Come togliere il nero dalla Guarnizione della Lavatrice ed evitare la Muffa con Rimedi fai da te

1045
guarnizione-lavatrice-muffa

Se c’è un elettrodomestico davvero utile in casa, questo è la lavatrice, la quale ci permette di lavare i nostri capi in maniera veloce.

Purtroppo, però, per quanto serva a rimuovere lo sporco sui vestiti, tende essa stessa a sporcarsi a causa del continuo contatto con l’acqua e detersivo. Non di rado, poi, alcune componenti si ammuffiscono, come per esempio la guarnizione.

Per questo, oggi vedremo insieme come pulire la guarnizione della lavatrice e non farla ammuffire.

Bicarbonato e sapone di Marsiglia

Il primo rimedio consiste nel combinare due ingredienti noti a partire dalle nostre nonne: il bicarbonato e il sapone di Marsiglia.

Mentre il bicarbonato di sodio è efficace per togliere la muffa e le macchie, grazie alla sua azione pulente ed abrasiva, il sapone di Marsiglia sgrasserà a fondo anche lo sporco difficile.

In una ciotolina, versate, quindi, un cucchiaio di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di sapone di Marsiglia fino ad ottenere un composto pastoso. In caso dovesse risultare troppo denso, aggiungete anche un po’ di acqua.

A questo punto, immergete uno spazzolino dalle setole morbide nel composto e passatelo, poi, sulla guarnizione prestando molta attenzione alle pieghe. Lasciate agire il composto per circa 5 minuti, dopodiché, rimuovetelo con un panno in microfibra e asciugate benissimo per non favorire la formazione di ulteriore muffa.

E voilà: la guarnizione sarà libera da sporco e muffa!

Aceto di mele

Dopo aver citato il bicarbonato e il sapone di Marsiglia, non si può non menzionare l’aceto di mele, un ingrediente che vanta proprietà pulenti, anti-odore e antibatteriche.

Per provarlo, quindi, vi basterà immergere un panno in microfibra in una ciotola contenente aceto di mele e passarlo, poi, sulla guarnizione. Ripassatelo più volte e risciacquate il panno fino ad eliminare tutto lo sporco accumulato.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Per rendere più efficace questo rimedio, potete aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale di Tea tree oil, il quale possiede proprietà anti-fungine e antimicotiche e aiuta a prevenire la formazione di muffa.

Infine, asciugate in maniera accurata fino ad eliminare ogni traccia di acqua. Ricordatevi, infatti, che la guarnizione tende spesso a presentare sporco e cattivi odori perché trattiene l’umidità e a causa dei ristagni d’acqua.

L’aceto di mele, inoltre, può far tornare come nuova la lavatrice, dal momento che può essere utilizzato per pulire tutte le componenti!

Pasta pulente

Se nonostante i rimedi visti finora, la guarnizione continua a presentare macchie di muffa, allora vi consigliamo la pasta pulente, la quale combina più ingredienti per un effetto più efficace.

Munitevi, quindi, di bicarbonato, succo di limone e di aceto e, in una ciotola aggiungete questi ingredienti quanto basta fino ad ottenere una sorta di pasta.  Dopodiché, servitevi di uno spazzolino vecchio da denti per distribuire il composto così ottenuto su tutto l’interno della guarnizione.

A questo punto, lasciate agire per un po’, dopodiché risciacquate e asciugate accuratamente. E voilà: la guarnizione della vostra lavatrice sarà più pulita che mai!

Questa pasta si rivela molto efficace in quanto vengono combinate le proprietà antibatteriche dell’aceto con l’azione pulente e anti-odore del bicarbonato. Non a caso, infatti, il bicarbonato viene utilizzato anche per togliere i cattivi odori dal frigorifero! Il succo di limone, invece svolge una funzione sgrassante e, inoltre, è anche molto profumato.

Succo di limone e acqua ossigenata

Infine, vediamo questo ultimo rimedio da provare in caso di muffa ostinata che proprio non vuole andare via.

Versate, quindi, in un secchio contenente 3 litri di acqua, circa 60 ml di succo di limone e 250 ml di acqua ossigenata. Sebbene, infatti, non sia un ingrediente propriamente naturale, l’acqua ossigenata ha comunque un approccio totalmente ecologico.

Immergete, poi, un panno pulito o una spugna nella soluzione così ottenuta e passatelo su tutta la guarnizione. Lasciatela agire per un po’, dopodiché risciacquate. Ripetete l’operazione se necessario. Infine, passate un panno asciutto per eliminare i residui.

Vi ricordiamo, inoltre, che l’acqua ossigenata può essere utilizzata anche per rimuovere la muffa dalle pareti!

Avvertenze

Vi ricordo che è importante staccare la spina della lavatrice prima di attuare i metodi descritti. Procedete sempre in un angolino nascosto per evitare di danneggiare le superfici.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.