Come togliere le macchie d’acqua e non avere aloni!

723
macchie-acqua

Anche se vi può sembrare strano e assurdo, l’acqua può creare delle antiestetiche macchie sulle vostre superfici e tessuti.

I depositi minerali come il calcio e il magnesio, infatti, presenti nell’acqua sono la causa di questo problema.

Quando una superficie o un tessuto si bagnano, l’acqua finisce per evaporare ma i depositi restano e creano queste macchie sgradevoli.

Solitamente vediamo queste macchie sulle superfici in bagno e in cucina o su alcuni tessuti.

Sarete felici di sapere, però, che è possibile rimuovere queste macchie e di acqua e di prevenirle con dei rimedi semplici e naturali.

I rimedi cambiano in base alla superficie e al tessuto da trattare.

Quindi, vediamo insieme come fare!

N.B Vi ricordiamo sempre di consultare le indicazioni di produzione per non danneggiare le vostre superfici.

Sui tessuti lavabili

Per eliminare le macchie di acqua dai tessuti lavabili, stendete un asciugamano bianco sull’asse da stiro e fatelo aderire bene.

A questo punto, distendete il tessuto che volete trattare e collocate la parte macchiata direttamente sull’asciugamano.

Inumidite, poi, la zona macchiata con un panno in microfibra immerso in un po’ di acqua distillata.

Vi consigliamo di utilizzare l’acqua distillata così che non contiene molti depositi minerali che potrebbero ulteriormente macchiare il tessuto.

Infine, asciugate la zona del tessuto che avete inumidito con un ferro da stiro impostato sulla temperatura adatta per il tessuto che state trattando.

Passate, quindi, il ferro fino ad asciugare completamente la zona macchiata. Ripetete l’operazione fino a quando la macchia non sarà svanita.

Vi ricordiamo di girare al rovescio il capo durante la stiratura in caso presenti stampe o lustrini.

Sulle superfici del bagno e della cucina

Le macchie di acqua sono molto frequenti sulle superfici, soprattutto quelle della cucina e del bagno.

Queste, infatti, sono continuamente esposte all’acqua. Per la pulizia di queste superfici, ci sono vari ingredienti domestici che potete utilizzare.

Vediamoli insieme!

Aceto

Il primo rimedio che vogliamo proporvi è l’aceto, il detergente naturale multiuso con una potente azione sgrassante e anticalcare.

Riempite, quindi, una bacinella con metà acqua e metà aceto distillato bianco. Versate, poi, la miscela in un flacone spray e agitate energicamente per far mescolare gli ingredienti.

A questo punto, spruzzate la soluzione sulle superfici che volete trattare e lasciatela agire per circa 5 minuti.

Vi ricordiamo che più lasciate agire, migliore sarà il risultato. Infine, risciacquate e asciugate bene la superficie con un panno morbido asciutto.

Limone

Un altro ingrediente che potete provare è il limone che ha le stesse proprietà acide dell’aceto, per cui si rivela molto efficace in caso di macchie dovute a depositi minerali.

Prendete, quindi, un limone e tagliatelo a metà. A questo punto, potete direttamente utilizzare la metà del limone e strofinarla sulla macchia da trattare.

In alternativa, però, potete anche spremerlo e ricavarne il succo. Versatelo, quindi, in una bottiglia spray e aggiungete con una quantità pari di acqua.

Agitate energicamente e utilizzate la miscela sulla superficie da trattare. Lasciate agire per un po’ e risciacquate.

La macchia d’acqua…sarà solo un brutto ricordo!

Olio essenziale di limone o arancio

Infine, potete utilizzare anche l’olio essenziale di limone o arancio, in grado non solo di rimuovere i depositi minerali dell’acqua ma anche di prevenirne la futura formazione.

Questi, infatti, agiscono come idrorepellenti naturali.

Mettete, quindi, alcune gocce di olio in un po’ di acqua e immergete una spugna nella soluzione. Passate, quindi, la spugna sulla macchia e lasciate agire per circa 10 minuti.

Infine, asciugate con un panno asciutto. Le vostre superfici saranno pulite e naturalmente profumate!

Sulle superfici in legno

Le superfici di legno sono più delicate, perciò meritano una cura maggiore. Queste superfici assorbono molto l’umidità, perciò presentano spesso aloni bianchi.

È importante sempre agire tempestivamente altrimenti sarà molto difficili rimuoverli.

Se, infatti, notate macchie scure di acqua, significa che l’acqua oramai è penetrata nel legno ed è andata troppo in profondità per poter essere rimossa.

Quindi, vi consigliamo di essere sempre immediate.

Phon

Uno dei modi migliori per rimuovere queste macchie è utilizzare il phon impostato su aria calda e spostare, così, il getto avanti e indietro sulla macchia.

Questo metodo può essere provato se la macchia è ancora “fresca”, altrimenti sarà inefficace.

Dentifricio

Se, invece, la macchia è più vecchia, potete utilizzare il dentifricio.

Mettete, quindi, un po’ di dentifricio su un panno asciutto e tamponate sulla macchia. Lasciate, poi, agire per qualche minuto e con un panno umido sfregate delicatamente sulla macchia.

Vi consigliamo di non utilizzare dentifrici sbiancanti e di non strofinare troppo forte sulla macchia.

Bicarbonato di sodio

Anche il tanto amato bicarbonato di sodio può aiutarci in questi casi (come sempre).

Prendete, quindi, una piccola ciotola e versate un po’ di acqua con bicarbonato. Immergete, poi, un panno pulito e morbido nella soluzione e inumidite la macchia da trattare.

Strofinate sempre con delicatezza e utilizzate un panno pulito per pulire.

Il vostro legno sarà di nuovo come nuovo!

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare sempre le etichette di produzione delle superfici da trattare prima di cimentarvi nella pulizia con i nostri rimedi.

Evitare l’utilizzo degli ingredienti suggeriti in caso di allergia o ipersensibilità.

Addio aloni

Se volete altri consigli su come eliminare aloni e macchie di calcare, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.