10 trucchetti e consigli per non far puzzare la lavatrice

59851
come-togliere-puzza-lavatrice

Tra le geniali innovazioni dell’uomo, un posto di prim’ordine è occupato di sicuro dalla lavatrice!

Quest’elettrodomestico ci facilita moltissimo le faccende di casa ed è proprio per questo che ha bisogno di pulizie e di cure. In caso contrario, la lavatrice potrà avere problemi e durare meno nel tempo.

Ma quello che infastidisce di più a primo impatto è il cattivo odore che spesso la lavatrice emana. Tale puzza può derivare da diversi fattori: tubo di scarico e calcare in primis, ma non scordiamoci che i lavaggi frequenti portano ad accumulo di detersivi!

Ecco perché può esservi utile seguire questi 10 trucchetti e consigli per non far puzzare la lavatrice e farla durare di più!

N.B. Per la manutenzione della lavatrice, attenetevi sempre alle indicazioni fornite dal produttore e in caso di problemi tecnici, rivolgersi a un esperto.

Pulisci il cassetto

Il primo trucchetto per la vostra lavatrice consiste nel pulire questo piccolo accessorio!

Durante i lavaggi giornalieri, il cassetto o vaschetta della lavatrice accumula residui di detersivi e ammorbidente. Tutto questo non solo può ostruire il normale passaggio dei detersivi ma può generare del cattivo odore.

Proprio per questo, di tanto in tanto, il cassetto va smontato e lavato. Il procedimento è molto semplice: basta premere un pulsante (indicato nello scomparto dell’ammorbidente) ed estrarre il cassetto.

Per la sua pulizia, mettiamo dell’aceto bianco di alcol in una bacinella d’acqua calda e immergiamo il cassetto. Se necessario, smontiamo tutte le sue componenti e con l’aiuto di uno spazzolino riusciremo a raggiungere anche gli angoli più nascosti.

Dopodiché non ci resta che asciugare con un panno morbido e riporlo al suo posto.

Asciuga la guarnizione

Questo dettaglio è molo importante: quante volte vi sarà capitato di sentire un odore di chiuso molto fastidioso?

Il punto è che, tra un lavaggio e l’altro, la guarnizione trattiene dell’acqua e molto spesso possiamo ritrovare anche capi più piccoli, come i calzini.

Abbiamo due trucchetti per voi: il primo è quello di cercare di asciugare la guarnizione dopo ogni lavaggio. Questo piccolo accorgimento ci aiuterà a prevenire la formazione di muffe nella guarnizione.

Se, invece, dobbiamo pulirla, possiamo optare per una pasta fatta con bicarbonato, limone e aceto. Andando un po’ ad occhio, formate il composto e con uno spazzolino applicatelo su tutta la guarnizione, risciacquate ed asciugate.

In alternativa, usate l’aceto di mele per la pulizia della guarnizione, aggiungendo qualche goccia di olio essenziale dalle proprietà anti-fungine, come il tea tre oil.

Imbevete la spugna con l’aceto e passatela sulla guarnizione. Questo rimedio naturale vi permetterà di igienizzarla in modo economico e veloce!

Fai uscire tutta l’acqua

Passiamo ora al filtro. Ogni lavatrice è diversa, ma la maggior parte presentano un filtro fisico da pulire e un tubicino che aiuterà a scaricare tutta quanta l’acqua.

Prima di passare al filtro, fate fuoriuscire quanto più possibile l’acqua. Ciò vi aiuterà ad evitare che il ristagno generi cattivo odore.

Pulizia del filtro

Con il passare dei lavaggi, il filtro tende ad accumulare molto sporco. La sua pulizia risulta indispensabile non soltanto per prevenire la puzza in lavatrice, ma aiuterà la lavatrice a durare più a lungo.

Quando toglierete il filtro, con un panno morbido rimuovete lo sporco dell’involucro dove era presente il filtro. Se fate una pulizia periodica della lavatrice, questo passaggio sarà più veloce.

Togliete il filtro e pulitelo sotto l’acqua corrente, se vi occorrerà usate uno spazzolino. Se lo sporco e incrostato, procedete con l’ammollo, che adesso vi spiegheremo.

Accessori in ammollo

Abbiamo parlato della pulizia di cassetto e filtro della lavatrice, entrambi molto importanti da igienizzare per evitare che la lavatrice puzzi.

Ma lo sporco può essere molto incrostato e difficile da mandar via, ecco perché possiamo mettere in ammollo alcuni accessori in una bacinella grande.

Quindi riempitela con acqua calda e aceto bianco in parti uguali e immergeteci semplicemente sia il cassetto che il filtro.

Lasciateli in posa per 1 ora o anche due, poi procedete con la pulizia che vi abbiamo spiegato.

