Tutti i trucchetti per pulire a “fondo” i vasi senza avere aloni!

634
pulire-vaso

Tutte noi adoriamo ricevere fiori e metterli, poi, nei vasi che sembrano abbellire le nostre case.

I vasi, infatti, non solo servono ad “accogliere” piante e fiori, ma hanno anche una funzione ornamentale e decorativa.

L’unica pecca, però, è che sono davvero molto difficili da pulire soprattutto quando hanno un collo molto stretto.

Quante volte, infatti, ci è capitato di vedere il fondo sporco e di trovare difficoltà a pulirlo perché le nostre mani o i nostri stracci non arrivavano fino lì?

Immagino tantissime volte!

A tal proposito, oggi vi vogliamo suggerire alcuni trucchetti semplici per pulire i vasi “a fondo” senza lasciare residui!

Vediamoli insieme!

N.B Vi consigliamo di consultare sempre le indicazioni del produttore prima di cimentarvi nella pulizia dei vostri vasi con i nostri rimedi.

Riso e aceto bianco

Il primo rimedio che vogliamo consigliarvi consiste nell’utilizzare il riso e l’aceto bianco.

Entrambi gli ingredienti, infatti, sono efficaci per eliminare le incrostazioni e per rimuovere lo sporco accumulato.

Aggiungete, quindi, il riso nel vaso e aggiungete, poi, dell’aceto bianco.

L’acidità dell’aceto scioglierà l’incrostazione mentre i chicchi di riso faranno sì che si stacchi nel giro di pochi minuti.

Infine risciacquate con acqua e lasciatelo asciugare all’aperto in modo naturale.

E voilà: il fondo del vostro vaso sarà pulito più che mai!

Bicarbonato

Un altro rimedio molto efficace consiste, invece, nell’utilizzare il bicarbonato. Anche questo ingrediente, infatti, è in grado di sgrassare a fondo grazie alla sua leggera azione abrasiva.

Aggiungete, quindi, 3 cucchiai di bicarbonato sul fondo del vaso e versate, poi, un po’ acqua tiepida o calda.

Vi ricordiamo, però, di non utilizzare acqua bollente soprattutto in casi di vasi di vetro perché potrebbero spaccarsi.

In alternativa all’acqua tiepida, potete anche versate un po’ di aceto caldo.

Il mix degli ingredienti, infatti, produrrà una leggera effervescenza in grado di ammorbidire e di rimuovere i depositi di sporco e le incrostazioni presenti nel fondo del vaso.

Acido citrico

Se, invece, il vaso risulta solo opacizzato e presenta macchie di calcare, potete anche utilizzare l’acido citrico.

Questo ingrediente è un anticalcare naturale più ecologico rispetto all’aceto, pur presentando la sua stessa efficacia.

Sciogliete, quindi, 50 grammi di acido citrico in circa 300 ml di acqua calda. Versate, poi, la soluzione così ottenuta nel vaso e lasciatela riposare per circa due ore.

Infine, risciacquate abbondantemente e voilà: il fondo del vostro vaso sarà libero da ogni macchia!

Pastiglia effervescente

Anche se vi può sembrare assurdo, le pastiglie effervescenti non sono utili solo per curare alcuni problemi di salute, ma anche per la pulizia domestica.

Grazie, infatti, alla loro effervescenza, le pastiglie sono in grado di rimuovere le macchie più ostinate.

Riempite, quindi, il vaso con acqua calda ma non bollente. Aggiungete, poi, una pastiglia effervescente come tachipirina e aspirina e lasciatela agire per circa 30 minuti.

Sentirete, infatti, “frizzare” e sarà proprio quella reazione ad ammorbidire lo sporco e a rimuovere le macchie.

A questo punto, svuotate il vaso e risciacquatelo con acqua e qualche goccia di detersivo per piatti biologico.

Infine, lasciatelo asciugare per bene al sole e…addio macchie!

Per la pulizia esterna

I vasi, però, non si sporcano solo al loro interno, ma anche all’esterno perché è la parte più esposta.

Per questo, vediamo insieme gli ingredienti naturali da utilizzare per pulirli all’esterno.

Fondi di caffè

Un rimedio molto efficace per la pulizia esterna dei vasi consiste nell’utilizzare i fondi di caffè.

Innanzitutto, aggiungete 3 cucchiai di aceto in un pentolino e riscaldatelo per alcuni secondi fino a quando non sarà diventato caldo.

A questo punto, aggiungete i fondi di caffè in una ciotola e versate lentamente l’aceto appena riscaldato.

Mescolate il tutto fino ad ottenere una miscela omogenea.

Dopodiché, prendete un po’ di questa miscela così ottenuta e passatela sul vaso con una spugna.

Lasciatela agire per un po’, poi, risciacquatela con acqua calda fino a rimuovere l’aceto e il caffè.

Risciacquate il vaso e lasciatelo asciugare all’aria aperta.

Il vostro vaso sarà brillante come non mai!

Limone

Per la pulizia del vostro vaso, potete anche utilizzare il succo di limone.

Il limone, infatti, ha un potere sgrassante e pulente molto efficace ed è in grado di rimuovere le macchie più difficili.

Utilizzate, quindi, il succo naturale di un limone spremuto e versatelo sulla superficie esterna del vaso.

A questo punto, utilizzate un panno in microfibra per pulire e per asciugare.

Il vostro vaso avrà una lucentezza mai avuta prima!

Avvertenze

Vi ricordiamo di seguire sempre le indicazioni di produzione prima di provare i rimedi suggeriti sui vostri vasi.

Non utilizzare il limone, l’acido citrico e il l’aceto sulle superfici di marmo e pietra naturale.

Altri trucchetti casalinghi!

Tempo di pulizie domestiche? Non disperate! Scoprite tutti i segreti dei nostri rimedi naturali:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.