Come togliere gli aloni dalle piastrelle del bagno? Facile, con questo trucchetto fai da te!

591
aloni-piastrelle-bagno

Avere il bagno e la doccia sempre pulite può essere una gran fatica perché questo ambiente può accumulare molta umidità e calcare che gli conferiscono un aspetto non proprio bello.

Quante volte, infatti, vi è capitato di vedere aloni sulle piastrelle o vederle così opacizzate da sembrare quasi sporche? Immagino spesso! Questo, purtroppo, accade anche a causa delle goccioline di acqua che si depositano sulla superficie.

Per questo, oggi vedremo alcuni ingredienti casalinghi e naturali per pulire e per liberare le piastrelle del bagno e della doccia da questi aloni!

Aceto

Il primo rimedio che vogliamo consigliarvi consiste nell’utilizzare l’aceto, un ingrediente dalle proprietà pulenti e lucidanti, in grado di eliminare sporco, calcare e aloni.

Mischiate, quindi, 300 ml di aceto e 700 ml di acqua e travasate la miscela così ottenuta in uno spruzzino. Se lo preferite, poi, aggiungete 3-4 gocce del vostro olio essenziale preferito. Vi consigliamo fragranze agrumate come l’olio essenziale di limone.

A questo punto, vaporizzate la soluzione sulle piastrelle del vostro bagno o doccia. Lasciate agire per qualche minuto. Dopodiché rimuovete il tutto con un panno umido e pulito.

Limone

Un altro rimedio molto efficace per pulire le piastrelle e rimuovere la patina opacizzante prevede l’utilizzo del limone, in grado di lucidarle e sbiancarle.

Tagliate, quindi, un limone in due parti e usate le singole metà come se fossero delle spugne. Strofinate, quindi, la metà sulle piastrelle e concentratevi, in particolar modo, sui punti in cui sono presenti gli aloni o le macchie di calcare.

Lasciate agire per un po’, dopodiché, utilizzate una spugnetta per rimuovere i residui. Infine, risciacquate e asciugate con un panno morbido asciutto.

Bicarbonato

Una volta parlato dell’aceto e del limone, come si può non citare il bicarbonato? Le proprietà smacchianti di questo ingrediente, infatti, sembrano ridonare candore alle piastrelle “spente”.

Mescolate, quindi, il bicarbonato q.b con un po’ di acqua, fino ad ottenere una sorta di pasta. A questo punto, servitevi di una spugnetta morbida e applicate il composto cremoso così ottenuto sulle piastrelle.

Strofinate, poi, risciacquate bene e asciugate tutto accuratamente. Ricordatevi, infatti, che lasciare le piastrelle bagnate è la causa principale degli aloni.

Pasta pulente

Questo rimedio è efficace per una pulizia molto profonda e per rimuovere anche alcune macchie molto ostinate.

Per preparare questa pasta pulente, avrete bisogno di:

Mescolate tutti gli ingredienti gradualmente, in modo che si formi un composto cremoso, poi, prendete una spugnetta e iniziate con l’applicazione.

Per raggiungere gli angoli più difficili, utilizzate un vecchio spazzolino da denti morbido. Infine, rimuovete l’eccesso con un panno e risciacquate accuratamente. Le vostre piastrelle saranno come nuove!

N.B Vi consigliamo di utilizzare sempre l’acqua ossigenata a bassi volumi per non irritare la pelle e di indossare, in ogni caso, dei guanti.

Questo metodo è ottimo anche per le fughe, ecco un video dettagliato della pulizia:

Alcol

Come abbiamo già detto, le piastrelle del bagno sono soggette alla formazione di aloni, a causa del contatto continuo con le gocce di acqua e diventano, così, opache.

E cosa c’è di meglio dell’alcol denaturato? Questo prodotto, infatti, si rivela infallibile contro gli aloni che si formano a causa del vapore e del sapone.

Il procedimento è molto semplice. Vi basterà prendere l’alcol denaturato e, con l’aiuto di una spugnetta, passarlo sulle piastrelle.

Una volta passato l’alcol, dovete risciacquare con acqua tiepida e passare un panno in microfibra. Gli aloni saranno definitivamente scomparsi.

Come prevenire gli aloni

Una volta visto come rimuovere gli aloni dalle piastrelle, vediamo insieme alcuni accorgimenti per prevenire la loro formazione.

Innanzitutto, ciò che davvero è importante per mantenere l’umidità lontana dal vostro bagno è pulire le piastrelle ogni giorno. In questo modo, è possibile anche scongiurare la formazione di muffa.

Oltre alla pulizia quotidiana del vostro bagno, è molto utile, anche se può sembrare noioso, usare un tergi vetro dopo aver pulito. I tergi vetro, infatti, servono ad eliminare l’umidità e le goccioline di acqua sulle piastrelle. Fate, quindi, scorrere sempre la spatola sulle piastrelle subito dopo averle lavate o aver fatto la doccia.

Avvertenze

Non utilizzate l’aceto e il limone sulle superfici di marmo e pietra naturale. Si consiglia sempre di provare i metodi indicati in un angolo non visibile delle superfici da trattare.

Per un bagno sempre pulito!

Se avete voglia di conoscere altri trucchetti per un bagno sempre pulito, ecco altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.