Come togliere le macchie gialle di Calcare dal WC e non farle ritornare?

167
come-togliere-macchie-gialle-calcare-wc

In bagno si accumula una grande quantità di sporco tra rubinetti, doccia, piastrelle e sanitari.

In particolare nel water accade che si formano delle macchie gialle date dal calcare che risiede nell’acqua dello scarico.

Fatto sta che questo sporco non è molto gradevole da vedere, perciò bisogna prendere dei provvedimenti per rimuoverlo.

Anziché affidarci a prodotti chimici che corrodono il materiale e danneggiano noi e l’ambiente, perché non usare dei semplici ed efficaci rimedi naturali?

Vediamo insieme come togliere le macchie gialle di calcare dal WC e non farle ritornare!

Sale grosso

Uno dei vecchi rimedi della nonna è l’utilizzo del sale grosso da cucina!

Si tratta infatti di un elemento naturale molto utile sia per pulire che per ripristinare la lucentezza e il bianco delle ceramiche.

Perché, dunque, non usarlo per togliere le macchie gialle? Potete farlo in pochi passaggi!

Versate qualche cucchiaio di sale grosso sulla macchia del water, cercando di farlo aderire bene. Lasciatelo in posa per un’intera notte, dopodiché strofinate con lo scopino e tirate lo sciacquone.

Se vedete che la macchia non si è tolta del tutto, potete ripetere l’operazione finché non si rimuoverà completamente!

Bicarbonato

Un altro rimedio molto usato è senza dubbio il bicarbonato di sodio!

Anche questo, come il sale, è uno sbiancante naturale, non a caso viene scelto anche per rendere più bianche le lenzuola.

Tutto quello che dovrete fare è spargere la polvere di bicarbonato nel WC e in particolare sulla macchia.

Lasciate agire sempre per una notte intera o per mezza giornata, in seguito con l’aiuto dello scopino strofinate e vedrete che inizierete a vedere dei risultati!

Risciacquate per bene ed ecco fatto!

Acido Citrico

In caso di macchie più ostinate, potete anche optare per l’acido citrico.

Quest’elemento, così come i precedenti, vengono usati per lavare il bucato o per rendere brillanti i piatti e i bicchieri nella lavastoviglie.

Come prima cosa prendete 150 grammi di acido citrico e scioglietelo in 1 litro d’acqua calda. Versate tutto in un contenitore spray aiutandovi con un imbuto.

Vaporizzate il composto sulla macchia gialla e lasciatelo agire sempre per diverse ore, procedete poi con gli stessi passaggi sopra descritti.

N.B. Vi ricordo che il seguente rimedio non può essere usato nel caso in cui abbiate ceramiche in marmo o pietra naturale.

Limone e aceto

Non poteva mancare uno dei rimedi più diffusi in assoluto, il quale prevede l’unione di limone e aceto!

Tutto quello che dovrete fare, analogamente a quanto descritto per l’acido citrico, è riempire un contenitore spray con aceto bianco o aceto di vino e il succo di 2 limoni.

Vaporizzate il composto ottenuto sulla macchia gialla e lasciate agire per un’intera notte. Il mattino seguente spruzzate di nuovo un po’ di miscela e strofinate con lo scopino, successivamente risciacquate.

Se vi è rimasto del prodotto nel vaporizzatore, usatelo per pulire l’acciaio! Tra le migliori soluzioni per renderlo lucido, infatti, aceto e limone sono i migliori!

N.B. Vi ricordo che il seguente rimedio non può essere usato nel caso in cui abbiate ceramiche in marmo o pietra naturale.

Acqua ossigenata

Infine possiamo usare anche l’acqua ossigenata per togliere le macchie gialle del WC.

Per prima cosa, dovrete procurarvi dell’acqua ossigenata al 3%, ovvero quella a 10 volumi, così da non corrodere il materiale.

Spargete prima del bicarbonato sulla macchia e poi versate sopra l’acqua ossigenata, i due ingredienti insieme creeranno una reazione generando una sorta di schiuma.

Come per gli altri metodi, dovrete far agire per una notte o per mezza giornata, dopodiché strofinate con lo scopino ed ecco fatto, la macchia si sarà sbiadita notevolmente!

N.B. Anche in questo caso, similmente all’aceto, limone e acido citrico, non si può usare questo rimedio su marmo e pietra naturale.

Avvertenze

Ricordate che alcuni metodi non possono essere usati se avete i sanitari in marmo o pietra naturale. Provateli sempre su un angolino nascosto.