Come togliere la puzza di chiuso dalla valigia in modo semplice e naturale!

354
pulire-valigia

Dopo essere state chiuse nell’armadio durante i lunghissimi mesi invernali perché non utilizzate, ecco che arriva il momento di tirarle fuori. Di cosa stiamo parlando? Delle valigie, ovviamente!

Che sia per un weekend o per un viaggio più lungo, le valigie sono necessarie per trasportare il nostro guardaroba nelle location di vacanza. Purtroppo, però, dopo un anno intero che sono state chiuse, potremmo trovare odori non proprio piacevoli quando le apriamo.

Oggi, quindi, vedremo insieme alcuni rimedi casalinghi per togliere la puzza di chiuso dalle valigie in maniera facile e veloce.

Fogli di giornale

Anche se vi può sembrare troppo facile per essere vero, un primo metodo per rimuovere la puzza di chiuso dalla valigia consiste nell’appallottolare dei fogli di giornale da mettere poi all’interno della valigia per qualche giorno.

In caso di odore particolarmente forte, tipo l’odore di muffa, potete anche ripetere questo procedimento più volte e sostituire la carta ogni 2 o 3 giorni. Addio cattivi odori!

Pulizia profonda

Per assorbire i cattivi odori, occorre anche detergere e pulire a fondo la valigia con ingredienti in grado di assorbire e neutralizzare la puzza. E quale ingrediente migliore dell’aceto?

Realizzate una miscela composta dalla stessa quantità di acqua e aceto, travasatela in un flacone spray e nebulizzatela direttamente all’interno della valigia.

Passate, poi, un panno in microfibra e lasciatela asciugare completamente all’aria aperta. Ricordatevi, infatti, che un’asciugatura non adeguata può essere motivo di cattivi odori.

In alternativa all’aceto, potete anche utilizzare il succo di limone o il bicarbonato.

Bicarbonato

Il bicarbonato è un ingrediente che sicuramente tutte avrete in dispensa, noto proprio per la sua capacità di neutralizzare i cattivi odori.

In questo caso, quindi, tutto ciò che dovrete fare è cospargere il bicarbonato all’interno della valigia fino a ricoprire interamente il fondo. Chiudete, poi, la valigia e lasciate agire per almeno una notte.

Il giorno dopo, utilizzate l’aspirapolvere per rimuovere il bicarbonato, avendo cura di eliminare anche i residui di prodotto. E voilà: i cattivi odori saranno solo un brutto ricordo!

Ovviamente, potete lasciare agire il bicarbonato anche per più giorni (o una settimana) se notate ancora la puzza, così da far sì che possa assorbirla tutta.

In alternativa, se i cattivi odori dovessero persistere, potete anche mettere una ciotolina di bicarbonato nella valigia e chiuderla per qualche altro giorno.

Caffè macinato

Come il bicarbonato, anche il caffè è noto per le sue proprietà assorbenti, molto efficaci per rimuovere i cattivi odori da armadi, stanze e frigoriferi.

Anche in questo caso, quindi, vi basterà cospargere il fondo della valigia con il caffè macinato e lasciarlo agire per qualche giorno. Infine, rimuovetelo.

Per un effetto a lunga durata, potete anche mettere il caffè macinato in un vecchio collant o in un sacchettino, aggiungere qualche goccia di olio essenziale che più preferite e lasciarlo negli angoli della valigia.

Sarà la soluzione ideale per eliminare la puzza di chiuso, di muffa e di umidità dalla valigia!

Trucchetto del pane

Forse vi sembrerà piuttosto strambo, eppure sembra essere molto efficace in caso di cattivi odori in valigia. Stiamo parlando del trucchetto del pane.

Prendete, quindi, un piccolo pezzo di pane bianco e immergetelo nell’aceto bianco fino a impregnarlo del tutto. A questo punto, riponete il pane nella valigia, chiudetela e lasciatelo lì per circa 24 o 48 ore.

L’azione combinata del pane e dell’aceto farà sì che i cattivi odori siano assorbiti e totalmente eliminati.

Come prevenire i cattivi odori

Una volta visto come eliminare i cattivi odori in valigia dopo un anno che è stata chiusa, vediamo insieme come prevenire la loro formazione.

Pulizia ordinaria

Innanzitutto, vi consigliamo (anche se può risultare noioso) di pulire la valigia ogni due mesi con un panno inumidito con aceto e di lasciarla sempre asciugare bene per evitare la puzza di muffa. Oltre alla pulizia, è bene anche lasciarla prendere aria.

Se desiderate un’ulteriore alternativa per pulirla in modo naturale, sciogliete un cucchiaio raso di sapone di Marsiglia in scaglie in una bacinella d’acqua e utilizzate la miscela per pulire l’interno e l’esterno.

Infine, ricordatevi che è sempre meglio disfare subito la valigia e togliere subito le calzature, la biancheria e i capi da lavare, così da evitare la formazione dei cattivi odori.

La giusta conservazione

Per quanto riguarda la giusta conservazione, vi consigliamo di conservarla sempre in un posto fresco e asciutto e di non metterla mai in luoghi pieni di umidità e di muffa.

Se, invece, la riponete in luoghi abbastanza umidi, come sgabuzzini o cantine, allora mettete al loro interno dei sacchetti di cotone contenenti sale o bicarbonato con qualche goccia di olio essenziale.

Un altro trucchetto consiste nel mettere all’interno della valigia una manciata di trucioli di cetro, i quali assorbono i cattivi odori e l’umidità.

Altri trucchetti casalinghi!

Tempo di pulizie domestiche? Non disperate! Scoprite tutti i segreti dei nostri rimedi naturali:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.