Come togliere l’opaco dai rubinetti e farli tornare come nuovi?

8195
come-togliere-opaco-rubinetti

Molto spesso, ci dedichiamo alla pulizia del bagno e della cucina senza soffermarci sui rubinetti che, invece, necessiterebbero di una cura particolare.

I rubinetti, infatti, tendono a presentare spesso una patina sulla superficie che li rende vecchi e opachi.

La patina che vediamo, in realtà, è dovuta al calcare, ovvero un composto di calcio che si deposita sulle superfici che entrano regolarmente in contatto con l’acqua.

Per questo, è necessario prendersi cura di loro e pulirli a fondo di tanto in tanto in modo da renderli lucenti come se fossero nuovi.

A tal proposito, oggi vedremo insieme rimedi naturali per togliere l’opaco dai vostri rubinetti in maniera facile e veloce.

N.B Vi consigliamo di consultare sempre le indicazioni del produttore così da non danneggiare il prodotto.

Bicarbonato di sodio

Il primo rimedio che vogliamo proporvi consiste nell’utilizzare il bicarbonato di sodio, un prodotto molto versatile utilizzato per pulire molte cose, comprese le macchie di calcare o l’opaco dai rubinetti.

Il bicarbonato, infatti, svolge una leggera azione abrasiva che lo rende un rimedio anticalcare molto efficace.

Diluite, quindi, il bicarbonato con acqua calda fino a formare una sorta di pasta, dopodiché, applicatela sui rubinetti da pulire.

Strofinate poi sulla pasta con uno spazzolino da denti vecchi. Lasciate agire per un po’, risciacquate il rubinetto con acqua tiepida e asciugatelo accuratamente per non lasciarlo umido.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Aceto

Un altro rimedio molto efficace in questi casi prevede l’utilizzo dell’aceto di vino bianco, un ingrediente noto per le sue proprietà sgrassanti e pulenti.

Prendete, quindi, una buona quantità di aceto di vino bianco e versatelo direttamente su una spugna.

A questo punto, strofinate la spugna sui rubinetti del bagno, insistendo in particolare sulle macchie di calcare e sulle parti più opache.

Lasciate agire per un po’ e risciacquate.

Per l’imbocco dei rubinetti, provate, invece, ad appoggiare un po’ di cotone idrofilo imbevuto di aceto. Poi, avvolgete il rubinetto con una pellicola per circa mezz’ora. Infine, risciacquate tutto e asciugate con un panno morbido.

Il vostro rubinetto sarà splendente come non mai!

N.B Vi ricordiamo sempre di evitare l’utilizzo dell’aceto sul marmo o su pietra naturale perché potrebbe corrodere le superfici.

Video per te

Se l’opaco e il calcare dei rubinetti è la nostra gatta da pelare, ecco un video utile per la pulizia!

Limone

Per eliminare l’opacità dai vostri rubinetti, potete anche utilizzare il limone.

Prendete, quindi, la metà di un limone, utilizzatela come se fosse una spugna e strofinatela sulle superfici dei vostri rubinetti. Per rendere più efficace questo rimedio, potete anche aggiungere il bicarbonato di sodio sulla superficie del limone.

In questo modo, infatti, il potere abrasivo del bicarbonato si combinerà con l’azione anticalcare dell’acido citrico contenuto nel limone.

Infine, sciacquate a asciugate accuratamente con un panno morbido. E voilàrubinetti più lucenti che mai!

N.B Vi ricordiamo, però, di non utilizzare mai il limone sulle superfici di marmo o su pietra naturale perché potrebbe corroderle.

Acido citrico

In alternativa all’aceto, potete anche utilizzare l’acido citrico, un’alternativa più ecologica dell’aceto ma comunque molto efficace.

Prendete, quindi, circa 150 ml di acido citrico e versatelo in 1 litro di acqua demineralizzata. Spruzzate, quindi, questa miscela sul rubinetto e lasciatela agire per circa 10 minuti. Dopodiché, risciacquate con acqua abbondante.

Attenzione! Come il limone e l’aceto, anche l’acido citrico non va usato su superfici in marmo o pietra perché potrebbe opacizzarle. Meglio sempre assicurarsi della qualità del materiale prima di iniziare con la pulizia.

Farina

Nonostante questo rimedio possa sembrarvi un po’ strambo, in realtà si rivela molto efficace per rendere lucenti le superfici dei nostri rubinetti ormai opacizzati.

Di cosa stiamo parlando? Della farina!

Tutto ciò che dovete fare è asciugare prima il rubinetto completamente, in modo da evitare che la farina si appiccichi con l’acqua successivamente.

Dopodiché distribuite la farina sul rubinetto e strofinate delicatamente con un panno.

Raccogliete la farina in eccesso per non rischiare di otturare gli scarichi e risciacquate con acqua tiepida.

Il rubinetto brillerà come se fosse nuovo!

Olio di oliva

Infine, vediamo l’ultimo rimedio: l’olio di oliva.

Questo ingrediente, che sicuramente avrete in dispensa, infatti, è in grado di conferire una lucidatura perfetta al vostro rubinetto e rimuovere quella patina che non gli permette di brillare.

Tutto ciò che dovrete fare è aggiungere alcune gocce di olio di oliva su un panno in microfibra morbido.

Dopodiché, passatelo su tutta la superficie del vostro rubinetto più volte. Lasciate agire per qualche minuto, poi, passate un panno morbido imbevuto in aceto bianco così da rimuovere ogni traccia di olio.

A questo punto, pulite con un panno imbevuto in acqua tiepida e asciugate accuratamente per non lasciare ulteriori aloni.

Vi sembrerà come nuovo!

Avvertenze

Vi consigliamo di non utilizzare i seguenti prodotti in caso di allergia o di ipersensibilità rispetto a una o più delle componenti. Inoltre, vi suggeriamo di consultare il vostro medico di fiducia in caso di allattamento o gravidanza.

Altri consigli

Se siete in vena di pulizia, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.