Come lavare piatti in lavastoviglie senza detersivo!

356
lavare-patti-lavastoviglie-senza-detersivo

La lavastoviglie è una salvezza in casa perché ci permette di risparmiare tempo e fatica che altrimenti dovremmo sprecare per lavare i nostri piatti dopo mangiato.

I detersivi utilizzati in questo elettrodomestico, però, non solo posso rimanere attaccati alle stoviglie dopo il risciacquo, ma tendono ad essere anche molto inquinanti per l’ambiente.

Per questo, è importante non utilizzare il detersivo per lavare i piatti in lavastoviglie ma sostituirlo con prodotti casalinghi naturali ed ecologici.

Prima di iniziare

Prima di procedere con il lavaggio dei vostri piatti nella lavastoviglie, ricordatevi sempre di eliminare i residui di cibo per scongiurare eventuali otturamenti.

I residui di cibo, infatti, insieme ai residui di detersivo tendono a depositarsi nella lavastoviglie o nel filtro e a compromettere la funzionalità del vostro elettrodomestico.

Con un tovagliolo di carta, quindi, prima di ogni lavaggio, eliminate i residui visibili. Per una pulizia migliore, potete anche sciacquare leggermente i piatti particolarmente sporchi.

A questo punto, vediamo gli ingredienti da utilizzare per sostituire il detersivo e avere piatti super puliti.

Acido citrico

Il primo rimedio che vogliamo proporvi consiste nell’utilizzare l’acido citrico, un ingrediente contenuto negli agrumi che si rivela molto efficace per sgrassare e pulire i vostri piatti.

Prendete, quindi, 1 litro d’acqua demineralizzata e tiepida e sciogliete al suo interno 150 grammi di acido citrico.

Una volta sciolto, travasate la miscela così ottenuta in una bottiglia di acqua riciclata e il gioco è fatto!

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Potete conservare tranquillamente la bottiglietta e utilizzare la miscela all’occorrenza. Ricordatevi che deve sempre esserci il 15% di acido citrico nella vostra dose di acqua.

Per il suo utilizzo, versate un po’ di questo composto nella vaschetta del brillantante durante il lavaggio e vedrete che i vostri piatti saranno super puliti!

N.B Per un effetto più efficace, potete anche sciogliere 200 gr invece che 150.

Limone e sale

Un altro rimedio naturale per lavare i vostri piatti in lavastoviglie senza ricorrere al detersivo prevede l’utilizzo di una miscela di limone e sale. Entrambi gli ingredienti, infatti, sono noti per le proprietà sgrassanti e disincrostanti.

Ricavate, quindi, il succo di due limoni e versatelo in una bottiglietta o un contenitore. Aggiungete, poi, 4 cucchiai di sale e agitate energicamente il tutto fino ad ottenere una consistenza omogenea.

A questo punto, il vostro detersivo è pronto per essere utilizzato: piatti subito sgrassati!

Aceto

Un altro rimedio molto semplice e immediato consiste nell’utilizzare l’aceto bianco, in grado di pulire e neutralizzare anche i cattivi odori provenienti dai piatti molto sporchi.

Mettete, quindi, un po’ di aceto direttamente nella vaschetta apposita e avviate il ciclo di lavaggio!

L’aceto, inoltre, agirà anche come un brillantante naturale, in quanto aiuterà a sgrassare i piatti e a sciogliere il calcare che si è formato all’interno della lavastoviglie.

Attenzione! C’è un lungo dibattito sull’utilizzo dell’aceto in lavatrice o in lavastoviglie, in quanto sembra che il suo approccio non sia propriamente ecologico. Perciò, l’ideale sarebbe prediligere metodi alternativi, primo tra tutti l’acido citrico.

Pastiglie per lavastoviglie fai da te

E che ne dite di usare, invece, delle pastiglie per la lavastoviglie fai da te? Il procedimento è davvero semplice e gli ingredienti tutti facilmente reperibili e naturali.

Tutto ciò che vi occorre è:

In una ciotola, inserite il bicarbonato, aggiungete i cucchiai di Sapone di Marsiglia liquido e le gocce di olio essenziale e iniziate a mescolare.

Piano piano versate l’acqua demineralizzata fino a quando il composto non risulterà denso e ben amalgamato.

A questo punto versate la pastella in alcuni stampi di ghiaccio e lasciate asciugare fino a quando le pastiglie non risulteranno secche. Il tempo di solidificazione dipende dalla temperatura di casa vostra. Può volerci qualche ora o tutta la notte.

Una volta che le pastiglie per la lavastoviglie fai da te si saranno seccate riponetele in un contenitore di plastica o di vetro e conservatele in un luogo asciutto lontano dall’umidità.

Infine, aggiungete una pastiglia nella lavastoviglie e i vostri piatti saranno perfettamente lavati e disinfettati!

Avvertenze

Seguite le indicazioni di produzione per tenere cura della vostra lavastoviglie e non compromettere la sua funzionalità.

Se amate la lavastoviglie…

Se amate la lavastoviglie e desiderate altri consigli sul suo utilizzo, vi consigliamo questi post interessanti:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.