Le foglie delle tue piante hanno le macchie? Potrebbe essere RUGGINE!

209
ruggine-piante

Vi è mai capitato di trovare delle macchie giallo-rosse sulle vostre piante, simili a piccole bruciature? Si tratta della ruggine.

La ruggine è una malattia causata da un fungo patogeno che può attaccare le nostre piante, diffondendosi su foglie e rami fino a soffocarla.

Per questo, è importante correre ai ripari il prima possibile, eliminando la ruggine con rimedi efficaci e naturali.

Non sapete da dove iniziare? Niente paura. Vediamo insieme come riconoscere la ruggine, come combatterla e come prevenirla.

Attenzione: nel caso in cui l’infestazione sia a uno stadio avanzato, dovete provvedere al più presto con un prodotto specifico o rivolgendovi a un professionista.

Come riconoscerla

Riconoscere la ruggine è semplicissimo. Si manifesta sin dall’inizio con delle macchie color ruggine sulla pagina superiore delle foglie.

In alcune specie di piante, come per le rose, possono nascere anche delle pustole nere sulla pagina inferiore.

Di solito, questa malattia si diffonde tramite le spore del fungo che sono portate in giro dal vento o dal contatto tra le piante.

Inoltre, alcune specie sembrano più propense di altre a sviluppare questa malattia. Molto colpite sono, ad esempio, le rose e i gerani. Ma la ruggine può infettare anche ortensie o piante aromatiche come salvia, lavanda e basilico.

Il periodo in cui le piante sono più a rischio va da aprile a ottobre: di solito, i mesi critici sono quelli estivi in quanto l’alta temperatura e l’alto tasso di umidità favoriscono la proliferazione delle spore.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Come combatterla

Combattere la ruggine non è difficile, soprattutto se l’intervento viene fatto quando la pianta è stata infettata da poco tempo.

Scopriamo i rimedi naturali più efficaci.

Infuso d’aglio

L’infallibile rimedio della nonna contro la ruggine è l’infuso d’aglio.

Prendete 2 teste d’aglio e mettetele in 5 litri d’acqua.

Portate a ebollizione per 15-20 minuti. Poi, lasciate riposare e raffreddare il composto ottenuto.

Filtratelo, ottenendo solo la parte liquida. Il vostro infuso è ormai pronto!

Potete spruzzarlo sulle foglie colpite: l’aglio, infatti, è una sostanza antibatterica e antifunginea naturale. Ripetete il procedimento ogni 2-3 giorni, finché le macchie di ruggine non saranno scomparse.

Infuso d’ortica

Un’efficace alternativa è data dall’infuso d’ortica.

Dovrete semplicemente procurarvi 500g di foglie d’ortica fresca e metterle in 5 L d’acqua. Portate a ebollizione.

Poi, fate riposare il composto ottenuto per un giorno e una notte.

Filtrate il composto e versate il tutto in un vaporizzatore. In questo modo, potrete comodamente spruzzare il vostro infuso sulle piante colpite da ruggine.

L’ortica, gradualmente, uccide le spore del fungo della ruggine, liberando la pianta da questa malattia.

Decotto d’equiseto

Per la ruggine che ha colpito le piantine aromatiche, particolarmente efficace è il decotto d’equiseto.

Sono sufficienti 30 g di equiseto secco in un litro d’acqua. Fate bollire il tutto per 15 minuti.

Poi, fate raffreddare e filtrate il composto.

Il decotto di equiseto va spruzzato sulla pianta o passato sulle foglie colpite con l’aiuto di un batuffolo di cotone: grazie alle sue naturali proprietà disinfettanti, eliminerà la ruggine in poche applicazioni.

Il procedimento va ripetuto ogni 3 giorni finché la pianta non sarà guarita.

Potatura

A volte, quando le foglie della vostra pianta sono coperte interamente da macchie di ruggine, per evitare che questa si propaghi ad altre parti della pianta, è opportuno potare.

Munitevi di forbici o cesoie e, con attenzione, togliete tutte quelle parti della pianta che sono state colpite dalla ruggine.

Come prevenirla

Prevenire la ruggine delle piante è molto più semplice rispetto al curarla e vi richiederà molto meno impegno!

Seguite questi consigli per evitare che le vostre piante vengano danneggiate da questo fastidiosissimo fungo.

Innaffiate nel modo giusto

Innaffiare la pianta correttamente è fondamentale per evitare che la pianta possa sviluppare malattie, tra cui la ruggine.

Dovete evitare di bagnare la chioma della pianta, innaffiandola alla base oppure per immersione.

In questo modo eviterete che le foglie restino umide o bagnate, elemento che favorisce il proliferare della ruggine.

Attenzione all’umidità

Un alto tasso di umidità è la causa principale del diffondersi della ruggine tra le vostre piante.

Controllate sempre che la pianta viva in un habitat in cui il tasso di umidità non sia eccessivamente alto (a meno che non si tratta di una pianta che ne abbia bisogno).

Inoltre, tenete le piante a una certa distanza l’una dall’altra: questo garantirà una migliore circolazione dell’aria e una migliore respirazione delle piante stesse.

Piante sane? Ecco come!

Avere un giardino o un balcone pieno di piante verdissime e sane non è solo un sogno! Ecco alcuni fantastici consigli:

Trucchetti per avere bellissime ortensie
Conosci i gerani parigini? Ecco come prendertene cura
Tutti i segreti della sansevieria, la lingua di suocera
Addio cocciniglia con questi rimedi naturali

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".