Come pulire TUTTO il balcone con rimedi naturali senza detersivi?

364
pulire-tutto-il-balcone

Quando le giornate di caldo iniziano a farci compagnia, non c’è niente di più bello che rilassarci sul balcone e goderci la luce del sole.

Purtroppo, però, avere il balcone pulito può essere davvero un’impresa difficile perché esposto continuamente a fattori esterni quali polvere, detriti e pioggia.

Per questo, è importante procedere con una pulizia profonda di tanto in tanto. Ma non temete, perché esistono dei rimedi naturali per pulire il balcone a fondo senza detersivi e in maniera facile e veloce. Vediamoli insieme!

Balaustre e ringhiere

Se volete pulire a fondo tutto il balcone, bisogna partire dalle balaustre e ringhiere, poiché sono esposte alle intemperie e accumulano molta sporcizia.

Dal momento, però, che non tutte le balaustre e le ringhiere sono fatte dello stesso materiale, bisogna procedere con una pulizia differente in base alla tipologia.

Attenzione! Vi raccomandiamo di fare attenzione durante questa operazione di pulizia a non sporgervi troppo.

Balaustre e ringhiere in ferro

Se avete balaustre o ringhiere in ferro, questo è il rimedio naturale che fa per voi!

Tutto ciò che dovrete fare è creare una soluzione di acqua e aceto e aggiungere, poi, un po’ di succo di limone.

A questo punto, mescolate tutto, immergete un panno nella soluzione così ottenuta e passatelo sulle superfici che volete pulire. Lasciate agire, dopodiché risciacquate.

Vi consigliamo sempre, però, di spolverare le superfici prima di pulirle così da rendere più facile l’operazione di pulizia.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Infine, per prevenire la ruggine, vi basterà ungere balaustre e ringhiere con un po’ di olio d’oliva.

Balaustre in marmo

Sono molte le persone che, invece, hanno sul proprio balcone delle balaustre in marmo, molto più delicate e più soggette ad usura.

Per la pulizia del marmo, ricordatevi sempre che essendo una pietra naturale, può essere pulito solo con prodotti naturali con ph neutro; prodotti acidi come aceto e limone, infatti, rischierebbero di corrodere la sua superficie.

Sciogliete, quindi, 4 cucchiai di sapone di Marsiglia ridotto in scaglie in un secchio di acqua. Immergete, poi, una spazzola dalle setole morbide e massaggiate delicatamente la superficie per rimuovere le incrostazioni.

Infine, rimuovete la schiuma con un panno, risciacquate e asciugate con cura.

Ringhiere in vetro

Infine, vediamo insieme quali rimedi naturali utilizzare per pulire le ringhiere in vetro.

In linea generale, in questo caso è possibile affidarvi agli ingredienti naturali che solitamente utilizzate per la pulizia dei vetri.

Vi consigliamo, quindi, di creare una miscela composta da parti uguali di aceto e di acqua.

In alternativa, potete anche aggiungere un po’ di borotalco nell’acqua e utilizzare questa soluzione per rendere i vetri brillanti!

Pavimenti

Una volta pulite le ringhiere e le balaustre, è ora di pulire i pavimenti. Anche in questo caso, bisogna differenziare i metodi di pulizia in base al materiale di cui sono fatti.

Pavimenti in gres porcellanato

I pavimenti in gres sono spesso utilizzati per gli esterni, sebbene sia un materiale particolarmente soggetto alla formazione di macchie e aloni.

Per il loro lavaggio, aggiungete 2 cucchiai di bicarbonato di sodio 3 cucchiai di succo di limone in 2 litri di acqua.

Mescolate e utilizzate il composto per il lavaggio, facendo attenzione alle fughe, dove solitamente si accumula più sporco.

N.B: evitate l’utilizzo di acidi o sostanze eccessivamente corrosive che possono danneggiare in modo permanente i pavimenti in gres.

Pavimenti in cotto

I pavimenti in cotto sono tra quelli più utilizzati per la pavimentazione da esterni, perché sono molto resistenti.

Al contempo, però, questo materiale è anche abbastanza poroso, per cui necessita di essere lavato con cura e attenzione e con i giusti prodotti.

