Come scegliere il sapone adatto per il proprio corpo?

40

Il sapone, conosciuto fin dall’epoca dei sumeri, è certamente il vanto del popolo arabo che già dai primi anni della conversione islamica si dilettava nel suo raffinamento, declinandolo nelle più svariate essenze aromatiche. Ad oggi, sull’onda di una nostalgia crescente, fioriscono sempre più numerose botteghe artigianali saponarie, custodi di antiche ricette per la creazione di saponi detergenti adatti ad ogni esigenza.

Sono infatti innumerevoli le proprietà di questo comune cosmetico, spesso ingiustamente relegato a ruolo di second’ordine. Eppure l’intero corpo, compresi i capelli, possono beneficiare di questo irrinunciabile rito quotidiano.

Essenze per tutti i gusti e i tipi di pelle

Nei moderni calderoni di laboratori, rigorosamente artigianali, si rivisitano e creano instancabilmente ricette, mescolando ingredienti tradizionali ad altri meno consueti. Nascono così saponette dai profumi esotici e suggestivi, arricchite da fiori freschi, frutta, cereali e persino sabbia.

Sono ottimi i saponi tonificanti alla alghe giapponesi, quelli esfolianti all’avena dal caldo aroma di biscotti. Sfregati nei punti più critici, come addome, fianchi e cosce, riattivano la circolazione, mentre esfoliandola, rinnovano l’epidermide. La sabbia è invece perfetta per uno scrubs delicato, soprattutto su polpacci e ginocchia, spesso tormentati dalle follicoliti post depilazione.

Per le pelli più delicate e sensibili, sono impareggiabili i saponi alla calendula, camomilla e burro di karitè, tutte sostanze fortemente lenitive, idratanti e nutrienti. Chi ama la frutta può invece deliziarsi con gli aromi tipicamente estivi dei saponi agli agrumi adattissimi alle pelli grasse, o in alternativa all’albicocca e banane emollienti.

Per la pelle impura e problematica sono un toccasana le saponette allo zolfo, utilizzabili come detergente quotidiano.  Chi volesse appagare in primo luogo il senso olfattivo non può ignorare le profumazioni alla vaniglia e cacao dolce, al miele o allo zucchero a velo. Ma se trovate poco adatti a voi gli aromi zuccherini, lasciatevi pure avvolgere dalle note intense dell’ambra e del sandalo, eudermici e distensivi.

Saponi solidi per shampoo, balsamo e igiene intima

Gli integralisti del sapone potranno finalmente dire addio allo shampoo in bottiglia (con il ringraziamento della natura se di plastica), sono disponibili, infatti, shampoo e balsamo solidi. Anche in questo caso la scelta è vastissima: si va dagli antiforfora al ginepro, agli schiarenti alla camomilla o i morbidissimi sciogli nodi al cocco; di durata eccezionale, comodissimi inoltre da portare in aereo, ma proteggeteli sempre con un portasapone.

Anche la cura dell‘igiene intima, in particolare nell’uomo, può essere affidata all’intramontabile sapone di Marsiglia, a patto che lo compriate puro al 100%  (il sapone da bucato non va assolutamente bene). Un altro sapone dal fascino imperituro è quello di Aleppo, amato dalle regine Cleopatra e Zenobia di Palmira, è un prodotto anallergico e delicatissimo, adatto a tutti i tipi di pelle.

È costituito in massima parte da olio d’oliva e un piccolo restante da olio di bacche di alloro, dalle note virtù antisettiche e curative. Utilizzato persino come maschera cosmetica, per l’elevato contenuto di vitamina E e polifenoli ha un enorme potere antiossidante,  è nutritivo, cicatrizzante, antibatterico, ed inoltre rinforza i bulbi piliferi dei capelli.

Infine per gli amanti del fai da te, sono reperibili in qualsiasi libreria, dei ricchi manuali per la creazione casalinga di saponi. Potrete così dilettarvi in creazioni semplici ed originali, reperendo i materiali di primario uso, come oli vegetali e burri negli store specializzati.

Qualsiasi siano le vostre esigenze di pelle e capelli il sapone le soddisfa egregiamente,  a voi non resta che l’imbarazzo della scelta.