3 Cose da pulire in casa che non ci riesci mai bene!

6459
cose-che-non-riesci-a-pulire

In termini di pulizie di casa, quando c’è da rimboccarsi le maniche non ci tiriamo mai indietro! Anche perché, periodicamente, dobbiamo pulirla in modo più profondo, sia per una questione di igiene ma anche per garantire la durata di mobili ed elettrodomestici.

Ma ci sono alcune pulizie che possono apparirci più ostiche e che sembrano non venire mai bene! Prime tra tutte la pulizia del forno, elettrodomestico in cui amiamo cucinare le nostre pietanze preferite in modo più light.

Ma non solo. Quante volte vi sarà capitato di pulire i vetri o gli specchi e di trovare sempre qualche segno o alone, dandovi l’impressione che non sia stato pulito affatto?

O ancora, quanto può essere antipatico dover pulire i filtri e la cappa della cucina?

Beh, oggi vogliamo aiutarvi proprio in questo. Sono ben 3 cose che puliamo e che spesso non ci riescono bene! Ma con i giusti trucchetti casalinghi, pulirle sarà semplicissimo, veloce ed economico!

Iniziamo subito!

N.B. Vi ricordiamo di attenersi sempre alle indicazioni di produzione prima di cimentarvi nella pulizia.

Forno

Iniziamo con la pulizia del forno, che può sembrare difficile e molto spesso anche lunga da fare. Assicuratevi, durante la pulizia vera e propria, che il forno stia staccato, per procedere in tutta sicurezza.

Interno

Per pulire l’interno del forno, dovrete creare una sorta di pasta cremosa, con:

  • aceto bianco quanto basta
  • 5-6 cucchiai di bicarbonato
  • ciotola che può andare in forno
  • spugnetta “a due facce” con lato abrasivo

Inserite prima il bicarbonato, poi a poco a poco l’aceto, in modo che la consistenza risulti cremosa. Noterete che si formerà una schiumetta.

Con il lato morbido della spugna, passate la crema su tutte le pareti del forno. A questo punto, posizionate la ciotola contenente la soluzione al centro del forno e accendetelo per una mezz’ora a 100 gradi.

Lasciate che il forno intiepidisca, non deve essere troppo caldo altrimenti vi scotterete. L’azione dei due elementi, aceto e bicarbonato, avrà un effetto sgrassante e pulente sulle superfici del forno.

Vi basterà rimuovere l’eccesso con lato abrasivo, risciacquare e asciugare. Inoltre, sia l’aceto che il bicarbonato hanno proprietà anti-odore. Il forno sarà come nuovo!

Griglia e teglia

La soluzione che vi abbiamo suggerito è ottima anche per pulire la griglia e la teglia. Ma dovete pulire in modo più rapido questi due accessori, abbiamo un’ulteriore soluzione.

Per prima cosa, preparate uno spruzzino con acqua e aceto in parti uguali. Con un cucchiaio cospargete del bicarbonato di sodio tutta la teglia e la griglia. Poi spruzzateci la soluzione di aceto e acqua.

Fate riposare per qualche ora, poi strofinate il tutto con una spugna abrasiva. Usate anche una paglietta per la griglia. Al risciacquo, saranno completamente pulite!

Doppio vetro

Una vera gatta da pelare è la pulizia del doppio vetro, che non ci riesce mai bene. Cucinando o conservando dei cibi caldi possono rimanere segni di condensa o aloni.

N.B. C’è chi si cimenta a smontare il doppio vetro per pulirlo. Vi sconsigliamo di farlo se non avete dimestichezza.

Un metodo molto utile per pulire il doppio vetro consiste nel prendere una gruccia di ferro, oppure di un oggetto lungo e sottile che può essere inserito senza problemi nel doppio vetro.

In una ciotola piena d’acqua sciogliete un paio di cucchiai di bicarbonato con una goccia di sapone bio per piatti, ma è facoltativo.

Immergete un panno in microfibra e strizzatelo. Aiutandovi con il filo di ferro, rimuovete delicatamente lo sporco. Con un panno pulito, asciugate.

Vetri e specchi

Passiamo ora alla pulizia di vetri e specchi, che ci danno sempre del filo da torcere. Averli brillanti e super puliti è il sogno di tutte, vediamo insieme come fare.

