I Ciclamini stanno tornando e per averli sempre belli ci sono 5 Regole d’oro da seguire

334
come-curare-ciclamini-autunno

Con l’arrivo dell’autunno e l’abbassarsi delle temperature, molti amanti delle piante sono tristi perché costretti a rinunciare alle bellissime piante da fiore estive.

Quello che forse non sanno è che esistono piante da fiore altrettanto belle che crescono e sbocciano proprio con le temperature più basse: tra queste, c’è il Ciclamino.

Questa pianta, di piccole-medie dimensioni, è celebre per i suoi fiori bianchi, rosa o rossi, e le foglie caratterizzate da più tonalità di verde.

Il tempo adatto alla loro coltivazione sta arrivando! Scopriamo insieme quali sono le regole d’oro per avere Ciclamini sempre belli e rigogliosi!

Innaffialo nel modo giusto

Il segreto principale per un Ciclamino splendente, in forma e fiorito è una corretta innaffiatura. I due metodi più adatti alla pianta sono questi:

Dall’alto

Il metodo classico e più pratico consiste nell’innaffiatura dall’alto. Questo metodo è molto efficace e ti consente di dosare con precisione la quantità d’acqua da utilizzare, quindi è particolarmente adatto ai periodi molto freddi.

Innaffia dall’alto utilizzando un innaffiatoio o una bottiglia e fai attenzione a bagnare solo il terreno, non le foglie o i fiori.

Per immersione

Il metodo dell’immersione consiste nel mettere la pianta, con tutto il vaso, in una bacinella con almeno 5-6 cm d’acqua e lasciarla così per circa 30 minuti. In questo lasso di tempo, il ciclamino assorbirà solo l’acqua di cui ha bisogno attraverso i fori di drenaggio del vaso.

Si tratta di un metodo da utilizzare soprattutto nei periodi di transizione, in cui le temperature sono medie.

Spostalo in base alle temperature

Non esistono varietà di ciclamino da interno o da esterno. Questa pianta può tranquillamente essere tenuta in casa o sul balcone.

In realtà, contrariamente a quanto siamo abituati a pensare, il ciclamino ama il fresco, ma non il freddo: la temperatura ideale per coltivarla è compresa tra i 10 e i 15 °C.

Tienila all’esterno, ma se inizia a fare davvero molto freddo, spostala in casa, in una stanza non riscaldata artificialmente, ma non eccessivamente fredda. Ecco qui altri suggerimenti sul posto perfetto per questa pianta.

Concimalo ogni 3 settimane

La soluzione migliore consiste nell’utilizzare un fertilizzante specifico per piante fiorite, normalmente a base di alto contenuto di potassio e fosforo.

Se decidi di utilizzare questo prodotto, diluiscilo in base alle proporzioni indicate sulla confezione. Di norma, va utilizzato una volta ogni 3 settimane.

Tra le alternative naturali, ci sono le bucce di banana. Queste, infatti, sono ricche proprio di potassio e puoi usarle in modo molto rapido ed efficace facendole a pezzettini e spargendole sul terriccio della pianta. Anche in questo caso, ripetete ogni 3 settimane o poco più nel periodo che va da settembre-ottobre a febbraio-marzo.

Scopri qui altri utilissimi concimi naturali.

Scegli il terriccio adatto

Non tutti lo sanno, ma il terriccio perfetto per far fiorire abbondantemente e a lungo il ciclamino dovrebbe essere leggermente acido.

L’ideale è mescolare del terreno con un po’ di torba e mettere sul fondo del vaso uno strato di argilla espansa: questa combinazione eviterà che si formino ristagni d’acqua. Un segreto? Basta aggiungere al terreno un po’ di corteccia può aiutare a prevenire la formazione di muffa.

Quando i boccioli del ciclamino non si aprono, segui questi suggerimenti.

Osserva le foglie

Le foglie del ciclamino possono essere considerate un vero e proprio indicatore del loro stato di salute.

Quando queste cambiano colore, significa che qualcosa non va e devi correre ai ripari per evitare che la pianta venga danneggiata.

Se si coprono di macchie o scoloriscono, può essere che hai innaffiato troppo. Se, invece, si seccano, forse hai innaffiato troppo poco oppure hai messo la pianta in un posto troppo soleggiato e luminoso.

Vuoi conoscere il significato nascosto dietro il colore dei fiori del ciclamino? Leggi questo articolo per scoprirlo.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".