Come non far puzzare i Panni di Umido quando devi stenderli in casa?

470
panni-stesi-puzzano-umido

Quando inizia a fare più freddo perdiamo la gestione dei lavaggi in lavatrice e dei panni.

Il meteo, infatti, è sempre imprevedibile e non sappiamo mai quali sono i momenti adatti della settimana in cui ci possiamo dedicare maggiormente ai lavaggi.

Tuttavia, dal momento che è necessario rispettare le routine quotidiane anche in termini di bucato, molte persone scelgono di farli asciugare in casa.

Il rischio è che dopo si senta la puzza di umido sui vestiti, come fare per evitarlo? Oggi vi dirò tutti i metodi che potete usare!

Consigli per il lavaggio

Per prima cosa vediamo dei consigli da usare durante il lavaggio!

È importante, infatti, sapere quali sono le strategie da usare per lavare correttamente il bucato senza “appesantirlo” con troppo detersivo e con varie cattive abitudini.

Scopriamo cosa fare:

  • Impostare una centrifuga con più giri così da asciugare tutta l’acqua in eccesso. Questo sarà l’ideale per non avere troppa umidità.
  • Usare un ammorbidente naturale è la soluzione migliore per non generare cattivi odori con ammorbidenti industriali che spesso danno l’effetto contrario. Vi basterà sciogliere 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua e aggiungere 10 gocce dell’olio essenziale che preferite.
  • Un misurino di bicarbonato fa la differenza! Mettetelo ad ogni lavaggio per avere panni più freschi e per evitare l’umidità.
  • Consultare sempre le etichette di lavaggio per capire quali sono le modalità migliori per i capi specifici.

Questi sono alcuni esempi di quello che bisogna fare per evitare i cattivi odori sui vestiti e per ottenere un bucato sempre perfetto!

Ora vediamo nel dettaglio tutti i suggerimenti per dire addio alla puzza di umidità quando si stendono i panni in casa!

Stanza arieggiata

Mettere i panni in una stanza arieggiata è il primo passo per non rischiare cattivi odori.

Questo passaggio potrebbe risultare difficile in quanto con balconi e finestre aperti potrebbe entrare il freddo in casa.

A tal proposito è preferibile prediligere una stanza dove entrate poco (come uno studio, ad esempio) così che i panni possano asciugarsi efficacemente ricevendo tutta l’areazione necessaria.

Fonti di calore

Un’altra cosa da non sottovalutare sono le fonti di calore.

Stufette e termosifoni si accendono per lo più durante l’inverno inoltrato, tuttavia c’è chi tende ad avere già delle piccole stufe per trovare sollievo.

Ebbene, nel caso abbiate degli apparecchi per propagare il calore in casa, accendeteli nella stanza in cui si stanno asciugando i panni.

Tale procedimento permetterà all’acqua di evaporare prima senza lasciare la puzza di umidità sui vestiti!

Trucchetto del riso

Il trucchetto del riso rappresenta un vecchio metodo della Nonna che ancora oggi è intramontabile.

Come ben saprete, il riso assorbe l’umidità in modo naturale, non a caso quando si bagnano degli oggetti tecnologici, li si immergono nel riso.

Dunque una soluzione intelligente per ridurre il tasso di umidità nella stanza in cui mettete i panni è posizionare dei barattoli o dei sacchetti pieni di riso negli angoli o in prossimità dello stendino.

Se asciugate i panni per svariati giorni, controllate lo stato del riso e cambiatelo quando vedete che è diventato troppo umido.

Assorbiumidità Naturale

Oltre al riso c’è anche un altro metodo volto non solo a ridurre l’umidità nella stanza, ma anche a profumarla!

Si tratta di fare un assorbiumidità naturale con ingredienti economici e che avrete sicuramente in casa.

Per prepararlo avrete bisogno di:

  • 1 barattolo
  • Sale grosso q.b.
  • Una bustina di tè
  • Olio essenziale

Analogamente al riso, anche il sale grosso rappresenta un ottimo metodo economico e naturale per ridurre il tasso di umidità.

Dovrete mettere il sale nel barattolo e aggiungere il contenuto di una bustina di tè, vi consiglio di usare tè verde o tè nero.

A questo punto aggiungete 4 gocce di olio essenziale a vostro piacimento e mescolate così che l’odore si possa impegnare nei granuli di sale.

Ora il vostro assorbiumidità è pronto! Non vi resta che metterlo nella stanza in cui si asciugano i panni ed ecco fatto!

Anche in questo caso cambiate il sale quando vedete che è diventato quasi liquido.

Avvertenze

Consigliamo di rispettare sempre le indicazioni riportate sulle etichette di lavaggio al fine di non sbagliare in partenza. Evitate di riporre gli stendibiancheria in stanze dove trascorrete la maggior parte del tempo, poiché aumenta il tasso di umidità dell’ambiente.