Come friggere il pesce senza cattivi odori in casa!

7793
frittura-pesce-puzza

La frittura, si sa, rientra tra le modalità di cottura che più amiamo. Soprattutto il pesce fritto…è davvero una goduria per il nostro palato!

Peccato, però, che la frittura di pesce tende ad impregnare così tanto la nostra casa di cattivo odore che evitiamo di prepararlo soprattutto quando dopo abbiamo degli ospiti.

Sarebbe davvero imbarazzante, infatti, accogliere qualcuno e avere nel frattempo la puzza di frittura di pesce in casa.

Ma vi vogliamo dare una buona notizia: ecco alcuni rimedi della nonna per friggere il pesce senza che la casa si riempi di cattivi odori.

Vediamoli insieme!

N.B Evitate gli ingredienti suggeriti in caso di allergia o ipersensibilità a una o più componenti.

Mela

Il primo rimedio consiste nell’utilizzare una fettina di mela nell’olio mentre state friggendo.

Potete anche utilizzare più fettine se state friggendo molto. Vi basterà, infatti, aggiungerne altre man mano che notate che la fettina non rilascia più un buon odore.

Attente, però, a togliere i semi della frutta e non lasciarli finire in padella.

Questo rimedio della mela vi servirà ad assorbire i cattivi odori e a far sì che non si sprigioni la puzza di fritto per tutta la casa!

Prezzemolo

Allo stesso modo delle fettine di mela, potete aggiungere nella padella un po’di prezzemolo immerso nell’olio che utilizzerete per la frittura.

Appena finito di friggere, poi, mettete sul fuoco un pentolino con acqua, alloro e chiodi di garofano.

Questa miscela assorbirà i cattivi odori in un batter d’occhio!

Aceto

Non poteva mancare, certo, l’ingrediente naturale tuttofare: l’aceto.

Otre alle sue proprietà sgrassanti è anche un anti-odore naturale in grado neutralizzare i cattivi odori.

Prendete, quindi, una pentola con acqua e aceto e mettetela sul fuoco accanto alla padella in cui state friggendo.

Portate, quindi, la miscela in ebollizione e voilà: addio cattivi odori!

Limone

Un altro rimedio per rimuovere i cattivi odori è quello di spremere mezzo limone all’interno della padella in cui friggerete.

Per rendere l’azione più efficace, potete anche aggiungere il limone con tutta la buccia.

Questo vi aiuterà a rilasciare un profumo di limone fresco e fruttato in grado di annientare i cattivi odori prodotti dalla frittura.

Altri consigli utili

Una volta visto come evitare di produrre cattivi odori durante la frittura utilizzando ingredienti naturali, vediamo insieme quali sono gli altri fattori che incidono.

Questione di olio?

La puzza di frittura deriva spesso dalla scelta dell’olio. Non tutti gli oli, infatti, rilasciano lo stesso odore.

L’olio giusto per la frittura è l’olio di oliva. Esso, inoltre, resta sano fino a 200 gradi e tende a rilasciare davvero un buon odore.

In alternativa all’olio di oliva, potete utilizzare anche l’olio di semi di arachide.

Ricordate di utilizzare la giusta quantità di olio in modo tale che il cibo possa essere completamente immerso.

In caso ci sia poco olio, infatti, il pesce tenderà ad impregnarsi di olio e a bruciarsi.

Questo, ovviamente, contribuirà ad accrescere la puzza.

La giusta temperatura

Un altro fattore che incide particolarmente sul gusto della frittura e sul rilascio dei cattivi odori, è la temperatura.

Ricordatevi, infatti, che le temperature dell’olio devono essere alte ma l’olio non deve mai fumare.

Questo, infatti, potrebbe non solo far male alla salute ma anche creare un odore insopportabile in casa vostra.

Per avere sempre la giusta temperatura, inoltre, è consigliabile friggere piccoli pezzi alla volta così da non farla abbassare.

Come eliminare la puzza di pesce

In caso avete già l’odore di pesce in cucina e sono in arrivo i vostri ospiti, invece, ecco alcune soluzioni veloci per eliminarlo.

Iniziate con il rimuovere ogni traccia di pesce avanzato e di lavare le stoviglie con acqua calda, limone e bicarbonato così da abbattere qualsiasi odore.

Procedete, poi, a pulire i fornelli e la cappa utilizzando una miscela di bicarbonato e aceto.

Infine, riempite una pentola con acqua, chiodi di garofano, buccia di mandarino e alcuni rametti di rosmarino.

Portate, quindi, l’acqua ad ebollizione e vedrete che l’odore di pesce sarà solo un brutto ricordo!

Attenzione

Ricordiamo di evitare i metodi indicati in caso di allergie o ipersensibilità a una o più componenti.

Inoltre, fate attenzione quando maneggiate olio o acqua molto calda.

Casa sempre profumata!

Ecco altri consigli per avere una casa super profumata!

 “

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.