Vai al contenuto

Come eliminare il calcare nel wc in una notte

Maddy Cimmino
togliere-calcare-wc-in-una-notte

Per quanta cura possiate avere del vostro wc, la formazione delle macchie di calcare sembra essere inevitabile a causa della sua esposizione continua all’acqua.

Una volta formatosi queste macchie, poi, tendono ad ingiallirsi perché in contatto con l’acido urico. E diciamocelo, non sono per niente belle da vedere!

A tal proposito, oggi vedremo insieme come eliminare il calcare nel wc in una notte!

Bicarbonato e aceto

Il primo rimedio consiste nel combinare insieme il bicarbonato e l’aceto, in quanto insieme danno vita a una reazione in grado di rimuovere le incrostazioni di calcare.

La prima cosa da fare, però, è togliere tutta l’acqua dal wc utilizzando uno sturalavandino o un asciugamano in modo da cospargere il bicarbonato direttamente sul fondo nero o sulle macchie presenti sulle pareti.

Dopodiché, versate l’aceto bianco sul fondo e spruzzatelo sulle pareti e lasciate agire per tutta la notte. L’indomani, utilizzate uno spazzolone per strofinare sulle macchie o sul fondo, risciacquate e tirate lo sciacquone.

N.B C’è un lungo dibattito sull’utilizzo dell’aceto negli scarichi a causa del suo impatto non proprio ecologico sull’ambiente, sebbene sia, di gran lunga, meno inquinante rispetto a molti detersivi disponibili in commercio.

Sale

Come il bicarbonato e l’aceto, anche il sale è un ingrediente in grado di rimuovere le macchie di calcare e di sbiancare. Non a caso, viene utilizzato per far tornare lucide e bianche le ceramiche del bagno!

Versate, quindi, qualche cucchiaio di sale grosso sulla macchia del water, cercando di farlo aderire bene, dopodiché lasciatelo in posa per un’intera notte. L’indomani, strofinate con lo scopino e tirate lo sciacquone.

Limone e aceto

L’aceto può essere utilizzato anche in combinazione con il limone, in quanto entrambi svolgono una funzione anticalcare e sbiancante.

Versate, quindi, in un flacone con spray 200 ml di aceto e il succo di due limoni, dopodiché agitatelo per amalgamare il tutto e vaporizzate il composto così ottenuto sulla macchia gialla.

A questo punto, lasciate agire per un’intera notte e l’indomani vaporizzate di nuovo un po’ di miscela e strofinate con lo scopino. Infine, risciacquate e le macchie di calcare saranno solo un brutto ricordo!

Come se non bastasse, potrete usare questa miscela anche per lucidare l’acciaio!

Acido citrico

In alternativa all’aceto, potete anche optare per l’acido citrico, il quale è noto per il suo essere un anticalcare naturale in grado anche di pulire la lavatrice e la lavastoviglie!

Versate, quindi, 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua calda, dopodiché versate il tutto in un contenitore spray.

A questo punto, vaporizzate il composto sulla macchia gialla e lasciatela agire per tutta la notte. L’indomani, strofinate con uno scopino e risciacquate tirando lo sciacquone o con un secchio di acqua calda.

Se volete sapere come fare nel dettaglio, ecco un video pensato per voi!

Acqua ossigenata

Infine, vediamo come utilizzare l’acqua ossigenata, un ingrediente in grado di sbiancare e di sostituire la candeggina!

Per togliere le macchie gialle del WC con questo prodotto, quindi, dovrete spargere prima del bicarbonato sulla macchia e versare poi sopra l’acqua ossigenata: noterete che i due ingredienti insieme genereranno una sorta di schiuma.

A questo punto, fate agire per tutta la notte e il giorno dopo strofinate con lo scopino e risciacquate con un secchio di acqua o tirando lo sciacquone.

N.B Vi ricordiamo di procurarvi l’acqua ossigenata al 3%, ovvero quella a 10 volumi in quanto volumi più alti potrebbero essere tossici e dannosi sulla pelle.

Avvertenze

Vi ricordiamo di non usare l’aceto, il limone, l’acido citrico e l’acqua ossigenata nel caso in cui abbiate ceramiche in marmo o pietra naturale.

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.
Condividi

COSA SCOPRIRAI