Come sbiancare gli Angoli della Doccia e del Bagno che hanno la muffa

1267
sbiancare-angoli-doccia-con-muffa

Spesso, negli angoli del bagno e, in particolare, negli angoli della doccia, tendono a formarsi macchie di muffa, che si presentano come macchie nere di sporco.

Purtroppo, questo accade a causa dell’alta concentrazione di umidità che troviamo in questo ambiente, a causa dei vapori della doccia.

Per fortuna, però, esistono dei rimedi in grado di togliere la muffa dagli angoli del bagno e della doccia in maniera facile e veloce. Vediamoli insieme!

Bicarbonato

Partiamo dal bicarbonato, un ingrediente da dispensa in grado di pulire, smacchiare e sgrassare le superfici senza danneggiarle, grazie alla sua leggera azione abrasiva.

Per usarlo in questo caso, quindi, dovrete mescolare 4 bicchieri di acqua e un bicchiere di bicarbonato in una ciotola fino ad ottenere una sorta di crema.

A questo punto, servitevi di uno spazzolino o una spugnetta, per applicare il composto negli angoli del bagno o della doccia e lasciate agire per circa 20 minuti. Infine, non vi resta che risciacquare il tutto e voilà: le macchie di muffa saranno solo un brutto ricordo!

Limone

Un secondo rimedio molto efficace in caso di macchie di muffa prevede l’utilizzo del limone, il quale vanta proprietà sgrassanti, disinfettanti e sbiancanti. Non a caso, è usato per conferire al bucato il candore iniziale senza ricorrere alla candeggina!

Mescolate, quindi, metà bicchiere di succo di limone e 4 cucchiai di bicarbonato fino a formare una sorta di pasta e applicatela, poi, negli angoli che presentano il “nero” della muffa. Poi, servitevi di uno spazzolino da denti vecchio o di una spugnetta non abrasiva per strofinare accuratamente. Infine, risciacquate.

In alternativa, potete anche versare il succo di 1 limone grande su un panno che poggerete direttamente sugli angoli interessati e lasciare agire per circa 1 ora. Infine, risciacquate abbondantemente aiutandovi con una spugnetta e il gioco è fatto!

Aceto

Dopo il bicarbonato e il limone, come potevamo non menzionare l’aceto, in grado di rimuovere lo sporco più ostinato su gran parte delle superfici? Vi ricordiamo, inoltre, che questo ingrediente è una manna dal cielo anche per togliere le macchie gialle dai sanitari!

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Versate, quindi, metà quantità di aceto e metà di acqua in un flacone spray, dopodiché agitate per amalgamare bene gli ingredienti. A questo punto, non vi resta che vaporizzare la miscela negli angoli del bagno ammuffiti e lasciate agire per un po’. Infine, strofinate con una spugna morbida per rimuovere il “nero” e risciacquate: addio muffa dagli angoli del bagno!

N.B Vi ricordiamo di non utilizzare l’aceto, l’acido citrico e il limone in caso di piastrelle di marmo o pietra naturale perché potreste corroderle.

Acido citrico

Oltre all’aceto, potete anche utilizzare l‘acido citrico, un composto derivante dagli agrumi in grado di sgrassare, sbiancare e rimuovere la muffa. Inoltre, è una manna dal cielo grazie alla sua aziona anticalcare in grado di pulire a fondo gli elettrodomestici!

In 1 litro di acqua, quindi, mescolate 150 grammi di acido citrico e travasate, poi, la miscela così ottenuta in un flacone spray. A questo punto, vaporizzatela sugli angoli della doccia e del bagno sporchi di muffa e lasciate agire per qualche minuto. Infine, strofinate con uno spazzolino o spugnetta e gli angoli torneranno bianchi in un batter d’occhio!

Trucchetto dell’ovatta

Infine, vediamo il trucchetto dell’ovatta che può essere utilizzato negli angoli più stretti in modo da rimuovere le macchie nere di muffa in maniera facile e veloce. Tutto ciò di cui avrete bisogno sarà:

  • 400 ml d’acqua
  • 2 cucchiai di acqua ossigenata
  • 1 cucchiaio di sale fino
  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • ovatta q.b.

Sciogliete, quindi, il bicarbonato e il sale nell’acqua in un pentolino e portatelo ad ebollizione. Dopodiché, aggiungete anche l’acqua ossigenata e spegnete il fuoco.

Una volta che la miscela sarà tiepida e non più calda, immergete completamente i batuffoli d’ovatta o i dischi di cotone nella soluzione e, senza strizzarli, posizionateli lungo gli angoli, facendoli ben aderire. A questo punto, dovrete lasciarli agire per circa un’ora, prima di toglierli e risciacquare il tutto: addio muffa!

Come prevenire la formazione di sporco, calcare e muffa

I rimedi visti finora vi aiuteranno a rimuovere macchie di muffa depositate negli angoli del vostro bagno. Ma come fare per prevenire la loro formazione? Semplice, vi basterà seguire alcuni accorgimenti!

Innanzitutto, vi raccomandiamo di far arieggiare sempre il bagno di tanto in tanto e utilizzare un termoventilatore sia durante la doccia sia per la mezz’ora successiva così da assorbire l’umidità in eccesso. L’altra concentrazione di umidità, infatti, è la causa primaria della formazione della muffa.

Altrettanto importante per evitare la muffa nel box doccia è risciacquare sempre i vetri, le piastrelle e il piatto dopo aver fatto la doccia e asciugarli accuratamente, servendovi, se possibile di un tergi-vetro.

Avvertenze

I nostri rimedi sono innocui e delicati perciò potrebbero non “funzionare” in caso di muffe nere ostinate. In tal caso, vi consigliamo di contattare uno specialista. Utilizzate sempre guanti e mascherina quando volete pulire macchie di muffa.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.