Come pulire bottiglie, decanter e oliere?

112073
pulire-decanter

Bottiglie, oliere e caraffe… belle e indispensabili in casa!

Sono utili a conservare vino e oli saporiti, le troviamo al supermercato, le utilizziamo e le conserviamo con la speranza di poterle riutilizzare!

Per non parlare del decanter, il modo più elegante e raffinato di servire il vino a tavola!

Ma quanto può essere difficile pulirli? Di solito si acquistano delle spazzole specifiche, ma potrebbero non essere reperibili al supermercato o al negozio di fiducia!

Abbiamo la soluzione, tramite l’utilizzo di alcuni alimenti o prodotti casalinghi, è possibile pulire in modo totalmente efficace le oliere e le bottiglie e il decanter!

Attraverso l’utilizzo di questi trucchetti, lo sporco andrà via con facilità.

N.B. Seguite sempre le indicazioni di produzione prima di eseguire la pulizia.

Decanter

Quando c’è una cena romantica o una riunione di famiglia il vino a tavola non manca mai e vorremmo sempre servirlo con un bel decanter!

Così raffinato, ma anche delicato! Ecco perché dobbiamo sempre pulirlo nel modo giusto ed evitare la formazione del cacare! Vediamo insieme come fare!

Cosa evitare

Prima di accingerci alla pulizia, dobbiamo tenere a mente alcune cose semplici ma importantissime.

Un decanter può essere in vetro ma anche in cristallo. Non va lavato in lavastoviglie, perché potrebbe rovinarlo opacizzandone la superficie. Inoltre non vanno usati dei saponi troppo aggressivi.

In genere, in commercio ci sono delle spazzole apposite per pulire il decanter, ma non sempre sono reperibili. Ecco le alternative casalinghe facili e veloci!

Aceto e bicarbonato

Come abbiamo accennato, il decanter necessita di una pulizia delicata, fatta di detersivi ecologici e per niente aggressivi.

Il modo migliore per poter lavare e pulire a fondo il vostro decanter è usare della semplice acqua tiepida, un po’ di bicarbonato e aceto di vino.

Il bicarbonato svolgerà una leggera azione abrasiva ma non aggressiva, mentre l’aceto sgrasserà bene l’interno del decanter ed eliminerà ogni traccia di calcare.

“Scrub” naturale

Non è raro trovare dei residui di vino o incrostazioni più difficili all’interno del nostro decanter. Ma, anche in questo caso, è possibile fare uno “scrub” naturale con un pugno di riso.

Vi basterà combinarlo con una gocci di detersivo per i piatti ecologico e un po’ d’acqua calda e il gioco è fatto!

Come farlo asciugare

Una vera gatta da pelare è far asciugare completamente il decanter, in modo che non vi siano goccioline d’acqua o aloni.

Possiamo aiutarci in due modi: farlo asciugare completamente su un panno (prima di riporlo al solito posto), oppure aiutandoci delicatamente con un getto d’aria calda, in modo da velocizzare il processo di asciugatura.

Bottiglie in vetro e oliere

Dopo aver visto insieme a come pulire il decanter in modo delicato, passiamo ora a tutti i rimedi per pulire le bottiglie in vetro e le oliere!

Riso

Il primo metodo naturale per pulire bottiglie e caraffe è proprio lui: il riso!

Buono da mangiare e ottimo da usare in casa, questo alimento esercita una lieve azione abrasiva utile a rimuovere lo sporco incrostato sulle pareti del vetro.

Inseritene 2 cucchiai, poi riempite la bottiglia con acqua calda, ma non completamente. Infine aggiungete 1/2 gocce di sapone per piatti, meglio se ecologico.

Iniziate a shakerare con energia! Sentirete un piccolo rumore: è il riso che pulisce in modo efficace la bottiglia!

Fagioli e soda

Questo metodo può essere usato principalmente per le oliere o bottiglie d’olio che vorremmo riutilizzare.

