Come liberare le tubature e avere un lavandino sempre profumato!

1013
lavandino-intasato

Hai notato che la pressione dell’acqua nei tuoi rubinetti non è quella di sempre? Oppure senti un cattivo odore provenire dai lavandini del bagno o della cucina?

Potrebbero essere le tubature intasate!

Le tubature intasate sono un problema piuttosto fastidioso che noi tutte abbiamo sperimentato almeno una volta nella vita.

I tubi del lavandino, infatti, tendono spesso ad intasarsi e a provocare, così, sia cattivi odori sia problemi nella funzionalità.

Ma sapete che è possibile prevenire questo problema e far sì che non si ripresenti mai più?

Basta, infatti, seguire una serie di accorgimenti per prendersi cura delle tubature de nostri lavandini e non averli mai più intasati.

Quindi, scopriamo insieme come fare!

N.B Consultate sempre un tecnico in caso di tubature danneggiate e fortemente intasate.

Pulirle ogni mese

Il primo consiglio che vogliamo farvi è quello di procedere con la pulizia delle vostre tubature almeno una volta al mese.

Poiché, infatti, nelle tubature spesso ci finiscono residui di cibo, bevande o altre sostanze, l’ideale è far sì che la sporcizia non si accumuli troppo.

Evitate detergenti chimici e utilizzate sempre ingredienti naturali come l’aceto e il bicarbonato di sodio.

Versate, quindi, prima un cucchiaio di bicarbonato di sodio e subito dopo due bicchieri di aceto.

Lasciate agire per circa 15 minuti, e versate, poi, una pentola di acqua bollente.

Le vostre tubature saranno libere da ogni cosa!

N.B In caso di tubature fortemente intasate, il rimedio risulta inefficace. In questo caso, si consiglia di rivolgersi a un idraulico.

Evitare i residui

Anche se può sembrare banale, evitare di far finire nelle vostre tubature i residui di cibo e altre sostanze è la soluzione ottimale per non averle mai più intasate.

Ricordatevi, quindi, di pulire sempre bene il lavandino e di raccogliere con le mani tutti i resti di alimenti o altre sostanze quali capelli e peli nel bagno.

Inoltre, vi consigliamo di utilizzare anche un tappo filtro per il lavandino così da bloccare il passaggio di questi residui e di non farli finire giù nei tubi.

Ricordatevi, infatti, che il vostro lavandino non è un tritarifiuti!

Attente all’olio

Oltre ad evitare che capelli, peli e residui di cibo finiscano nelle tubature e le possano ostruire, dovete stare attente anche all’olio e al grasso.

I resti di olio e grasso, infatti, oltre ad essere molto inquinanti, tendono anche a solidificarsi e a causare ostruzioni nelle tubature.

Perciò, smaltite sempre i resti di queste sostanze in un recipiente a parte. In alternativa, potete anche assorbire il grasso con della carta assorbente.

N.B Ricordatevi che i resti di olio e di grasso non ostruiranno solo le vostre tubature ma inquineranno anche il sistema fognario in cui andrà a finire.

Pulizia professionale

Oltre alla pulizia regolare delle tubature a cui vi potete dedicare voi stesse utilizzando ingredienti tutti naturali, è consigliabile anche consultare regolarmente un professionista.

Chiedete, quindi, al vostro idraulico, almeno una volta ogni due anni, di ispezionare e pulire le vostre tubature e la vostra linea fognaria.

In caso, poi, abbiate tubi molto vecchi, valutate con il vostro idraulico di fiducia la possibilità di sostituirli prima di avere problemi.

Non “congelate” i tubi

Se vivete in posti in cui si raggiungono temperature molto basse soprattutto in inverno, potrebbe essere utile proteggere le tubazioni dal freddo.

Ebbene sì, poiché le tubature accolgono l’acqua, questa potrebbe ghiacciarsi a tal punto da intasare il vostro tubo.

Per evitare questo contrattempo e prevenire il congelamento, potreste per esempio rivestire i tubi con materiali isolanti così da proteggerli.

N.B Vi consigliamo di consultare sempre un professionista prima di prendere iniziative personali.

Altri consigli utili

Una volta visto come prevenire l’ostruzione delle tubature, vediamo velocemente come fare in caso di tubi già lievemente intasati.

Abbiamo già visto il rimedio dell’aceto e bicarbonato, molto utile per la pulizia regolare o per ostruzioni lievi.

Ora vediamo un altro trucchetto più efficace in caso di ostruzioni più ostinate.

Prendete un bicchiere di bicarbonato di sodio e versatelo nello scarico, dopodiché versate un bicchiere di sale.

A questo punto, aggiungete un bicchiere di aceto e noterete che sentirete “friggere”.

Fate, quindi, reagire gli ingredienti e aspettate 15 minuti.

Infine, versate una pentola di acqua bollente e voilà: il vostro scarico sarà libero dai residui di cibo, di grasso e olio che si accumulano nel lavandino!

N.B In caso di tubature fortemente intasate, consultate un professionista.

Per una casa sempre pulita!

Se volete altri consigli su come pulire casa con ingredienti naturali, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.