In Lavatrice puoi fare il Lavaggio intelligente seguendo questi 7 Metodi

131
lavaggio-intelligente-lavatrice

Se dovessimo dare un premio all’elettrodomestico che usiamo maggiormente in casa, la lavatrice ne uscirebbe sicuramente vincitrice!

Infatti questa non solo viene usata ogni giorno, ma anche per più volte nell’arco di 24h dato che in casa non si finisce mai di prendersi cura del bucato.

Dunque come fare ad avere dei vestiti impeccabili nonostante i tantissimi lavaggi che si fanno a settimana?

Semplice, bisogna seguire delle piccole regole giornaliere che possono rivelarsi un grande aiuto!

Vediamo insieme 7 metodi per fare un lavaggio intelligente in lavatrice e avere panni sempre puliti!

Dividere bene

La prima cosa da fare sicuramente precede il lavaggio, sto parlando infatti di dividere bene gli indumenti.

Di solito si pensa solo alla divisione tra capi colorati e capi scuri, ma in realtà le divisioni, se vogliamo essere proprio precisi, andrebbero fatte in base ad altri fattori.

Primo tra questi è il tipo di tessuto che state andando a lavare, se avete dei capi in lana, sarebbe opportuno lavarli con altri capi in lana senza mischiarli col cotone, tessuto sintetico e quant’altro.

Un’altra distinzione da fare è tra i capi molto sporchi e quelli che hanno bisogno solo di un lavaggio veloce perché magari indossati per troppo tempo ma senza macchie.

Se si mettono insieme, i capi meno sporchi si stresseranno inutilmente e non saranno trattati con le temperature giuste.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Infine, nel caso volessimo proprio raggiungere un livello alto nella divisione dei capi, li si dovrebbe dividere in base alle etichette di lavaggio, e quindi raggruppare insieme quelli che hanno bisogno di determinate temperature, programmi, detersivi e così via.

Quantità di detersivo

Quanto detersivo bisogna mettere in lavatrice? Come si capisce se è troppo o troppo poco?

Beh, la risposta può essere data solo dall’esperienza!

Innanzitutto la quantità di detersivo va messa all’interno della lavatrice in base al carico che avete, è naturale che non potete mettere eccessivi tappi di prodotto se i capi da lavare non raggiungono nemmeno metà cestello.

Dovrete regolarvi col tempo tenendo presente che esagerare col detersivo non porterà alcun risultato migliore in quanto i pezzi in eccesso di prodotto resteranno attaccati alle fibre provocando cattivi odori e non facendoli ammorbidire.

Inoltre potreste prediligere detersivi naturali come quello con bicarbonato e sapone di Marsiglia!

Ammorbidente naturale

La questione dell’ammorbidente mette un po’ d’accordo e un po’ in disaccordo tutti allo stesso tempo!

C’è chi predilige un solo tipo, una sola fragranza o una sola marca, ma in realtà il mercato ci propina tante di quelle scelte diverse che a volte diventa davvero difficile!

Ebbene oggi io vi consiglio di abbandonare la confusione data da tutti questi prodotti e di affidarvi ai rimedi ecologici facendo un ammorbidente naturale in casa.

Questa potrebbe essere la via giusta per il risparmio economico, per non sprecare tempo e soprattutto prodotti che provate e non vi piacciono.

Centrifuga

Anche sulla centrifuga c’è un dibattito sempre aperto: è giusto o non è giusto azionarla?

In realtà, anche in questo caso, è bene riconoscere quali capi possono “sopportarla” e quali no. Per tale ragione quando lavate la lana o i tessuti molto delicati, vi consiglierei di ridurre al minimo i giri o di non impostarla.

Per asciugare l’acqua da questi indumenti, potreste avvolgerli in asciugamani doppie a fine lavaggio, in modo da assorbire più acqua possibile.

Altra cosa da tener presente è che la centrifuga strizza sì i panni, ma forma anche delle pieghe, dunque per chi vuole evitare di stirare, dovrebbe ridurre notevolmente i giri.

Temperature

Veniamo adesso alle temperature, un tema semplice da affrontare in quanto non risulta troppo complicato scegliere quella giusta.

Sulle etichette di lavaggio dei panni, inoltre, viene proprio specificata la temperatura ottimale per avere il tessuto perfetto per non ridimensionarlo o sbiadirlo.

Le lavatrici moderne, inoltre, permettono di scegliere non solo tra varie temperature, ma anche tra tante modalità e programmi di lavaggio che rendono maggiormente efficiente tutto il ciclo di lavaggio!

Quindi bisogna stare solo attenti alle istruzioni riportate sugli indumenti.

Carico pieno

Questo consiglio è per un lavaggio intelligente non solo in termini di panni puliti, ma anche per risparmiare sulla bolletta.

Molte persone prediligono fare tanti lavaggi al giorno con un carico minimo perché non riescono a vedere i panni accumulati nel cesto.

In realtà, se si aspettasse di poter fare un carico bello pieno in lavatrice, si impiegherebbero meno forze, meno acqua e meno prodotti.

Usare elettrodomestici come lavatrice o lavastoviglie facendo un carico pieno è la soluzione migliore per non avere una bolletta salata!

Programmazione

In ultimo vediamo come ottimizzare la programmazione della lavatrice!

I panni puliti si ottengono sicuramente in fase di lavaggio, ma non serve a nulla fare un ciclo di lavaggio perfetto, se poi si lasciano marcire i panni nel cestello per ore ed ore.

Quando si va incontro ad una situazione del genere per mancanza di tempo, accade non solo che i panni si possono macchiare tra loro, ma si induriscono, formano delle pieghe e generano cattivi odori anche nella lavatrice a causa della puzza di umidità.

A tal proposito nomino di nuovo le lavatrici moderne che permettono, tra le tante cose, di programmare l’orario in cui si vuol dare il via al lavaggio.

In questo modo potete impostare un’ora in cui sapete che a fine del ciclo potrete cacciarli subito dal cestello e stenderli all’aria aperta!

Avvertenze

Vi ricordo di leggere sempre le etichette di lavaggio per avere un lavaggio ottimale.

Nel caso in cui la vostra lavatrice dovesse dare dei problemi a prescindere da tutto, è necessario sentire il parere di un esperto.