Come sbiancare i copricostumi e i camicioni senza rovinarli!

292
come-lavare-copricostumi

Quando siamo al mare o in piscina, oltre ai costumi, diventano nostri alleati anche i copricostumi o i camicioni che indossiamo per coprirci.

In più, questi rendono il nostro outfit da spiaggia davvero glamour! Come i costumi, però anche questi indumenti tendono a macchiarsi facilmente e ad ingiallirsi a causa dell’esposizione al sole o dell’utilizzo di creme solari.

Perciò, oggi vedremo insieme come sbiancarli in modo naturale e veloce, senza rovinarli!

Cotone

Poiché i copricostumi possono essere fatti di più materiali, vediamo insieme come trattare i diversi tessuti così da non danneggiarli.

Iniziamo dal cotone, una fibra molto utilizzata per i capi di abbigliamento e per la biancheria grazie alla sua versatilità.

Per sbiancare i vostri copricostume o camicioni di cotone, vi basterà metterli in ammollo per qualche ora in una bacinella contenente 2 litri di acqua tiepida, il succo di 3 limoni, e un cucchiaio di sale.

Dopodiché, risciacquate abbondantemente e lasciate asciugare gli indumenti lontano dalla luce diretta del sole. In alternativa, potete anche realizzare una pasta formata da 10 grammi di bicarbonato e il succo di 3 limoni e applicarla direttamente sull’eventuale macchia gialla. Lasciate, quindi, in posa circa 15 minuti e risciacquate.

Se volete lavare i vostri capi in cotone in lavatrice, ricordatevi sempre di utilizzare la temperatura del lavaggio tra i 30 e i 40 gradi e di girare al contrario tutti gli indumenti, in modo che la parte esterna sia più protetta, soprattutto se presenta decorazioni.

Con merletto

I copricostumi con dettagli in pizzo, o merletto, sono un must have dell’estate, in quanto molto versatili e romantici. Purtroppo, però, sono un po’ delicati, in quanto le trame di questo tessuto potrebbero strapparsi e rovinarsi.

Per questa ragione, ricordatevi sempre che bisogna lavarli a mano e non in lavatrice. In una bacinella contenente acqua fredda, quindi, versate un po’ di sapone di Marsiglia e 2 cucchiai di bicarbonato.

Lasciate, poi, i capi in ammollo per circa 15 minuti, dopodiché risciacquate con acqua senza strizzare mai l’indumento e lasciatelo asciugare lontano dalle fonti di luce diretta.

Un altro trucchetto per sbiancare i vostri capi ingialliti in pizzo consiste nel metterli in ammollo in una bacinella contenente latte per circa due ore. Al termine, risciacquate e procedete con il comune lavaggio.

N.B Non lavate mai insieme pizzi di colori differenti per evitare che i capi più scuri possano macchiare i più chiari.

Lino

Infine, vediamo insieme come trattare e sbiancare gli indumenti di lino, un materiale molto gettonato per combattere la calura estiva grazie alla sua freschezza.

Innanzitutto, è bene ricordare che può essere lavato in lavatrice ma a una temperatura massima di 60°per i bianchi e non più di 40 per i colorati.

Per sbiancare questi tessuti, però, c’è un trucchetto della nonna molto efficace che consiste nel mettere in ammollo i capi in una bacinella contenente un cucchiaio di aceto e il succo di un limone.

Lasciatelo lì anche per una notte intera, dopodiché procedete con il lavaggio a mano o in lavatrice.

Per il lavaggio a mano, potete utilizzare il sapone di Marsiglia: mettete, quindi, qualche scaglia di questo sapone in una bacinella con acqua non troppo calda e mettete in ammollo il copricostume o il camicione.

Infine, risciacquate e lasciatelo asciugare all’ombra perché il sole potrebbe macchiarlo ulteriormente. E voilà: i vostri copricostume saranno più bianchi che mai!

Avvertenze

I nostri rimedi sono delicati e non aggressivi; tuttavia, consultate sempre le etichette di lavaggio per essere certe, quindi, che i rimedi non comportino danni.

Altri consigli per la casa

Ecco altri consigli che vi saranno utili in casa:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.