Fai dei lavaggi a vuoto

Quando ci ritroviamo davanti al problema della puzza in lavatrice, la prima cosa che ci viene in mente è quello di eseguire un lavaggio a vuoto in modo da “purificarla” da tutti i residui di sporco e detersivi.

Possiamo agire in due modi, che ora vi illustreremo.

Sale

Una volta ogni tre mesi, potrete effettuare un lavaggio a vuoto inserendo nel cestello della lavatrice 1 chilo di sale grosso.

Il sale è un validissimo rimedio naturale per pulire casa, ottimo sia per l’argento che per altre ostiche faccende.

Il sale aiuta a rendere l’acqua meno dura e a facilitare la rimozione del calcare. Facendo un lavaggio ad alte temperature, vi troverete il cestello pulito in modo davvero economico.

Aceto

Il più noto rimedio della nonna è di sicuro il lavaggio a vuoto utilizzando l’aceto. Molto spesso lo utilizziamo per lucidare l’acciaio o per pulire in modo efficace i vetri.

Ma molti usano fare un lavaggio a vuoto con aceto bianco inserendone un bicchiere nel cassetto e facendo partire un lavaggio breve ma ad alte temperature, almeno di 60 gradi.

Bisogna dire che non tutti amano utilizzare l’aceto. C’è un enorme dibattito al riguardo. Secondo alcuni pareri, con le alte temperature l’aceto rilascia sostanze che possono risultare nocive a noi e l’ambiente.

Ecco perché molti utilizzano l’acido citrico.

Usa l’acido citrico

Non spesso si sente parlare di questo composto derivante dagli agrumi. L’acido citrico si presta a moltissimi usi per la pulizia della casa.

Ha diverse proprietà, svolgendo un’azione anti-calcare e disincrostante sulla lavatrice. Inoltre ha un approccio più “ecologico” e meno invasivo dell’aceto..

Per utilizzarlo nel lavaggio a vuoto, fate così: sciogliete 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua e versatelo tutto nel cassetto della lavatrice. Aiuterà a rimuovere le incrostazioni e pulirà il cestello in modo molto efficiente.

Che dire, l’acido citrico è un validissimo alleato per la casa! Infatti molte persone hanno ormai abbandonato l’ammorbidente chimico e usano al suo posto l’acido citrico, un vero e proprio ammorbidente naturale.

Elimina gli odori con il bicarbonato

Il bicarbonato è il rimedio naturale dalle mille sfaccettature! Lo usiamo per lucidare l’argento, per un pediluvio rilassante, per pulire i tappeti.

Questo prodotto super economico ha innumerevoli virtù. Impedisce la proliferazione di funghi e batteri e svolge una potente azione contro gli odori, assorbendoli.

Ecco perché non può mai mancare nella pulizia periodica della lavatrice!

Il trucchetto consiste nell’usarlo a ogni lavaggio, mettendone un cucchiaio nello scomparto del detersivo. In questo modo il bucato non avrà cattivi odori.

Nelle nostre pulizie periodiche se versiamo 150 grammi di bicarbonato nel cassetto della lavatrice garantiremo una maggiore durata della stessa e addio cattivi odori!

Lascia l’oblò aperto

Ultimo ma non meno importante è l’oblò, che deve essere pulito allo stesso modo della guarnizione di tanto in tanto.

Un trucchetto davvero utile per non avere un forte odore di chiuso o puzze varie nella lavatrice è semplicemente tenere l’oblò aperto (o semi aperto) tra un lavaggio e l’altro.

Ciò consentirà un passaggio d’aria molto importante.

Attenzione alla muffa

A volte non si pensa che una cattiva manutenzione o scarsa pulizia della lavatrice può portare perfino alla formazione della muffa, a cui bisogna stare attenti, soprattutto perché può essere dannosa per la nostra salute.

Le temperature alte, l’umidità, la mancanza di ventilazione e fattori simili possono creare della muffa che porta a capi maleodoranti e al deteriorarsi delle componenti della lavatrice.

Per questo, teniamo sempre a mente questi consigli che possono sembrare ovvi ma che faranno davvero la differenza:

  • ricordare tra un lavaggio e l’altro di tenere aperto l’oblò
  • asciugare a ogni fine lavaggio la guarnizione, facendo attenzione che non ci siano nemmeno residui di biancheria
  • usare per i lavaggi a vuoto e per il bucato prodotti biodegradabili e di qualità
  • usare il bicarbonato e gli altri rimedi naturali come alleati per prevenire la muffa.

Avvertenze

Vi ricordiamo che è molto importante per la manutenzione della lavatrice, attenersi sempre alle indicazioni di produzione e in caso di problemi tecnici rivolgetevi a un esperto.

Altri consigli per la lavatrice

Se volete conoscere tutti i nostri trucchetti per la cura della lavatrice e del bucato, vi potrà interessare:

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.