Come fare il cambio di stagione facile facile!

1282
come-fare-cambio-di-stagione-armadio

Con l’arrivo delle giornate più calde, arriva il momento di mettere da parte maglioni e capi invernali e sfoggiare abiti floreali e dalle note estive!

Si tratta di uno dei momenti più noiosi delle pulizie di casa, ma il cambio di stagione è necessario! Inoltre, possiamo fare un po’ di ordine nei nostri armadi, eliminando ciò che non ci piace più e organizzando al meglio gli spazi!

Il cambio di stagione non include soltanto sostituire abiti invernali con quelli estivi e viceversa.

Si deve effettuare anche una pulizia profonda, soprattutto nel caso in cui ci fosse un forte odore di chiuso negli armadi e sui vestiti.

Ma niente paura! Ecco tutti i consigli step-by-step per avere un armadio super organizzato e profumato!

Svuotare l’armadio

La prima cosa da fare è svuotare l’armadio. Può essere utile poggiare i vestiti sul letto in modo da valutare cosa tenere e cosa invece mettere via.

Durante il cambio di stagione, è sempre buona abitudine tenere qualcosa di più “pesante”. Se dovessero esserci giornate più fredde, avremmo subito la soluzione.

Cercate di fare un po’ di pulizia. Fate una selezione dei capi che vi piacciono di più, che sono in buone condizioni e che valorizzino il vostro corpo.

Ciò che credete di non mettere più, donatelo o al massimo riponetelo in alcune scatole per la stagione successiva.

Conservate i vostri vestiti invernali (o estivi) in sacchetti diversi. Per una maggiore precisione, dividete i capi in base alla loro tipologia (per esempio: top eleganti, maglioni o gonne).

Per una maggiore protezione dalla polvere, riponete i sacchetti sotto-vuoto in una scatola e con un’etichetta, così sarà più facile metterli in ordine nella prossima stagione.

Pulizia dell’armadio

Durante l’anno, anche il nostro armadio accumula della polvere. Possiamo quindi approfittare del cambio di stagione per rimuovere i cassetti e pulirli in modo efficace con prodotti del tutto naturali.

Sapone di Marsiglia e acqua

Il metodo più delicato per avere un detersivo naturale fai da te è quello di sciogliere in una bacinella d’acqua circa 2 cucchiai di Sapone di Marsiglia in scaglie, immergere un panno morbido e procedere con pulizia di ripiani, cassetti e barre in acciaio con gli appendini.

Il sapone di Marsiglia garantisce una pulizia ottimale, sgrassa lo sporco in modo delicato e lascia una piacevole profumazione.

Cattivi odori nell’armadio

Se, nel vostro armadio, doveste avvertire un forte odore di chiuso (e simile alla muffa), potete preparare una soluzione con acqua e aceto in parti uguali, a cui aggiungere qualche goccia di olio essenziale dalle proprietà anti-micotiche, come per esempio il tea tree oil.

Muffa

Se dovessero esserci delle reali tracce di muffa, potete agire tempestivamente con i rimedi naturali.

Per prima cosa, potete intervenire se si tratta di macchie piccole e non invasive. Evitate di inalarla poiché può essere rischiosa per la salute.

Potete inoltre preparare a casa una miscela con:

  • 1 litro di acqua
  • 3 cucchiai di sale fino
  • 3 cucchiai di bicarbonato
  • acqua ossigenata 30-40 volumi, sempre 3 cucchiai

Sciogliete il tutto e versatelo in uno spruzzino. Vaporizzate la miscela sulla piccola macchia di muffa.

Odore di “chiuso”

Quel forte odore di chiuso può verificarsi anche quando gli armadi non presentano la muffa, ma sono accanto a una parete umida e di conseguenza assorbono tale umidità.

Per prima cosa, bisogna svuotare tutto l’armadio e togliere i cassetti, rimuovendo gli oggetti ed eventuali rivestimenti in carta.

Se ne avete la possibilità, lasciateli all’aria o (ancora meglio) al sole, è il modo migliore per assorbire l’umidità e “asciugare” il materiale.

Potete pulirli con una miscela di acqua e aceto bianco in parti uguali, rimuovere l’eccesso con un panno in microfibra e lasciar asciugare completamente.

Un ottimo metodo per prevenire questi cattivi odori e per profumare i mobili è mettere una manciata di chiodi di garofano nei cassetti.

N.B. prima di intervenire, rivolgetevi sempre a un professionista.

Per profumare e allontanare le tarme

Una volta ultimata la pulizia dell’armadio, potrete realizzare dei profuma biancheria fai da te facili e veloci.

Per esempio, vi basta un sacchetto di una vecchia bomboniera (quello dove si ripongono i confetti) e mettere una manciata di riso oppure dei batuffoli di cotone.

Inserite poi nel sacchetto qualche goccia di olio essenziale di lavanda. Questa pianta, dalle proprietà calmanti e profumate, svolge un’azione anti-tarme ed eviterà che si formi quel cattivo odore in armadi e cassetti.

Cura dei “vecchi” vestiti

Potrebbe essere necessario lavare alcuni capi prima di riporli nelle scatole o nei sacchetti sottovuoto, poiché possono presentare delle macchie che diventerebbero ostinate o impossibili da rimuovere con il passare del tempo.

Inoltre, per ritrovarli ordinati, potreste stirarli e ripiegarli con cura prima di conservarli.

Togliere l’odore di chiuso dai capi

Per quanto riguarda invece gli abiti che andremo a riporre nel nostro armadio, può capitare molto spesso che abbiamo un forte odore di chiuso che fatica ad andar via.

Per prima cosa, può essere utile tenerli per un po’ all’aria aperta, in modo che il cattivo odore si disperda.

Se invece l’odore è ostinato, potete provare una miscela con 40 grammi di bicarbonato sciolti in 250 ml di aceto e versati in uno spruzzino.

Fate agire la miscela sui vestiti per circa 30 minuti, dopodiché risciacquate e fate asciugare. In alternativa potete inserire questo mix in lavatrice se non preferite il lavaggio a mano.

N.B. Se sono capi in tessuto modo delicato, tenetevi sempre all’etichetta di lavaggio o se necessario rivolgetevi a una lavanderia!

Cambio di stagione delle scarpe

Per quanto riguarda le scarpe, ci sono alcuni consigli che possono esservi utili per conservarle e farle durare nel tempo.

  1. Liberate l’armadio delle scarpe, procedendo con la pulizia e facendo una selezione di ciò che butterete e ciò che terrete.
  2. Se necessario, provvedete a pulire le scarpe con un panno morbido inumidito. Potete inoltre mettere del bicarbonato o amido di mais in modo da assorbire i cattivi odori delle scarpe.
  3. Utilizzate dei fogli di giornale appallottolati per mantenere la forma delle vostre scarpe. Per gli stivali, usate i coni in cartone.
  4. Cercate di conservarle sempre nella loro scatola, coperte da un sacchetto o da della carta velina.
  5. Anche qui, un sacchetto profumato eviterà la comparsa di cattivo odore.

Altri consigli di pulizia!

Se oltre al cambio di stagione dovete provvedere ad altre pulizie in casa, vi consigliamo:

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.