Versate, quindi, 2 bicchieri di aceto bianco in un secchio d’acqua e aggiungete, poi, qualche scaglia di sapone di Marsiglia.

Dopodiché, immergete un panno in microfibra, passatelo sul pavimento più volte e ricordate di asciugare subito, così da evitare aloni.

In caso di sporco più ostinato, potete anche realizzare un detersivo fai da te, unendo:

  • 5 litri d’acqua
  • 10 cucchiai di alcol etilico
  • 10 cucchiai di aceto di vino bianco
  • 2 cucchiai di sapone ecologico per i piatti

Miscelate tutti gli ingredienti, dopodiché utilizzate uno spazzolone per pavimenti, prelevate un po’ di prodotto alla volta, e applicatelo sul pavimento strofinando. Dopodiché risciacquare con acqua e asciugate accuratamente.

Pavimenti in ciottoli

Eccoci arrivate ai pavimenti in ciottoli: tra i preferiti per l’arredo di esterni per la bassa manutenzione di cui hanno bisogno.

Per pulire questi pavimenti, iniziate con il rimuovere la polvere e tutti gli accumuli di sporco che si depositano tra un ciottolo e l’altro.

A questo punto, lasciate sciogliere 4 cucchiaini di bicarbonato di sodio in una bacinella contenente 2 litri di acqua e versate il composto sui ciottoli.

Passate un panno in microfibra e il gioco è fatto!

Grazie all’azione pulente e leggermente abrasiva del bicarbonato di sodio, la patina di sporco superficiale verrà eliminata e i ciottoli manterranno il loro originario colore.

Pavimenti in legno

Anche se il legno utilizzato per la pavimentazione esterna è più resistente del parquet interno, necessita comunque delle giuste cure.

Per lavare questa tipologia di pavimenti, mescolate due bicchieri di aceto bianco e qualche scaglia di sapone di Marsiglia in un secchio contenente acqua.

Immergete, poi, un panno in microfibra e passatelo più volte. Infine, asciugate bene.

Ricordatevi, infatti, che l’umidità può lasciare antiestetiche macchie; per questo motivo, evitate anche di mettere vasi di piante che possano perdere acqua.

Pavimenti in ardesia

Infine, vediamo insieme come pulire i pavimenti in ardesia: un materiale molto delicato che, però, conferisce agli esterni uno stile unico.

Per lavare questa tipologia di pavimenti, mescolate un po’ di acqua tiepida con due cucchiai di bicarbonato di sodio, due cucchiai di alcol denaturato e qualche scaglia di sapone di Marsiglia.

Immergete, poi, un panno in microfibra nella soluzione così ottenuta e passatelo sul pavimento.

N.B: è importante, per il lavaggio dei pavimenti in ardesia, non utilizzare mai prodotti eccessivamente acidi o basici come succo di limone, acido muriatico, aceto o prodotti anticalcare che possono danneggiarlo irreparabilmente.

Pulizia persiane

La polvere e lo sporco possono inoltre sporcare le persiane, soprattutto all’esterno. Per pulirle in modo economico e naturale, possiamo fare così:

  • Spolveriamo in modo approssimativo le persiane, in modo da rimuovere la polvere in eccesso. A questo punto possiamo servirci di un panno in microfibra per il lavaggio.
  • Sciogliamo in un secchio d’acqua 2 cucchiai di Sapone di Marsiglia. Immergiamo il panno e facciamo una prima passata.
  • Risciacquiamo e strizziamo bene il panno, per poi fare una seconda passata, utile ad asciugare ed eliminare ogni residuo di sporco.

Se le persiane sono in alluminio, plastica o legno, possiamo aggiungere 1 bicchiere colmo di aceto bianco nel nostro mix pulente. Questa aggiunta è utile per eliminare le macchie d’acqua grazie all’azione anti-calcare dell’aceto.

Questo detersivo fai da te semplice e naturale può essere adoperato anche per le tapparelle.

Avvertenze

Prima di cimentarvi nella pulizia del vostro pavimento, balaustra e ringhiera provate i rimedi suggeriti in un angolino nascosto. Fate sempre molta attenzione quando vi sporgete per pulire in tutta sicurezza.

Pulizie all’esterno

Se volete conoscere altri rimedi per pulire all’esterno, ecco alcuni post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.