo!

Avete presente quando ci sono tutti quei residui di cibo o quelle bevande colate ed incrostate che non sapete come rimuovere?

Beh, basterà spruzzare il prodotto sulla spugna e strofinare delicatamente, vi farò vedere che andrà via in un niente!

Potete usarlo anche ogni volta che avete bisogno di effettuare una pulizia più profonda del frigo.

Per i mobili

Ora passiamo ai mobili della cucina!

Oltre alle macchie di sugo, i mobili della cucina ricevono i vapori dell’acqua e di tutte le pietanze che si cucinano che formano aloni o macchie gialle.

L’aceto può aiutare a contrastare questo problema in poco tempo! Spruzzate la soluzione su un panno in microfibra, poi risciacquate e asciugate per bene controllando che non vi siano aloni.

Piastrelle

Infine vediamo una zona molto particolare della cucina, le piastrelle!

Analogamente a quanto detto per i mobili, anche le piastrelle tendono a ricevere il vapore e a sporcarsi spessissimo.

Quando avete finito la pulizia dei piatti, dell’acciaio e quant’altro, dovrete vaporizzare il detergente naturale all’aceto su un panno e vedete che non farete molta fatica per togliere anche le macchie più ostinate!

Avvertenze

Provate l’aceto di alcol prima in angoli non visibili per assicurarvi che le superfici non si macchino o danneggino. Ricordate che non può andare su marmo o pietra naturale.