5 Trucchetti per eliminare la muffa negli angoli delle finestre!

572
muffa-finestre

La muffa, purtroppo, è un problema che accomuna un po’ tutte noi.

Tutte, infatti, abbiamo affrontato almeno una volta nella vita il problema della muffa all’interno delle nostre mura domestiche.

Solitamente, si forma per due motivi: per un tasso di umidità molto alto e per una circolazione dell’aria insufficiente in casa.

Quando, infatti, l’umidità supera una certa soglia, inizia a generare le spore che poi porteranno alla formazione delle temute macchie di muffa.

La condensa che si forma, quindi, sulle pareti, sulle finestre e sulle porte ben presto si trasforma in macchia umida nerastra.

In particolare, oggi, ci concentreremo sulla muffa che si forma negli angoli delle finestre.

Questo problema è piuttosto frequente, ma sarete felici di sapere che esistono dei rimedi naturali per liberarsene.

Vediamo insieme quali sono!

N.B Utilizzate sempre guanti e mascherina quando venite a contatto con macchie di muffa; la muffa, infatti, potrebbe essere dannosa per la vostra salute. Questi metodi sono indicati per macchie piccole. In caso di macchie più ingenti contattare chi è di competenza.

Succo di limone

Innanzitutto, il primo rimedio che vogliamo proporvi per eliminare la muffa dagli angoli delle vostre finestre consiste nell’utilizzare il succo di limone.

Iniziate, quindi, con il versare un po’ di bicarbonato direttamente sulla macchia di muffa.

Tamponate, poi, con un panno imbevuto di acqua calda e lasciate agire il bicarbonato per circa mezz’ora.

In uno spruzzino, poi, aggiungete dell’acqua, metà cucchiaio di bicarbonato e il succo di un limone.

Spruzzate un po’ di questa miscela sulla macchia cosparsa di bicarbonato. Utilizzate, poi, la parte abrasiva di una spugna per rimuovere lo sporco e la muffa.

Continuate a spruzzare la soluzione più volte fino a quando la macchia non sarà totalmente sbiancata.

Il limone risulterà davvero molto efficace grazie alla sua potente azione sbiancante e pulente.

Addio muffa!

Bicarbonato

Il secondo rimedio che potete provare per rimuovere la muffa dagli angoli della finestra è il bicarbonato.

Questo ingrediente, infatti, è tra i detergenti antimuffa naturali più utilizzati anche dalle nostre nonne.

Prendete, quindi, 3 cucchiai di bicarbonato di sodio e 3 cucchiai di sale fino da cucina.

Versateli all’interno di una bacinella contenente un litro di acqua.

Mescolate, quindi, tutti gli ingredienti e versate, poi, la soluzione in un flacone spray.

Per un’azione più efficace e in caso di macchie molto difficili da rimuovere, potete aggiungere anche 3 cucchiai di acqua ossigenata 3%.

Spruzzate, quindi, la miscela sulla macchia che volete rimuovere e lasciate agire per circa 10 minuti.

Dopodiché, utilizzate uno spazzolino e strofinate. Infine, tamponate con un panno umido.

Potete ripetere l’operazione più volte fino a quando la muffa sarà rimossa.

VIDEO SU COME TOGLIERE LA MUFFA

Aceto bianco

Un altro rimedio molto efficace per eliminare le macchie di muffa è l’aceto di vino bianco.

Questo ingrediente, infatti, è molto noto per la sua capacità di rimuovere macchie di calcare e di muffa.

Aggiungete, quindi, 1 tazzina di aceto in circa un litro di acqua. Mescolate bene gli ingredienti per farli amalgamare e versate il tutto in un flacone spray.

Spruzzate, quindi, la soluzione negli angoli della vostra finestra ammuffita e lasciatela agire per circa 20 minuti.

Utilizzate, poi, una spugnetta per strofinare delicatamente e cercate di rimuovere tutto il nero della muffa.

Infine, passate un panno umido per pulire.

Per un effetto più efficace, potete anche aggiungere due cucchiai di bicarbonato per una maggiore azione abrasiva e sbiancante.

Acido citrico

In alternativa all’aceto, potete anche utilizzare l’acido citrico, più ecologico e con un minor impatto ambientale.

L’acido citrico si presenta come una polvere bianca in grado di eliminare le macchie di muffa grazie al suo potere sbiancante e alla sua azione anticalcare.

Prendete, quindi, 150 grammi di acido citrico e versateli in un litro circa di acqua.

Mescolate gli ingredienti, dopodiché versate la miscela in un flacone spray.

Spruzzatela sulla macchia di muffa e lasciatela agire per circa 20 minuti, poi strofinate con una spugnetta delicatamente così da rimuovere tutto la macchia.

E voilà: i vostri angoli della finestra saranno puliti come non mai!        

Spray antimuffa con acqua ossigenata

In caso di muffa molto ostinata e difficile da rimuovere, abbiamo qui il rimedio che fa per voi: uno spray antimuffa.

Preparate una soluzione con:

  • 700 ml di acqua
  • 2 cucchiai di acqua ossigenata 30 volumi
  • 2 cucchiai di sale fino
  • 2 cucchiai di bicarbonato.

Sciogliete, quindi, il sale e il bicarbonato nell’acqua. Dopodiché, aggiungete l’acqua ossigenata.

Versate il tutto in un flacone con spray e agitate bene.

A questo punto, spruzzatelo sulla superfici e la muffa sarà solo un brutto ricordo!

Attenzione! Ricordatevi di indossare i guanti in lattice a contatto con l’acqua ossigenata.

A concentrazioni così elevate, infatti, l’acqua ossigenata ha un alto livello di irritabilità e tossicità soprattutto se ingerite.

Avvertenze

L’acqua ossigenata a 30 volumi è ritenuta tossica, pertanto utilizzatela con molta attenzione e indossate sempre mascherine e guanti.

Contattare uno specialista anche in caso di muffe nere molto ostinate; queste infatti possono essere dannose per la salute.

Addio muffa!

Se volete altri consigli per combattere la muffa con rimedi naturali, ecco altri post interessanti:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.