I migliori oli essenziali per l’insonnia

2000
olio_essenziale_insonnia

Molto spesso dobbiamo fare i conti con alcuni disturbi che sono molto comuni, ma che possono incidere sul solito andamento della giornata. Sto parlando dell’insonnia, che altera il naturale ciclo del sonno facendoci sentire stanchi e spossati.

Le cause possono essere diverse: ansia, stress, l’assunzione di alcune sostanze stimolanti come il caffè ma anche farmaci.

La natura, però, ha sempre tanto da offrirci. Gli oli essenziali sono apprezzati per le loro virtù benefiche e anche in caso di insonnia possono dare una mano.

Scopriamo insieme quali sono i migliori oli essenziali per contrastare l’insonnia.

Lavanda

In caso di insonnia, si ha difficoltà a dormire e si prova una forte sensazione di agitazione. Ed è proprio in momenti come questi che la lavanda può accorrere in nostro aiuto.

L’olio essenziale di lavanda, oltre ad essere un antibatterico naturale, svolge un’azione calmante e sedativa. Il suo profumo unico e inimitabile, agisce sul sistema nervoso rilassandolo completamente.

1 o 2 gocce di questo olio essenziale possono essere applicate sul cuscino prima di coricarsi.

Bergamotto

Quando ci si sente particolarmente tesi, soprattutto pensando di non riuscire a dormire di notte, possiamo servirci dell’olio essenziale di bergamotto.

Il bergamotto, oltre alle sue proprietà lenitive, viene molto utilizzato in aromaterapia per contrastare gli stati di tensione e stress. Il suo profumo fresco e pungente, ha un effetto sedativo e favoriscono il buon umore.

Camomilla

La particolarità della camomilla sta proprio nel suo essere molto versatile in moltissime occasioni. Quanti di noi bevono una bella tazza del suo infuso quando vogliamo rilassarci?

Potremmo pensare subito alle sue virtù lenitive e calmanti, sia quando la beviamo sia quando vogliamo realizzare degli impacchi per le borse e le occhiaie.

Ecco, anche l’olio essenziale di camomilla è molto utile, soprattutto per chi si ritrova a “combattere” contro l’insonnia.

Gelsomino

Sono molti coloro che affermano che il gelsomino sia un ansiolitico naturale. Potremmo riconoscere il suo odore ovunque camminando per strada.

Conosciuto in antichità come il fiore dell’amore, il gelsomino ha effetti benefici sia per il corpo che per lo spirito.

Il suo olio essenziale, estratto dai petali, presenta una fragranza afrodisiaca in grado di alleviare ansie e favorire il sonno. Come la passiflora, anche questo fiore è efficace contro i disturbi del sonno.

Sandalo

L’olio di sandalo sembra trasportarci in terre esotiche che sanno d’Oriente. Si tratta di un olio molto particolare, da poter diffondere in casa ma anche nei luoghi dove di solito si pratica lo yoga.

La sua natura afrodisiaca, è utilizzata in aromaterapia per favorire il naturale ciclo del sonno. Inoltre purifica l’ambiente e conferisce una generale atmosfera di relax e tranquillità.

Come utilizzarli per l’insonnia

Per favorire il naturale andamento del sonno, gli oli essenziali possono essere adoperati in modo diverso, sempre sotto consiglio del naturopata:

  • 2,3 gocce da applicare tramite massaggio
  • 1 o 2 gocce sul cuscino (dipende poi dal singolo olio essenziale)
  • Preparare un bagno caldo a cui aggiungere qualche goccia di olio essenziale da diluire con un po’ di miele (5-7 gocce di olio in un cucchiaio)
  • Diffusore per ambienti

Controindicazioni

Poiché gli oli essenziali sono molto concentrati, devono essere adoperati con moderazione. Per questo è importante farsi consigliare dal proprio naturopata o dall’erboristeria di fiducia.

Si consiglia di evitarne l’uso in caso di allergie o ipersensibilità a una o più componenti. Inoltre è necessario consultare il medico se:

  • in stato di gravidanza o allattamento
  • patologie specifiche
Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.