Come togliere le macchie gialle del tempo da lenzuola e tovaglie!

722
tovaglie-ingiallite

Ci sono degli oggetti che custodiamo con molta gelosia perché fanno parte del corredo che ci è stato donato con tanto amore e che, quindi, costituisce un ricordo.

Stiamo parlando delle lenzuola e delle tovaglie. Che le utilizziamo quotidianamente o che le abbiamo riposte nell’armadio, poco importa. Queste, infatti, inevitabilmente, con il tempo tendono ad ingiallirsi.

Per fortuna, però, esistono dei rimedi naturali e casalinghi per farle tornare bianche come se fossero nuove. Vediamoli insieme!

Limone

Il primo rimedio che vogliamo proporvi consiste nell’utilizzare il limone, un ingrediente dalle proprietà sbiancanti e sgrassanti in grado di riportare le vostre tovaglie e lenzuola al candore iniziale.

Tutto ciò che dovrete fare è tagliare, un paio di limoni a fette, versarli in una pentola contenente acqua e portare tutto ad ebollizione.

Versate, poi, il composto così ottenuto in una bacinella, facendo molta attenzione a maneggiare l’acqua bollente, e aggiungete al suo interno i tessuti ingialliti.

Lasciateli in ammollo per qualche ora, dopodiché risciacquateli e noterete che saranno più che bianchi che mai!

Bicarbonato

Come poteva mancare all’appello il tanto amato bicarbonato di sodio, la cui azione sbiancante era molto nota a partire già dalle nostre nonne?

Per far tornare bianche le vostre tovaglie e lenzuola ingiallite, dovete semplicemente versare tre cucchiai di bicarbonato in una bacinella contenente acqua calda e, per un effetto più efficace, diluite anche mezzo bicchiere di aceto.

Infine, lasciate poi i vostri indumenti in ammollo e risciacquateli. Ripetere più volte l’operazione se il giallo non è andato via.

Acqua ossigenata

Sebbene l’acqua ossigenata non sia un ingrediente propriamente naturale, ha un approccio totalmente ecologico e può, quindi, essere usata per sbiancare i capi bianchi.

Il procedimento è semplice, in quanto vi basterà solo aggiungerne un cucchiaio in una bacinella contenente acqua calda e aggiungere i tessuti ingialliti. Lasciateli in ammollo per circa mezz’ora e il gioco è fatto!

N.B Ricordatevi, però, di utilizzarla solo sui capi bianchi, perché potrebbe sbiadire le tonalità di quelli colorati. Inoltre, utilizzate l’acqua ossigenata a basse concentrazioni, perché quella a concentrazioni elevate potrebbe essere tossica.

Cremor tartaro

Anche se non è molto conosciuto, il cremor tartaro è un agente lievitante molto efficace per sbiancare i tessuti e rimuovere le macchie grigie o gialle. Perciò, fa al caso nostro!

Versate, quindi, una bustina di cremor tartaro in una bacinella contenente acqua calda. Immergete, poi, le tovaglie e le lenzuola ingiallite e lasciatele in ammollo per qualche ora.

Per un effetto più efficace, potete anche lasciarli in ammollo per tutta la notte. Infine, risciacquate e procedete al normale lavaggio.

Percarbonato di sodio

Infine, vediamo insieme un rimedio un po’ più strong: il percarbonato.

Anche in questo caso, sebbene questo ingrediente non sia propriamente naturale, ha un approccio totalmente ecologico e ci permette di sbiancare i tessuti senza utilizzare la candeggina.

Dal momento in cui il percarbonato si attiva grazie alle alte temperature, è consigliabile usare l’acqua almeno a 40-50°.

Aggiungete, quindi, un misurino di percarbonato in una bacinella contenente acqua calda e lasciate le lenzuola in ammollo per circa mezz’ora. Se lo sporco è ostinato, va bene anche tutta la notte. Infine, procedete al comune lavaggio.

N.B Il percarbonato non è adatto per i tessuti in microfibra, rayon, seta o lana. Inoltre è consigliabile usare sempre i guanti. Non confondete il percarbonato di sodio con il perborato, che presenta alti livelli di tossicità per l’ambiente. Il percarbonato potete trovarlo sia online che nei grandi supermercati.

In caso di macchie ostinate

Una volta visto come lavare le tovaglie e le lenzuola ingiallite dal tempo, vediamo insieme come rimuovere macchie particolarmente ostinate.

In questo caso, infatti, bisogna procedere con un pre-trattante fai da te. Vi basterà, quindi, realizzare una crema mescolando bicarbonato, sapone di Marsiglia liquido e una goccia di detersivo per piatti e mescolare bene.

Strofinate, quindi, la crema così ottenuta sulla macchia presente sul tessuto e lasciatela agire per qualche minuto. Dopodiché, procedete all’ammollo o al lavaggio.

In alternativa, potete utilizzare versare un po’ di acqua ossigenata su un batuffolo di cotone e tamponarlo sulla macchia gialla.

Altri consigli utili

Ma la lista dei consigli non è finita qua! Ci sono, infatti, altri accorgimenti da seguire per conservare al meglio le vostre lenzuola e tovaglie come se fossero state appena comprate.

Innanzitutto, è consigliabile far prendere sempre aria alle lenzuola conservate nell’armadio. Le tovaglie e le lenzuola, infatti, tendono ad ingiallirsi proprio perché restano al chiuso per troppo tempo.

Inoltre, fate attenzione ad accertarvi sempre che non abbiano o non siano fatte di merletto; in questo caso, infatti, bisogna procedere in maniera delicata così da non rovinarle irrimediabilmente.

Mettetele, quindi, in ammollo in una bacinella contenente acqua e sale per qualche ora o tutta la notte e lavateli, poi, a mano con il sapone di Marsiglia liquido, senza mai strizzarle.

Avvertenze

I rimedi proposti sono delicati e non aggressivi. Tuttavia, è sempre meglio leggere prima l’etichetta e le istruzioni di lavaggio fornite dal produttore.

Bucato sempre al top!

Ecco alcuni rimedi casalinghi per mantenere i vostri capi sempre al top e per rimuovere varie macchie!

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.