Aceto e acqua

Il più antico rimedio per la pulizia di vetri è specchi non può che essere lui: l’aceto. Con lui possiamo andare sul sicuro: è un prodotto di facilissima reperibilità e che si presta a molteplici utilizzi.

Ha proprietà antiodore ed è un efficace anti-calcare, l’ideale per rimuovere aloni da specchi e vetri!

Potete preparare questo detergente per specchi in due modi. Potete riempire una bacinella d’acqua e versarci 1 bicchiere di aceto bianco. Mescolare e immergere un panno in microfibra, strizzarlo e passarlo sui vetri.

Con un panno di cotone, asciugare. I vetri e gli specchi non avranno alcuna macchia di calcare!

Borotalco

Questo metodo lascia sorpreso chiunque lo provi! Il borotalco ci aiuta a rimuovere gli aloni dagli specchi e allo stesso tempo rilascia un profumo meraviglioso.

In un contenitore graduato, versate 700 ml di acqua e sciogliete 2 cucchiai di borotalco. Con l’aiuto di un cucchiaio, mescolate molto bene affinché la polvere bianca si sciolga completamente.

Dopodiché, utilizzando un imbuto, versate tutto il contenuto in uno spruzzino. Vaporizzate la soluzione sui vetri o gli specchi e con un panno pulito risciacquate poi asciugate. Non tornerete più indietro!

N.B. Per la pulizia degli specchi, ricordate di non pulirli quando il sole batte sulle finestre. Questo particolare potrebbe compromettere al giusta riuscita della pulizia.

Schiuma da barba

Parliamo invece di un rimedio alternativo particolarmente indicato per la pulizia degli specchi: la schiuma da barba!

Può sembrare un po’ insolito, ma il risultato vi stupirà!

Per pulire gli specchi, ci occorrerà mettere un po’ di schiuma da barba su una spugnetta e massaggiare la superficie; dopodiché rimuovere l’eccesso, risciacquare e asciugare. Lo specchio tornerà come nuovo!

Cappa

Concludiamo dedicandoci a un altro elettrodomestico indispensabile in cucina, ma che allo stesso tempo è molto noioso da pulire: la cappa!

Grazie ai suoi filtri, trattiene e aspira sporco e cattivi odori, che accumulandosi tra le maglie devono essere periodicamente rimossi, ma con facilità.

Anche in questo caso, staccate la corrente per pulire la cappa in tutta sicurezza.

Pulizia esterna

Per la pulizia esterna della cappa (che sono costituite per la maggior parte da acciaio), possiamo tranquillamente utilizzare una soluzione costituita da acqua e aceto bianco.

Vanno mescolate in parti uguali e trasferite in uno spruzzino. Vaporizzate la soluzione sulla superficie estera della cappa. Poi lasciate agire giusto per qualche minuto, per risciacquare e asciugare.

L’aceto neutralizzerà ogni cattivo odore presente sulla cappa.

Interno della cappa

Per l’interno della cappa dobbiamo agire con delicatezza e usando un panno umido e non bagnato. Basta qualche goccia pura di aceto e passare il panno laddove possibile.

Molto importante è asciugare bene la zona, con un panno pulito e asciutto. Non deve esserci traccia d’acqua.

Filtri

Per la pulizia dei filtri, abbiamo un metodo casalingo efficace e collaudato. In molti casi, possono essere lavati comodamente in lavastoviglie, soprattutto se i filtri sono in metallo.

Mettete a bollire della semplice acqua. Nel lavello, posizionate i filtri cospargendoli di bicarbonato. Quando l’acqua arriva a bollore versatela nel lavello in modo da coprire i filtri. Fate attenzione a non scottarvi.

Bisogna lasciare tutto in ammollo per circa 1 ora, nel frattempo possiamo dedicarci ad altre pulizie. Risciacquare, e asciugare accuratamente i filtri, anche all’aria.

L’acqua dovrà evaporare tutta, altrimenti la cappa non riuscirà ad aspirare, e andrà sotto sforzo.

La cappa, con questi metodi casalinghi, sarà pulita per lungo tempo e addio cattivi odori!

Importante

Pulendo degli elettrodomestici, assicuratevi di avere la corrente staccata per lavarli senza rischi. Attenetevi sempre alle indicazioni di produzione prima di iniziare la pulizia.

Trucchetti di pulizia!

Se amate pulire casa con prodotti casalinghi ed economici, ecco quello che fa per voi!

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.