Come pulire le pentole incrostate!

2116
pulire-pentole-incrostate

In cucina sperimentiamo gustose ricette, che qualche volta riescono bene e altre volte no!

Può capitare infatti di bruciare il nostro cibo o di sporcare molto sia il piano cottura che le pentole.

Il risultato dei nostri piccoli errori culinari sono spesso evidenti: sulle pentole può rimanere dello sporco molto incrostato e difficile da rimuovere.

Anche mentre ci prepariamo un po’ di latte caldo e ce lo dimentichiamo sul fuoco, noteremo subito quando si è un po’ bruciato, rendendo la pulizia di bollilatte e pentolini molto ostica!

Ma oggi vogliamo svelarvi tutti i metodi casalinghi per pulire le pentole incrostate in modo molto semplice ed efficace. Iniziamo subito!

N.B. Attenetevi sempre alle indicazioni di produzione in base al materiale di cui è composto la pentola o la padella.

Aceto e bicarbonato

Iniziamo col dire che la maggioranza delle pentole, padelle e pentolino sono costituite da materiale in acciaio.

Tale materiale è di qualità e assai resistenze, inoltre ci da la possibilità di pulirlo senza fatica con due rimedi naturali che non mancano mai in casa nostra: aceto e bicarbonato!

Uno acido e l’altro basico, questi due prodotti casalinghi svolgono più funzioni in merito alle pulizie di casa. Eliminano i cattivi odori e detergono in modo efficace le superfici con cui vengono a contatto.

Ammorbidiscono lo sporco incrostato in modo da poter essere rimosso senza alcuno sforzo, in più non ci saranno residui di detersivo che potremmo ingerire, usando prodotti completamente naturali!

Possiamo usarli in due modi. Mettete un po’ d’aceto nella pentola e lasciatelo riscaldare sul fuoco. Quando sarà caldo, spegnete e aggiungete un paio di cucchiai di bicarbonato.

Lasciate in ammollo, anche per qualche ora. Il composto si dovrà raffreddare in modo che non possiate scottarvi.

Con l’aiuto di una spugnetta morbida, eliminate l’eccesso. Noterete che non ci sarà bisogno si una spugna abrasiva e che lo sporco sarà eliminato con molta facilità.

Lo stesso procedimento può essere effettuato anche “a freddo” ma dovremmo aspettare un altro po’.

Inoltre potrete anche mescolare i due ingredienti poco prima di metterli sul fuoco, il risultato sarà ugualmente efficace.

La soluzione di aceto e bicarbonato è ottima anche per pulire il fondo bruciato delle padelle e pentole.

Solo aceto

Se lo desiderate, potete anche mettere soltanto dell’aceto nel pentolino o padella. L’aceto anche da solo svolge un’azione sgrassante molto potente.

Inoltre è un anti-calcare e brillantante naturale. Perciò le vostre pentole in acciaio saranno ancora più brillanti dopo averle pulite con dell’aceto bianco.

Anche qui fate molta attenzione con le temperature e fate raffreddare l’aceto prima di rimuoverlo con una spugnetta abrasiva. Eliminate delicatamente lo sporco, risciacquate e asciugate.

Limone

Anche il limone è assai noto per le sue proprietà sgrassanti. Inoltre ha un profumo fresco e delicato, molto più piacevole dell’aceto.

Riempite la pentola con un po’ d’acqua, a cui aggiungerete del succo di limone. Inserite anche le bucce e iniziate a portare il tutto a bollore.

Lasciate raffreddare e aiutandovi con una spugnetta rimuovete il tutto.

In alternativa, potete anche cospargere la padella con del sale grosso e metterci del succo di limone e lasciar agire.

Acqua e detersivo per i piatti

Se non disponete dei rimedi che vi abbiamo citato, usate dell’acqua. In più, versate nel pentolino qualche goccia di detersivo per piatti ecologico.

Anche in questo caso, va portato tutto a bollore. Le alte temperature combinate con questi prodotti farà letteralmente staccare lo sporco dalle pareti delle nostre pentole e padelle.

Lasciate raffreddare completamente e usate una spugnetta adatta. Sconsigliamo la paglietta, qualora non sia prettamente necessario, perché c’è maggior rischio di graffiare i nostri alleati della cucina.

Acqua e bicarbonato

Questo metodo è particolarmente indicato per le padelle antiaderenti, che presentano al loro interno del teflon, materiale plastico che resiste alle alte temperature.

Però deve essere pulito nel modo giusto, al fine di non graffiare e di conseguenza rovinare questo materiale. Ecco perché dobbiamo agire nel modo più delicato possibile!

Come? Usando sempre il bicarbonato di sodio: Mettetene 2-3 cucchiai in acqua bollente e qualche goccia di sapone bio per piatti.

Usate una spugna morbida, non abrasiva, o una spatola in silicone per aiutarvi a staccare lo sporco incrostato.

E per le pentole in alluminio?

Questa tipologia di pentole ci riporta indietro nel tempo, quando le nostre nonne la usavano per cucinare. Queste pentole sono ancora molto diffuse, ma dobbiamo avere le giuste accortezze.

Innanzitutto, le pentole in alluminio non vanno in lavastoviglie e non deve essere usata una spugnetta abrasiva che rischia di rovinarle. Come rimuovere quindi lo sporco da queste pentole incrostate?

Facciamole bollire con un po’ di latte. Mentre se sono sporche all’esterno, laviamole con acqua tiepida, succo di limone e sapone bio per piatti.

Avvertenze

Vi ricordiamo di seguire sempre le indicazioni fornite dal produttore per la pulizia profonda di pentole, padelle e pentolini.

Indossate sempre i guanti per proteggere le vostre mani.

Altri trucchetti in cucina

Come possiamo usare i rimedi naturali per pulire la cucina? Ecco:

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.