I cibi lassativi naturali

160
lassativi naturali

I problemi collegati alla regolarità intestinale sono percepiti come abbastanza intimi e non sono certo uno dei primi argomenti di conversazione che si possono intavolare ma non per questo non sono diffusi, anzi basta che qualcuno ha il “coraggio” di parlare ed ecco che si scopre che in tanti soffrono di problemi o di stitichezza o del suo opposto.

Episodi di costipazione possono essere occasionali, dovuti ad esempio a cambiamenti nella dieta o di abitudini (classico è in viaggio) o un problema con cui far spesso i conti e prima di ricorrere a lassativi che a lungo andare possono anche perdere di efficacia perchè l’organismo si abitua ai principi attivi contenuti nei farmaci, la soluzione è nella giusta alimentazione scegliendo  quegli alimenti che hanno, tra le tante proprietà, un effetto lassativo naturale.

Come ci hanno insegnato sin da bambini sono le prugne (sia fresche che secche)  il primo alimento a cui si pensa in caso di costipazione ma non sono da meno altri cibi, come ad esempio l’uva passa e i cavoli tutti privi di effetti collaterali (o davvero ridotti) e che consumati apportano all’organismo anche tanti altre proprietà benefiche e nutrienti.

Broccoli e Cavoli

. Tutte le varietà di broccoli sono ricche di antiossidanti e di fibre che agevolano il lavoro del tratto intestinale, ma una marcia in più si ha mangiando cavoli, compresi crauti e cavoletti di Bruxelles. Questa verdura va consumata cotta per potenziarne l’effetto lassativo ma non bisogna esagerare per evitare l’effetto contrario (diarrea e meteorismo).

Legumi

Molti evitano di mangiare fagioli, lenticchie e altri legumi in pubblico (o in vista di uscite) proprio per l’effetto che hanno sulla digestione ma inserirli nella dieta settimanale permette di evitare episodi di costipazione e allo stesso tempo di fare il pieno di proteine vegetali.

Noci e semi

Mangiare noci non solo permette di contrastare il colesterolo cattivo ma, se consumate fresche, aiutano con proteine e fibre ad avere un attività digestiva regolare. Oltre alle noci anche altri alimenti che rientrano nella famiglia della frutta secca hanno una funzione lassativa: mandorle, semi di zucca, semi di girasole e semi di lino, quest’ultimi anche sotto forma di olio.

Banane

Mangiare una banana al giorno o comunque con frequenza durante la settimana aiuta a ripristinare gli elettroliti e a favorire una flora batterica sana ed efficiente. Per favorire la peristalsi le banane devono essere abbastanza mature, perchè quelle più acerbe sono ricche di tannini e hanno l’effetto contrario; se dovesse capitare di far maturare troppo le banane e di non riuscire a consumarle si può sempre pensare di ri-utilizzare buccia e frutto.

Frutti di bosco

Ricchi di antiossidanti tutti i frutti di bosco (mirtilli, lamponi, more, fragoline) favoriscono la pulizia del colon e di conseguenza la digestione in generale, evitando “intoppi” e costipazione.

Mele e pere

Entrambi i frutti hanno l’azione di lassativo naturale grazie all’alto contenuto di acidi grassi, di pectina e di fibre idrosolubili che ammorbidiscono le feci e ne favoriscono l’eliminazione. Si consiglia di mangiare pere ben mature e mele preferibilmente cotte.

Prugne

Sono l’alimento lassativo per antonomasia ma hanno anche un’azione antiossidante e contrastano la ritenzione idrica. L’azione lassativa delle prugne è dovuta alla presenza di acidi organici che favoriscono il lavoro di tutto l’apparato digerente, contrastando anche il gonfiore addominale. Tra prugne fresche e secche per avere l’effetto lassativo sono da preferire le seconde in cui i principi attivi sono più concentrati: la dose consigliata è di due prugne secche da mangiare al mattino o alla sera.

Liquirizia

Sotto forma di radice, caramelle o tisane la liquirizia è generalmente associata alla pressione essendo in grado di alzarla, ma in realtà la presenza di alcuni acidi organici e del mannitolo, uno zucchero naturale, la liquirizia è in grado di ammorbidire le feci che verranno eliminate più facilmente e di pulire il colon.

Tamarindo

Molto diffuso sotto forma di sciroppo il tamarindo appartiene alla famiglia delle leguminose e come tale ha un efficace lassativo naturale: ricco di zuccheri, acidi organici e fibre e sostanze mucillaginose viene utilizzato per curare anche la stitichezza più ostinata perchè non presenta particolari controindicazioni anche se assunto in dosi considerevoli (non causa coliche o dolori addominali).

Questi alimenti ci insegnano che per prevenire alcuni problemi l’importante è partire da una sana e giusta alimentazione, sfruttando tutte le proprietà di ciò che mangiamo, infatti molti dei cibi con azione lassativa si ritrovano anche tra quelli antinfiammatori o tra i rimedi naturali per abbassare la pressione alta.