Le migliori spezie ed erbe per la digestione

2591
migliori-spezie-per-digerire

Durante i pasti “settimanali”, cioè quelli che consumiamo di solito in una giornata lavorativa, cerchiamo di mantenerci leggeri e di mangiare sano.

Ma ci sono delle occasioni in cui si tende a mangiare un po’ di più. Una festa di compleanno, un matrimonio, feste natalizie o pasquali..

Sono occasioni speciali, ricche di gioia e condivisione. Ma sono anche occasioni in cui mettiamo a dura prova il nostro stomaco e digeriamo male, sentendoci pesanti e a volte anche con nausea.

Ma la natura ci offre sempre tantissimi rimedi. È il caso delle spezie, che posseggono tantissime proprietà terapeutiche.

Oggi vogliamo parlare delle migliori spezie che favoriscono la digestione, che possiamo aggiungere piatti, o consumare sotto forma di tisane e infusi.

Chiodi di garofano

Elisir di salute per la digestione. Questa spezia può essere aggiunta sia a piatti salati che a dolci. Inoltre, è uno degli ingredienti principali per preparare un ottimo Vin brulè.

Ricco di sostanze antiossidanti, come i flavonoidi, i chiodi di garofano sono un fondamentale alleato per contrastare anche il senso di nausea. Ma grazie alle loro proprietà digestive, possono essere consumati anche in un infuso per favorire leggerezza allo stomaco.

Zenzero

Un solo alimento per tanti rimedi. Lo zenzero ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e digestive. Viene consumato in polvere o tagliata la radice, è un ingrediente che non può mancare nelle tisane per combattere anche i sintomi influenzali e del mal di gola.

Una tisana allo zenzero e limone si può preparare tagliando qualche pezzettino di radice di zenzero e lasciarlo bollire in una tazza d’acqua. Per rendere la bevanda ancora più fresca, possiamo aggiungere una fettina di limone.

Salvia

Questa coltivata fin dal Medioevo può essere impiegata per moltissimi usi. Con le foglie di Salvia possiamo preparare un ottimo infuso dall’azione digestiva e antisettica, oppure servircene per come antirughe naturale.

E vi dirò di più. Nel pieno del periodo invernale le nostre mani possono subire gli effetti del freddo e del vento. Ecco, la salvia è ottima anche per i geloni!

Per preparare una tisana alla salvia, puoi utilizzare sia le foglie fresche (7-8 foglie), oppure quelle secche (1 cucchiaio). Quando l’acqua sta per bollire, aggiungi le foglie e lasciale in infusione per 5 minuti (7-8 se preferisci un sapore più intenso). Filtra e sorseggiala poco a poco.

Semi di finocchio

Questi semini sono ottimi da aggiungere nei piatti in cucina. Danno quel sapore in più, piacevole e particolare.

I semi di finocchio sono utili sia per favorire la naturale digestione, sia contro i dolori mestruali e il gonfiore addominale, che spesso è associato al meteorismo.

Una manciata di semi di finocchio messi a bollire con mezzo litro di acqua sono sufficienti a preparare un infuso contro pesantezza di stomaco e cattiva digestione.

Rosmarino

Adoro il rosmarino. Quando è aggiunto al pollo o ad altre pietanze, conferisce un sapore unico.

Pianta dalle mille virtù, può essere coltivata comodamente a casa, così possiamo averla sempre fresca.

Non dobbiamo però trascurare le tante virtù benefiche del rosmarino, digestivo e antiossidante naturale. Anche in questo caso, può essere consumato in una tisana.

Cannella

Anche se è la spezia natalizia per eccellenza, la cannella può far bene tutto l’anno. Non smetteremo mai di elencarne tutti i benefici:

  • attenua i sintomi influenzali, grazie alle sue proprietà antibatteriche e antimicotiche
  • è ricco di antiossidanti, utili a contrastare l’azione dei radicali liberi
  • stimola e protegge il sistema immunitario
  • aiuta a bruciare i grassi e accelerare il metabolismo

Ovviamente, facilita la digestione e riduce il gonfiore addominale. Per preparare una gustosa tisana alla cannella, potete immergere un bastoncino (o un cucchiaino di cannella in polvere) in 125 ml di acqua arrivata a bollore.

Dopo circa 10 minuti, potete filtrare il liquido e bere la tisana ancora calda. Se volete, potete aggiungere un cucchiaino di miele o un po’ di stevia.

Menta

La menta è buonissima. Quel sapore fresco che ricorda i cibi più buoni. È il mentolo, infatti, che conferisce alla menta quell’unicità che l’ha resa una delle erbe più utilizzate anche nell’antica Grecia.

Se dopo una “bella mangiata” sentite quella spiacevole pesantezza di stomaco, la menta fa proprio per voi. Come le altre spezie menzionate, è nota soprattutto per le sue proprietà digestive producendo un effetto rinfrescante e purificante.

Se volete gustare una tisana alla menta, potete mettere in acqua bollente 1 cucchiaino di foglie secche (2 se sono fresche) e lasciar riposare per 5-7 minuti. Dopo averla filtrata, è pronta per essere bevuta.

Controindicazioni

Nonostante le spezie siano un toccasana per la salute, si consiglia di evitarne l’assunzione in caso di allergie o ipersensibilità a una o più componenti.

Il consumo eccessivo di alcune di esse può provocare alcuni effetti collaterali. Per esempio, la cannella se utilizzata in dosi eccessive e per lungo tempo può provocare danni al fegato.

Oppure lo zenzero può provocare mal di stomaco o, se non masticato bene, a blocchi intestinali. Per chi fa uso di farmaci anticoagulanti questo alimento può interferire con l’efficacia del farmaco.

Per questo, è sempre meglio chiedere prima consiglio al proprio medico sia se si hanno patologie gravi e meno gravi, sia in stato di gravidanza o allattamento.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.