Avremo bisogno di un legume speciale, ovvero il fagiolo, e di un prodotto che usiamo spesso in casa ma che non sapevamo potesse essere usato in tale circostanza: la soda da bucato!

La Soda da bucato, conosciuta anche come Soda Solvay, è il carbonato di sodio, dalla potente azione pulente e sgrassante (da non confondere con la soda caustica).

Regolatevi in base alla bottiglia, ma in genere 2-3 cucchiaini di soda da bucato possono bastare. Aggiungete una manciata di fagioli e un po’ d’acqua molto calda, senza riempire la bottiglia o l’oliera.

Anche qui, dobbiamo sbatterla energicamente. I fagioli ci aiuteranno a far staccare l’accumulo di grasso sulle pareti dell’oliera e la soda la sgrasserà per bene.

Non ci resta che risciacquare per bene e se necessario lavare la bottiglia con acqua calda e sapone.

Gusci d’uovo

Se preparate una gustosa frittata, non buttate i gusci dell’uovo. In realtà possono essere usate in moltissime occasioni, non a caso molte lo utilizzano anche per pulire i robot da cucina.

Spezzettateli e inseriteli nella bottiglia di vetro, aggiungendo sempre un po’ d’acqua calda e se lo desiderate un po’ di detersivo per i piatti.

Il movimento è fondamentale per completare l’operazione. Sbattendo la bottiglia attueremo un movimento abrasivo che pulirà efficacemente.

Patata

La patata non è solo buona da mangiare! Di solito possiamo utilizzare la buccia, per risolvere piccole problematiche quotidiane.

Ma per pulire bottiglie e caraffe, dobbiamo usare la polpa. Ci basta tagliare una patata grande a pezzetti, metterla nella bottiglia insieme a 1 cucchiaio di sale grosso.

Questi due ingredienti svolgeranno un’azione detergente efficiente, in quanto il sale assorbe l’umidità e l’amido delle patate sgrasserà la bottiglia.

Sale grosso

Se non avete le patate, o i gusci d’uovo o avete terminato la vostra scorta di riso, nessun problema! Abbiamo una soluzione ultra semplice che vi servirà.

Usate del semplice sale grosso e mezzo bicchiere d’acqua calda. Per un effetto ancora più sgrassante, usate un paio di cucchiai di aceto bianco.

Inserite gli ingredienti, sbattete, svuotate la bottiglia, risciacquate con cura. Semplice, no?

Per gli odori persistenti

Le bottiglie di vino, ad esempio, hanno sempre quell’odore molto forte anche dopo alcuni lavaggi. Se desiderate pulirle ma volete anche profumarle provate questa miscela con:

  • limone
  • aceto
  • acqua
  • riso

Mettete il succo di mezzo limone nella bottiglia di vino, insieme a un paio di cucchiai di aceto e un po’ d’acqua calda quanto basta.

Il riso ci aiuterà a rimuovere lo sporco, il limone sgrasserà e l’aceto eliminerà l’odore forte di vino.

Calcare

Non dimentichiamoci che anche le bottiglie, le oliere e le caraffe possono avere degli aloni o macchie di calcare. Anche in tal caso, potremmo agire in modo del tutto naturale.

Riempite la caraffa o la bottiglia con acqua calda, poco più della metà e inserite una tazza d’aceto bianco. L’aceto, oltre a rimuovere efficacemente i cattivi odori, rimuove il calcare con facilità.

Lasciate agire il tutto per un’ora, per poi risciacquare. Le bottiglie saranno come nuove!

Avvertenze

Ricordiamo di seguire attentamente le indicazioni di produzione di decanter, bottiglie e oliere, in modo che possiate seguire il giusto metodo di pulizia.

Trucchetti di pulizia

Se amate i metodi casalinghi, allora non perdetevi questi trucchetti di pulizia!

Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.